Una solitudine troppo rumorosa

Voto medio di 4030
| 319 contributi totali di cui 281 recensioni , 38 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
A Praga, un uomo lavora da anni a una pressa trasformando carta da macero in parallelepipedi armoniosi e sigillati, vivi e morti a un tempo perché in ciascuno pulsa un libro che l'uomo vi ha imprigionato, aperto su una frase, un pensiero: sono ...Continua
Ha scritto il 01/12/17
Proposto da Kristian
  • 1 mi piace
Ha scritto il 16/09/17
Il fatto è che il muro di Berlino è crollato. Il fatto è che l'epoca del Global Village è passata. il fatto è che le ideologie in genere sono morte. Il fatto è che un libro come questo, che urla in modo così sofferente, ti ricorda come sono ...Continua
  • 3 mi piace
Ha scritto il 04/09/17
UNA SOLITUDINE TROPPO RUMOROSA"NELL'ASSOLATA E SILENZIOSA CAMPAGNA MANTOVANA"...
Paziente,aspettava da circa un anno,libro strano e difficile, poetico, incoerente, onirico, autobiografico, evocativo, a cominciare dal bel titolo, narrazione ricca di simboli, dove realtà e fantasia si mischiano e che contiene un incomparabile ...Continua
  • 6 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 25/05/17
romanzo del sottosuolo, come viene anche definito nella postfazione.ammetto di aver saltato qualche passaggio che indugiava nella vita sotterranea in compagnia dei topi ma la scrittura è veramente stupefacente, sa coniugare ironia ed angoscia. ...Continua
Ha scritto il 10/01/17
Semplicemente meraviglioso e unico. Coinvolgente al punto che tu sei il protagonista e cerchi, leggi, parli, annusi l'odore della carta, salvi, ordini e impili il sapere e sai che non riuscirai mai a metterlo tutto in ordine. Sullo sfondo una Praga ...Continua
  • 2 mi piace

Ha scritto il Aug 21, 2014, 14:09
Appoggiato al banco della vetrina aperta nel buffè della Birreria nera bevo la dieci gradi di Popovice, mi dico, da questo momento, amico, devi essere solo in tutto, devi costringerti da solo ad andare fra la gente, devi divertirti da solo, devi ...Continua
Pag. 79
Ha scritto il Aug 12, 2014, 19:52
E mentre nelle cloache e nelle fogne della capitale Praga due clans di surmolotti si respingono con una apparente insensata guerra, nelle cantine lavorano angeli decaduti, uomini con istruzione universitaria che hanno perduto la propria battaglia, ...Continua
Pag. 23
Ha scritto il Aug 12, 2014, 17:44
Quella volta, mentre pressavo alla mia pressa meccanica dei bei libri, quando la pressa trillò nell'ultima fase triturando i libri con la forza di venti atmosfere, sentii la tritatura di ossa umane, come se stessi stritolando in un macinino a mano ...Continua
Pag. 13
Ha scritto il Dec 11, 2013, 12:23
cieli non sono umani, ma c'è qualcosa forse più di questi cieli, la compassione e l'amore di cui mi sono ormai dimenticato e che ho dimenticato.
Pag. 5
Ha scritto il Dec 11, 2013, 12:23
Immanuel Kant e tra le dita gli aprii quel bel testo, che mi ha sempre commosso... Due cose riempiono il mio animo di una ammirazione sempre nuova e crescente... il cielo stellato sopra di me e la legge morale dentro di me... Poi però ci ...Continua
Pag. 4

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi