Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Una storia di amore e di tenebra

Di

Editore: Feltrinelli

4.2
(996)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 627 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Tedesco , Spagnolo , Catalano , Olandese , Svedese

Isbn-10: 8807818574 | Isbn-13: 9788807818578 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Elena Loewenthal

Disponibile anche come: Copertina morbida e spillati , Copertina rigida

Genere: Biography , Fiction & Literature , History

Ti piace Una storia di amore e di tenebra?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Amore e tenebra sono due delle forze che agiscono in questo libro, un'autobiografia in forma di romanzo, un'opera letteraria che comprende le origini della famiglia di Oz, la storia della sua infanzia e giovinezza a Gerusalemme e poi nel kibbutz di Hulda, l'esistenza tragica dei suoi genitori, e una descrizione epica della Gerusalemme di quegli anni, di Tel Aviv che ne è il contrasto, della vita in kibbutz, negli anni trenta, quaranta e cinquanta. La narrazione si muove avanti e indietro nel tempo, ricostruendo in 120 anni di storia familiare una saga che vede protagonisti quattro generazioni di sognatori, uomini d'affari falliti e poeti egocentrici, riformatori del mondo, impenitenti donnaioli e pecore nere.
Ordina per
  • 5

    Un grande libro di un grande letterato

    Merito va anche alla traduttrice Elena Loewenthal che ha saputo rendere in lingua italiana la classe, l'armonia, la melanconia, la disperazione ed l'humour dell'autore. E' anche un non facile libro ...continua

    Merito va anche alla traduttrice Elena Loewenthal che ha saputo rendere in lingua italiana la classe, l'armonia, la melanconia, la disperazione ed l'humour dell'autore. E' anche un non facile libro di storia, ed io, che di storia sono appassionato e studioso, non mi sono risparmiato a indagare luoghi, persone, movimenti sociali e politici che sono gettati a pioggia in molte pagine. Questo può rendere pesante la lettura, ma per me è stato un ulteriore valore del libro.

    ha scritto il 

  • 0

    Oz ci racconta della sua origini, delle origini della sua famiglia, delle origini di Israele. E intanto scava, scava a fondo nel dolore. Questo libro mi è piaciuto così tanto che temo che leggendo ...continua

    Oz ci racconta della sua origini, delle origini della sua famiglia, delle origini di Israele. E intanto scava, scava a fondo nel dolore. Questo libro mi è piaciuto così tanto che temo che leggendo le altre opere di questo scrittore potrei rimanere delusa.

    ha scritto il 

  • 4

    ‘Una storia di amore e di tenebra’ è l’autobiografia romanzata di Oz (pseudonimo che significa “Forza”, usato al posto del vero cognome “Klausner”) la quale, partendo dalle origini ...continua

    ‘Una storia di amore e di tenebra’ è l’autobiografia romanzata di Oz (pseudonimo che significa “Forza”, usato al posto del vero cognome “Klausner”) la quale, partendo dalle origini della sua famiglia, prende spunto per narrare le vicende relative all’epopea di Israele attraverso le esperienze dello scrittore, dai contrasti col padre reazionario alla vita nel Kibbutz, il tutto in un alternarsi, appunto, di amore e di tenebra.

    ha scritto il 

  • 4

    I microbi da noi erano uno degli incubi più tenebrosi. Come l’antisemitismo: non capitava mai di vederli ad occhio nudo, né i microbi, né l’antisemita, ma si sapeva bene che stava in agguato da tutte le parti, sfuggenti.

    Autobiografia sotto forma di romanzo. Si ride. E si piange. E talvolta ci si stanca anche un po’ perché è un libro denso e a tratti faticoso. Una miscela di circostanze enormi - quali il sionismo ...continua

    Autobiografia sotto forma di romanzo. Si ride. E si piange. E talvolta ci si stanca anche un po’ perché è un libro denso e a tratti faticoso. Una miscela di circostanze enormi - quali il sionismo e la shoah, il travaglio che diede la luce alla patria degli ebrei e il rapporto di questa con l'Europa, il suicidio della madre – ed infinitesimali, su cui Oz usa la sua specialità di mettere a fuoco l’invisibile, come il modo di camminare che si poteva captare a Tel Aviv o il rito delle telefonate fra parenti che non sapevano ogni volta se si sarebbero più sentiti. Toccante.

    ha scritto il 

  • 0

    Ebbene si, sono una "cattiva lettrice", ma dal momento che anche i miei soldi vanno comunque a rimpinguare le tasche di Oz, mi sento di dare il minimo del voto concessomi avendo trovato questo libro ...continua

    Ebbene si, sono una "cattiva lettrice", ma dal momento che anche i miei soldi vanno comunque a rimpinguare le tasche di Oz, mi sento di dare il minimo del voto concessomi avendo trovato questo libro pesantissimo, noiosissimo e di rara antipatia.

    ha scritto il 

  • 5

    Autobiografia, saga famigliare, compendio storico del sionismo e della nascita di Israele: è tutto questo, “Una storia di amore e di tenebra”. Ma soprattutto è un grande romanzo: un po’ ...continua

    Autobiografia, saga famigliare, compendio storico del sionismo e della nascita di Israele: è tutto questo, “Una storia di amore e di tenebra”. Ma soprattutto è un grande romanzo: un po’ faticoso nella prima parte, a dire il vero, quando l’autore risale alle origini della sua stirpe e si sofferma sui molteplici avi; poi però, non appena Oz si porta sul terreno dell’esperienza diretta, la narrazione si distende, si arricchisce e si fa molto più coinvolgente. Procede spesso di conserva, Oz: propone frammenti, li lascia, li riprende a distanza; come un costruttore che saltella qua e là, aggiungendo elementi al vasto edificio. Fino all’ultimo lavoro, il più impegnativo, su un grosso buco nel muro maestro: nelle pagine finali Oz racconta il suicidio della madre. Lui aveva dodici anni. Ne parla qui per la prima volta, nel 2001, a sessantadue. Ecco: “Una storia di amore e di tenebra” è un gran bell’edificio, completo.

    ha scritto il 

  • 0

    Bello, ma...

    Lo stile dello scrittore è sicuramente molto sottile e raffinato, e in alcuni tratti la storia delle origini familiari e delle circostanze che li hanno portati a emigrare è abbastanza coinvolgente. ...continua

    Lo stile dello scrittore è sicuramente molto sottile e raffinato, e in alcuni tratti la storia delle origini familiari e delle circostanze che li hanno portati a emigrare è abbastanza coinvolgente. Credo però che non sia il momento adatto per questo libro: forse getto la spugna troppo presto, ma non posso farci niente. Non mi coinvolge più di tanto, non sento la voglia di continuare, dopo una settimana e mezzo sono appena a 240 pagine che per i miei ritmi di lettura è pochino. Decisamente non è il momento giusto, con rammarico, accantono Mr Oz con la promessa di riprenderlo in un secondo momento quando avrò la "testa" e la voglia per immergermi nella storia della sua travagliata famiglia

    ha scritto il 

Ordina per