Una stella di nome Henry

Voto medio di 444
| 48 contributi totali di cui 46 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Dublino, primi del '900. Madre religiosa e praticante, padre molto meno (è il buttafuori di un casino e di tanto in tanto ammazza gente per conto di terzi), Henry Smart cresce in fretta. Appena comincia a camminare va già in giro a rubare e a ...Continua
Ha scritto il 25/03/17
La storia della nascita della Repubblica d'Irlanda attraverso gli occhi di Henry, prima bambino poi adulto. Henry Smart un personaggio inventato più reale del reale che potrebbe essere qualsiasi ragazzo irlandese nato a cavallo del Novecento in una ...Continua
Ha scritto il 27/06/16
Tetralogia della città di Dublino
Una finzione narrativa per raccontare la Guerra Civile Irlandese raccontata dal punto di vista di una semplice pedina. La prima parte e l'ultima parte sono la storia di Henry Smart personaggio di fantasia ma che potrebbe essere tranquillamente la ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 29/10/14
I RIBELLI NON POSSONO ESSERE SANTI
Premetto che adoro Doyle, comunque questo libro nonostante a tratti possa sembrare grottesco e iperbolico è uno spaccato che toglie qualsiasi romanticismo alla lotta per l'indipendenza e la descrive come violenta e brutale al limite dell'orrore, ma ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 03/07/14
Il punto di forza di questo libro sta nello straordinario mix che Doyle riesce a creare tra le vicende indipendentistiche irlandesi del primo Novecento e la storia (personale, familiare, sentimentale e anche "politica") di uno dei suoi protagonisti ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 06/02/13
Premetto, amo l'Irlanda e la sua gente, credo di conoscere un pochino la loro storia e il loro modo di essere. Questo libro è inverosimile, scritto male, inutilmente lungo, noioso e discutibile sul piano storico.
  • 1 mi piace

Ha scritto il Jun 27, 2016, 18:29
C’è qualcuno meglio di te Henry?No, signor ConnollyProprio così. Nessuno. Ti sei mai guardato negli occhi Henry?No, signor ConnollyE invece dovresti figliolo. Ci vedo tanta intelligenza che li fa brillare. E creatività e tutto quello che vuoi ...Continua
Ha scritto il Dec 09, 2008, 20:54
Mia madre alzò gli occhi a guardare le stelle. Ce n'erano tante lassù. Le tremava leggermente la mano mentre ne sceglieva una. Puntò un dito.«Eccolo là, il mio piccolo Henry. Guarda, è lassù.»Io guardai; ero l'altro suo piccolo Henry, seduto
Pag. 11
  • 1 mi piace

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi