Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Una regina contro Roma

Sfida all'Impero

Di

Editore: Cairo Publishing

3.3
(8)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 366 | Formato: Altri

Isbn-10: 8860520738 | Isbn-13: 9788860520739 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: A. Viale

Genere: Fiction & Literature , History

Ti piace Una regina contro Roma?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
240 d.C. In una tenda nomade nel deserto nei pressi di Palmira, nasce unabambina. Al suo primo vagito una sfera di fuoco infiamma la notte e sischianta a terra, e dalla sabbia sgorga miracolosamente dell'acqua. Una fontein pieno deserto che cambierà la vita dell'intera tribù: "dono di Dio",Zenobia, sarà il nome della bambina. Nello stesso momento, sulle rive delDanubio, il giovane ufficiale romano Aureliano affronta i barbari e, colsostegno degli dei, vince la battaglia nonostante l'inferiorità dei suoi. PerAureliano, acclamato dalle legioni, è l'inizio della gloria. Così, le sorti diquesto giovane, futuro imperatore romano, e della donna, futura regina diPalmira, si incrociano suggellando l'incontro tra Oriente e Occidente in unalotta aperta per il potere supremo su Roma. Una saga appassionante in cui ladeterminazione e l'ambizione umane devono fare i conti col volere del cielo,in un'eterna danza del destino.
Ordina per
  • 1

    Il libro l'ho divorato più per nostalgia della scrittura di A.B.Daniel che per altro. La storia è abbastanza noiosa, considerato il paragone enorme con la trilogia di Incas. Per essere la prima metà di una saga è veramente insipido e non fa venire voglia di leggere la seconda parte, come faceva i ...continua

    Il libro l'ho divorato più per nostalgia della scrittura di A.B.Daniel che per altro. La storia è abbastanza noiosa, considerato il paragone enorme con la trilogia di Incas. Per essere la prima metà di una saga è veramente insipido e non fa venire voglia di leggere la seconda parte, come faceva invece il finale del primo libro di Incas. Non apre nessun scenario, non è l'inizio della fine, non è nemmeno un'inizio. Delusa.

    ha scritto il