Una storia di amore e di tenebra

di | Editore: Feltrinelli
Voto medio di 1108
| 211 contributi totali di cui 197 recensioni , 13 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Amore e tenebra sono due delle forze che agiscono in questo libro, un'autobiografia in forma di romanzo, un'opera letteraria che comprende le origini della famiglia di Oz, la storia della sua infanzia e giovinezza a Gerusalemme e poi nel kibbutz di ...Continua
Ha scritto il 20/09/17
noia sionista
La cosa migliore di questo libro è il titolo, che lascia presagire chissà quali storie intriganti. Invece le vicende sono quelle dell'infanzia dell'autore, in Israele, sionista tra i sionisti, completamente chiuso nella sua realtà ebraica che ...Continua
Ha scritto il 05/07/17
Mi aspettavo tantissimo...
e sono rimasta delusa. Ritenterò...
Ha scritto il 14/06/17
Un bel romanzo, a tratti intenso, interessante.Mi è piaciuto leggere una storia personale intrecciata con la storia dello stato d'Israele che conosco poco.Unica nota stonata: un po' ripetitivo, alcune scene sono raccontate più volte come se il ...Continua
Ha scritto il 09/11/16
Uno dei libri in assoluto più intensi e completi in cui mi sono mai imbattuto: è un'autobiografia ma anche un libro di storia sulla nascita di Israele, nonché per certi aspetti anche un manuale di scrittura, con una ricchezza di temi unica sul ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 17/07/16
consigliato
Ottimo libro in cui si mescolano sapientemente la storia della nascita dello stato D'Israele con la storia personale dell'autore. Stupende le descrizioni

Ha scritto il May 16, 2010, 17:19
Quanti anni sono che incalzo quel vecchio assassino, seduttore astuto e antico, vecchiaccio lurido e schifoso, deformato dall’età ma sempre travestito da baldo principe azzurro. Imbattibile cacciatore di cuori a pezzi, corteggiatore vampiresco ...Continua
Pag. 269
  • 1 commento
Ha scritto il May 16, 2010, 17:18
L’unico viaggio da cui non si torna mai a mani vuote è quello dentro noi stessi. Dentro non ci sono confini, né dazi, si duo arrivare fino alle stelle più remote. O visitare posti che ormai non ci sono più, andare a trovare persone scomparse. ...Continua
Pag. 248
Ha scritto il May 16, 2010, 17:17
“La paura che abitava in ogni casa ebraica, una paura di cui non si parlava mai, ce la iniettavano solo di striscio, come un veleno, una goccia ogni ora, era la paura terrificante che forse eravamo davvero delle persone non abbastanza monde, forse ...Continua
Pag. 238
Ha scritto il May 16, 2010, 17:17
Adesso oramai il mondo è cambiato. Adesso forse le donne hanno il diritto di vivere un po’ la loro vita. O forse è solo apparenza? Forse anche in queste giovani generazioni la donna piange ancora tutte le notti sopra il lavandino dopo che suo ...Continua
Pag. 226
  • 1 commento
Ha scritto il May 16, 2010, 17:16
In fondo per lui tutti gli uomini erano bambini incoscienti che si procurano a vicenda, e anche a loro stessi un sacco di delusioni e sofferenze, tutti intrappolati dentro un’eterna commedia, una commedia impietosa, di quelle che di solito ...Continua
Pag. 191

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Oct 10, 2016, 23:34
Pagina69

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi