Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Una storia semplice

By Leonardo Sciascia

(370)

| Hardcover

Like Una storia semplice ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

334 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 6 people find this helpful

    quello che non si dice (forse è pure il titolo di un libro, forse, non lo so)

    primo indizio:

    Mia nonna mi raccontava di quando nonno la invitava a ballare, alla festa del cortile, quando c'era la vendemmia.

    Il falò al centro, la fisarmonica, le gonne sotto il ginocchio e compagnia bella, tutto l'armamentario preso par ...(continue)

    primo indizio:

    Mia nonna mi raccontava di quando nonno la invitava a ballare, alla festa del cortile, quando c'era la vendemmia.

    Il falò al centro, la fisarmonica, le gonne sotto il ginocchio e compagnia bella, tutto l'armamentario preso pari pari dall'Albero degli zoccoli, per dire.

    Quel modo che avevano, i nostri nonni, di corteggiarsi, fidanzarsi, sposarsi, fare figli e alla fine morire, senza parole.
    O con un numero di parole così trascurabili per il conteggio spropositato che ci è invece abituale oggi, tra sms, whatsup, chat, mail, telefonate e compagnia bella, da risultare a noi ai limiti della decente comprensibilità.

    Io senza parole non mi innamoro, ad esempio.
    I miei nonni, invece, si sono innamorati e sposati con un numero di parole che è fortissimamente vicino allo zero assoluto.

    Non è né meglio né peggio, credo.
    Ma profondamente diverso sì.

    secondo indizio:

    Ultimamente mi sto riguardando tutti gli episodi di Ai confini della realtà del 1959.
    Bianco e nero d'autore, una serie che ha fatto storia.
    Studiare le differenze del linguaggio e della costruzione dei dialoghi del cinema degli anni '50 rispetto a quello contemporaneo sarebbe un argomento da tesi interessantissimo che ciao, dico io.

    Comunque.
    Anche lì c'è un peso, dato ai silenzi, ai non detti, che ce lo sogniamo proprio.

    Non è né meglio né peggio, pure qui.
    Ma diverso sì, tanto.

    Sciascia scrive in quel modo qui: corteggiamenti e feste in cortile senza parole, dialoghi di silenzi che svelano cose.

    Non è né meglio né peggio di altri scrittori (anzi, forse meglio di altri decisamente sì).
    Diverso, sicuramente.

    Is this helpful?

    i said on Sep 7, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Sciascia è un genio e, in questo breve romanzo, usa uno stile chiaro, scorrevole ed accattivante, permettendo una lettura di poche ore.

    Is this helpful?

    Ila* said on Aug 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il magistrato scoppiò a ridere. "L'italiano: ero piuttosto debole in italiano. Ma, come vede, non è poi stato un gran guaio: sono qui, procuratore della Repubblica...".
    "L'italiano non è l'italiano: è il ragionare" disse il professore. "Con meno ital ...(continue)

    Il magistrato scoppiò a ridere. "L'italiano: ero piuttosto debole in italiano. Ma, come vede, non è poi stato un gran guaio: sono qui, procuratore della Repubblica...".
    "L'italiano non è l'italiano: è il ragionare" disse il professore. "Con meno italiano, lei sarebbe forse ancora più in alto".

    Basterebbe questo passo, scritto magari sul retro di uno scontrino, per rendere Sciascia il più grande romanziere italiano.

    Il bello è che il libro che c'è tutto intorno è allo stesso livello.

    Is this helpful?

    yuusakugodai said on Jul 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    “Una storia semplice” è un romanzo brevissimo che, tuttavia, ho fatto abbastanza fatica a leggere, sia per la trama, tutt’altro che semplice, sia per il modo elaborato con cui è scritta. Più volte mi sono trovata a dover riguardare la stessa frase pr ...(continue)

    “Una storia semplice” è un romanzo brevissimo che, tuttavia, ho fatto abbastanza fatica a leggere, sia per la trama, tutt’altro che semplice, sia per il modo elaborato con cui è scritta. Più volte mi sono trovata a dover riguardare la stessa frase prima di comprenderla a pieno, cosa che non mi alletta granché, ma l’ enigma che avvolgeva la vicenda mi spingeva a continuare, pagina dopo pagina.
    Al centro di questa storia ci sono il brigadiere del paese, uomo giusto che non dà nulla per scontato, e Giorgio Roccella, diplomatico che, in seguita ad una telefonata fatta da lui stesso alla polizia, viene ucciso nella sua tenuta in Sicilia, dove era da poco tornato. Subito quello che poteva parere un semplice suicidio, muta in un intricato mistero, un vero è proprio giallo, che comprende mafia e droga.
    L’autore si è rivelato molto abile a rendere questa realtà pur senza nominare mai le due parole. Un libro carino anche se, forse, fin troppo breve. Mai fermarsi alle apparenze, andare fino alla fine e scoprire il vero significato delle cose: questo ci vuole insegnare Sciascia.
    Ricercare la verità, sempre. Anche se questa può portare notizie spaventose, che non si ha il coraggio di accettare.

    Is this helpful?

    Lilla said on Jul 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Breve, perfetto. Senza speranza la Sicilia che dipinge.

    Is this helpful?

    Anna said on Jun 3, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful


    I.
    un collega stamane mi diceva che senza l'euro
    l'Italia fa la fine dell'argentina -"ti ricordi

    l'argentina?" mi ha detto. Io l'ho guardato
    e volevo dirgli che mi ricordava i vaticanisti di cui

    parlava Nori.

    II.
    mi sono tagliato i capelli, da un ...(continue)


    I.
    un collega stamane mi diceva che senza l'euro
    l'Italia fa la fine dell'argentina -"ti ricordi

    l'argentina?" mi ha detto. Io l'ho guardato
    e volevo dirgli che mi ricordava i vaticanisti di cui

    parlava Nori.

    II.
    mi sono tagliato i capelli, da un imprenditore
    cinese

    allora faccio due chiacchiere, mentre lui lavora
    e io sto seduto a godermi la mezzora

    e gli faccio "voi tagliate i capelli anche alle donne?"
    Eh sì, mi fa e io "è più difficile, vero?" e lui:

    "se conosci, è facile".

    III.
    Fantastico, il mio barbiere cinese.

    Is this helpful?

    [radek] said on May 21, 2014 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (370)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Hardcover 66 Pages
  • ISBN-10: A000019428
  • Publisher: CDE su licenza Adelphi
  • Publish date: 1989-01-01
  • Also available as: Paperback , Others , eBook
Improve_data of this book

Margin notes of this book