Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Una realtà separata

Nuovi incontri con don Juan

Di

Editore: Astrolabio - Ubaldini

4.0
(292)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 232 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo

Isbn-10: 8834004469 | Isbn-13: 9788834004463 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Francesco Cardelli

Disponibile anche come: Altri

Genere: Biography , Philosophy , Religion & Spirituality

Ti piace Una realtà separata?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    lo stregone super-uomo

    Castaneda torna dal suo stregone per completare gli studi. La filosofia di don Juan si chiarisce meglio, ma questa volta l'autore non riporta un'analisi strutturata del pensiero dello sciamano. ...continua

    Castaneda torna dal suo stregone per completare gli studi. La filosofia di don Juan si chiarisce meglio, ma questa volta l'autore non riporta un'analisi strutturata del pensiero dello sciamano. Quindi l'analisi la faccio io.

    I pilastri su cui si basa la vita dell'uomo di conoscenza sono tre: 1. la volontà; 2. il vedere; 3. la follia controllata.

    1. La volontà è la capacità di interagire con gli enti della realtà ordinaria e con gli enti della realtà non ordinaria tramite canali di energia propri della realtà non ordinaria. Sono dei fili di luce che ti escono dall'ombelico e permettono di fare cose incredibili. Tipo dei salti, spostamenti velocissimi, cose così.

    2. Il vedere è la comprensione dell'inutilità del tutto. Usa sorta di sospensione di giudizio. Acquisire volontà non implica la capacità di vedere. E viceversa.

    3. La follia controllata è la capacità di continuare ad interagire con la realtà ordinaria e con quella non ordinaria nonostante si sia acquisito la capacità di vedere, il cui nichilismo intrinseco costringerebbe all'immobilità.

    Emerge una figura di stregone molto super-uomo, che però prende roba psicotropa per agevolare il suo percorso di superamento del bene e del male, e per facilitare l'interruzione dell'eterno ritorno. Questa l'ho messa giusto per far bella mostra di rimasugli di nozioni di filosofia del liceo. E questi sarebbero stati quattro genitivi se la recensione fosse stata in latino. Che qui non si frigge con l'acqua.

    Se il precedente "A scuola dallo stregone" era genuino e anticommerciale, questo puzza un pochino di sequel. Nel complesso la struttura poteva essere rifinita meglio, ma i contenuti ci sono tutti, lo stile è ancora potente, e viene voglia di leggere il sequel-del-sequel per vedere se l'apprendista stregone diventa anche lui stregone oppure no.

    ha scritto il 

  • 5

    Superación personal

    Lo he tomado como un libro lleno de ficción y fantasía, pero algunas de sus frases me han motivado. Quiero creer que en alguna parte de Oaxaca o del mundo existe alguien como don Juan, pero aunque ...continua

    Lo he tomado como un libro lleno de ficción y fantasía, pero algunas de sus frases me han motivado. Quiero creer que en alguna parte de Oaxaca o del mundo existe alguien como don Juan, pero aunque lo encontrara, seguro no lo reconocería.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    ...continua

    In questo secondo testo Castaneda inizia a spiegare alcuni concetti e termini che vedremo trattati in dettaglio nei suoi seguenti libri. Conosceremo la volontà, la follia controllata, il

    In questo secondo testo Castaneda inizia a spiegare alcuni concetti e termini che vedremo trattati in dettaglio nei suoi seguenti libri. Conosceremo la volontà, la follia controllata, il distacco...

    Riporto un breve stralcio del testo:

    ...Il mio benefattore diceva che quando un uomo si incammina per il sentiero della stregoneria si rende gradualmente conto di aver lasciato per sempre dietro di sé la vita normale; la conoscenza infatti è davvero una cosa che mette paura; i mezzi del mondo ordinario non saranno più sufficienti per lui e se vorrà sopravvivere dovrà adottare un nuovo modo di vita.

    La prima cosa da fare, a quel punto, sarà diventare un guerriero, un passo e una decisione molto importanti. La natura terrificante della conoscenza non lascia altra alternativa...

    Buona lettura.

    ha scritto il 

  • 5

    Qualsiasi via è solo una via, E non c’è nessun affronto, A se stessi o agli altri, Nell’abbandonarla, Se questo è ciò che il tuo cuore ti dice di fare… Esamina ogni via con accuratezza e ...continua

    Qualsiasi via è solo una via, E non c’è nessun affronto, A se stessi o agli altri, Nell’abbandonarla, Se questo è ciò che il tuo cuore ti dice di fare… Esamina ogni via con accuratezza e ponderazione. Provala tutte le volte che lo ritieni necessario. Quindi poni a te stesso, A te soltanto, una domanda… Questa via ha un cuore? Se lo ha, la via è buona. Se non lo ha, non serve a niente”. (C.C.)

    ha scritto il 

  • 0

    (per i fan di Lost) è il libro che Ben bambino porta in carcere a Sayid nella 5a serie

    Dice di averlo letto due volte, e che gli è piaciuto molto. Ansioso di leggerlo anche io, a questo punto! ;-)

    ha scritto il 

  • 5

    Magico!

    I libri di Castaneda hanno molteplici chiavi di lettura, ma non tutte sono alla portata dei più. Se riuscirete ad andare oltre la domanda spontanea ("Ma è tutto vero??") potrete gustarvi dei ...continua

    I libri di Castaneda hanno molteplici chiavi di lettura, ma non tutte sono alla portata dei più. Se riuscirete ad andare oltre la domanda spontanea ("Ma è tutto vero??") potrete gustarvi dei bellissimi libri capaci anche di far sorridere e di coinvolgervi pienamente. Consiglio soprattutto i primi libri perchè gli altri sono un pò più tecnici e spirituali e dunque meno narrativi... Ma i primi sono davvero splendidi e meritano tutta la vostra attenzione... Davvero bellissimi!

    ha scritto il 

Ordina per