Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Una stanza tutta per sé

Ediz. integrale

By Virginia Woolf

(209)

| Paperback | 9788854120907

Like Una stanza tutta per sé ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Illustre capostipite dei manifesti femminili del Novecento europeo, e primo brillante intervento della Woolf sul tema «donne e scrittura» (allora oggetto di un dibattito oggi banalizzato più che superato), Una stanza tutta per sé è un piccolo trattat Continue

Illustre capostipite dei manifesti femminili del Novecento europeo, e primo brillante intervento della Woolf sul tema «donne e scrittura» (allora oggetto di un dibattito oggi banalizzato più che superato), Una stanza tutta per sé è un piccolo trattato ironicamente immaginifico, personalissimo nella misura godibilmente tesa di toni e motivi (il conversational, le proiezioni letterarie, l'analisi sociale, la satira, la visione). Il leitmotiv della stanza, grembo e prigione dell'anima femminile, si allarga fino a comprendere tutti i luoghi della dimora umana: la natura, la cultura, la storia e infine la «realtà» stessa nella sua inquietante-esaltante molteplicità.

336 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Virginia Woolf ha fatto un regalo grande alle donne della sua epoca e anche a noi. E se mai arriverà un giorno in cui un testo del genere non sarà più attuale, non sarà più necessario, rimarrà comunque, sempre, una bellissima lettura.

    http://www.nau ...(continue)

    Virginia Woolf ha fatto un regalo grande alle donne della sua epoca e anche a noi. E se mai arriverà un giorno in cui un testo del genere non sarà più attuale, non sarà più necessario, rimarrà comunque, sempre, una bellissima lettura.

    http://www.naufragio.it/iltempodileggere/17290

    Is this helpful?

    Phoebes said on Jul 17, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "...mi sono seduta sulla riva di un fiume.."

    Seduta sulla riva di un fiume, lo sciabordio della'acque che facilita lo scorrere dei pensieri. Una donna scrittrice che riflette su donne che scrivono. Un'occasione per ogni lettrice ed ogni lettore per riflettere non solo sulle questioni di genere ...(continue)

    Seduta sulla riva di un fiume, lo sciabordio della'acque che facilita lo scorrere dei pensieri. Una donna scrittrice che riflette su donne che scrivono. Un'occasione per ogni lettrice ed ogni lettore per riflettere non solo sulle questioni di genere ma sull'essenza stessa della scrittura.

    Is this helpful?

    Dagio Maya (scambio solo ebook!) said on Jul 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    mi aspettavo molto di più, sono rimasta un po' delusa..

    Is this helpful?

    Simona said on Jun 21, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Che amarezza

    Leggendo questo saggio-conferenza, penso che la reazione più istintiva sia pensare con amarezza della condizione femminile ieri e oggi. Dovrebbe essere nelle biblioteche personali di tutte. Penso che potrebbe essere uno strumento utile alla costruzio ...(continue)

    Leggendo questo saggio-conferenza, penso che la reazione più istintiva sia pensare con amarezza della condizione femminile ieri e oggi. Dovrebbe essere nelle biblioteche personali di tutte. Penso che potrebbe essere uno strumento utile alla costruzione di quel senso di sè e di quella consapevolezza utili alla nostra realizzazione.

    Is this helpful?

    EMA said on Jun 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Lei verrà.

    "Nel mio discorso vi ho detto che Shakespeare aveva una sorella; ma non cercatela nella biografia del poeta scritta da Sir Sidney Lee. Morì giovane; ahimé, non scrisse mai una parola. Giace sepolta là dove ora si fermano gli autobus,di fronte ad Elep ...(continue)

    "Nel mio discorso vi ho detto che Shakespeare aveva una sorella; ma non cercatela nella biografia del poeta scritta da Sir Sidney Lee. Morì giovane; ahimé, non scrisse mai una parola. Giace sepolta là dove ora si fermano gli autobus,di fronte ad Elephant and Castle. Ora io credo che questa poetessa che non scrisse mai una parola e venne sepolta ad un crocicchio, viva ancora. Vive in noi e vive in me, e in molte altre donne che non sono qui stasera, perché stanno lavando i piatti e mettendo a letto i bambini. Ma lei vive; perché i grandi poeti non muoiono; sono presenze perenni: hanno solo bisogno di un'opportunità per tornare fra noi in carne e ossa. Questa opportunità, credo, cominciate ad essere in grado di offrigliela voi. Perché credo che se viviamo per un altro secolo -parlo della vita comune, che è la vita vera, e non delle piccole vite isolate che viviamo come individui - e se ognuna di voi ha cinquecento sterline e una stanza tutta per sé; se abbiamo l'abitudine della libertà e il coraggio di scrivere esattamente ciò che pensiamo; se usciamo un po' dal salotto comune e vediamo gli esseri umani non sempre in relazione reciproca, ma in relazione con la realtà, e anche il cielo e gli alberi o qualunque cosa ci sia in loro; se guardiamo in faccia il fatto, perché è un fatto, che non c'è alcun braccio a cui appoggiarci, ma che camminiamo da sole e che dobbiamo essere in relazione col mondo della realtà e non solo col mondo degli uomini e delle donne,allora l'opportunità si presenterà, e quella poetessa morta che era la sorella di Shakespeare rivestirà il corpo di cui tante volte si è spogliata. Attingendo la sua vita alla vita di quelle sconosciute precorritrici, come prima di lei fece suo fratello, lei nascerà. Che ritorni senza quella preparazione, senza quello sforzo da parte nostra, senza quella determinazione che, una volta rinata, possa vivere e scrivere la sua poesia, questo non possiamo aspettarcelo, perché sarebbe impossibile. Ma io sostengo che lei verrà, se lavoreremo per lei, e che lavorare così, pur nella miseria e nell'oscurità, vale la pena."
    (V. WOOLF, "Una stanza tutta per sé")

    Is this helpful?

    GiuGlia said on Jun 10, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book

Page 24 , 49 , 58 , 90 , 95 , 96