Una storia marittima

di | Editore: Iperborea
Voto medio di 43
| 14 contributi totali di cui 7 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Dopo "Safari Artico" e "La vergine fredda", Jørn Riel ritorna con una nuova serie di skrøner - vero genere letterario che mescola la frottola e l'imprevisto - in cui gli abitanti della costa artica animano la loro vita quotidiana, dura ma libera. In ...Continua
míol mór:...
Ha scritto il 18/10/12
«Cosa c'è di così diverso tra un libro e una bottiglia di rum?»
“Possono essere pericolosi per la salute, questi libri, molto pericolosi. Ne prendi in mano uno e cominci a leggere, e il giorno dopo hai già il mal di testa e il delirio o peggio ancora” (da “Una deviazione”). I racconti del nordest. Groenlandese. L...Continua
Arya
Ha scritto il 26/06/11
Cosa c'è di così diverso tra un libro e una bottiglia di rum?
Pagina 85: "Se Valfred dice che i libri possono essere contagiosi, stai pur certo che sai di cosa parla. Cosa c'è di così diverso tra un libro e una bottiglia di rum?" "Una deviazione" è il racconto che mi è piaciuto di più: il poeta Anton, vera icon...Continua
El Caballero de...
Ha scritto il 26/03/11

Racconti goliardici nella Groenlandia nord-orientale: arabeschi di pipì sulla calotta artica.

Iperborea
Ha scritto il 17/06/09
Tempeste che alzano nuvole di neve in cui tutto svanisce, nebbie che si depositano impenetrabili sulla banchisa, il ghiaccio che improvvisamente si anima intonando il suo canto sinistro, preludio a una battaglia di lastre che s’impennano le une sulle...Continua
Pipaluk63
Ha scritto il 26/11/08

Altra bella e piacevole serie di racconti di Riel. Vale quanto scritto per Safari artico.


míol mór:...
Ha scritto il Oct 18, 2012, 09:24
Poi arrivò la primavera. Una domenica. Discese lenta dal monte Fimbul come un fiume d'argento fuso, scivolò oltre il fiume dei cani fino alla casa, e nel giro di pochi istanti aveva riempito il mondo della sua luce immensa.
Pag. 120
míol mór:...
Ha scritto il Oct 18, 2012, 09:21
Gli tornarono in mente le visioni della sua giovinezza sugli eroi polari, e rise a gola spiegata di quelle sciocche illusioni. Che cosa sarebbe un eroe? Che assurdità parlare di eroi polari! O si amava la vita quassù, e quindi si accettavano le condi...Continua
Pag. 93
míol mór:...
Ha scritto il Oct 18, 2012, 09:16
Il Bjørk lesse ad alta voce la comunicazione senza filo per i suoi amici. "Al capo della stazione di Bjørkenborg". Alzò gli occhi deluso. "Avrebbero dovuto indirizzarla al Bjørk, capo della stazione di Bjørkenborg", mormorò. "Forse il direttore vo...Continua
Pag. 58
míol mór:...
Ha scritto il Oct 18, 2012, 09:08
"Un libro bello spesso, Anton. Quando l'hai avuto?" "È arrivato con la nave", rispose Anton. Valfred restituì all'istante il libro, pulendosi poi le dita sulla coperta di Herbert. "Sei sicuro che non sia raffreddato?" domandò. Anton lo guardò offe...Continua
Pag. 84
míol mór:...
Ha scritto il Oct 18, 2012, 08:58
Valfred si schiarì la voce soddisfatto. "Le piccole gioie erano più grandiose a quei tempi, Hansen. Dobbiamo essere riconoscenti di essere vissuti in un'epoca come quella".
Pag. 51

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi