Una storia semplice

Voto medio di 3549
| 392 contributi totali di cui 371 recensioni , 17 citazioni , 1 immagine , 1 nota , 2 video
"Una storia semplice" è una storia complicatissima, un giallo siciliano, con sfondo di mafia e droga. Eppure mai – ed è un vero "tour de force" – l’autore si trova costretto a nominare sia l’una sia l’altra parola. Tutto comincia con una telefonata a ...Continua
Elisa (che non...
Ha scritto il 17/03/18
Anche qui Sciascia non si smentisce, con la sua concisione ed essenzialità riesce in pochissime pagine a raccontare una storia italiana di criminalità collegata ai poteri istituzionali che ti tiene incollato alla pagina dall'inizio alla fine. E sicco...Continua
Il viandante (...
Ha scritto il 14/01/18
Solo un maestro della penna può riuscire a rendere semplice una storia che semplice assolutamente non è, disseminando il racconto di dettagli e spunti di riflessione e denunciando una realtà dove gli scatti di ribellione al sistema vengono solitamen...Continua
Pamela Palozzo
Ha scritto il 11/10/17
Una storia semplice Leonardo Sciascia Una storia semplice, viene definito un romanzo, io lo vedrei più come un racconto allungato. È un giallo che ci tiene veramente inchiodato riga dopo riga. Tutto ha inizio con una telefonata. È tardi in questura s...Continua
Gabriella
Ha scritto il 23/09/17
E' un breve romanzo poliziesco ispirato a un fatto realmente avvenuto, il furto della Natività con i santi Lorenzo e Francesco d'Assisi di Caravaggio. Inizia tutto con una telefonata alla polizia, Giorgio Roccella avvisa i poliziotti di alcune strane...Continua
Luna
Ha scritto il 04/08/17
Si legge tranquillamente in meno di un'ora. Simpatico e veloce. Non è una storia facile e per me che sono un po' cucca su Brigadieri, carabinieri, marescialli (capisco poco le differenze di ruoli) e su chi poi è il killer (non aggiungo niente perché...Continua

Daniela
Ha scritto il Jun 14, 2017, 09:17
"Era siciliano," disse "e i siciliani, ormai da anni, chi sa perché, si ammazzano tra loro".
Pag. 46
peach
Ha scritto il Sep 13, 2016, 00:20
Ad un certo punto della vita non è la speranza l'ultima a morire, ma il morire è l'ultima speranza.
Pag. 51
dariocet
Ha scritto il Dec 14, 2014, 17:53
La laurea in legge era la suprema ambizione della sua vita, il suo sogno: da candore dunque quella battuta che al commissario parve maligna.
Pag. 40
dariocet
Ha scritto il Dec 14, 2014, 17:52
Le sue mani erano diventate più agili e come moltiplicate, tutti i suoi sensi più acuti. Vibrava tutto in lui, come di una corda metallica sottile e tesa. L'atavico istinto contadino a diffidare, a vigilare, a sospettare, a prevedere il peggio e a ri...Continua
Pag. 59
dariocet
Ha scritto il Dec 14, 2014, 17:50
Padre Cricco lo fermò di un gesto. Disse: "Mi pare di conoscerla: lei è della mia parrocchia?" "Ma che parrocchia? Io non ho parrocchia" disse l'uomo; e uscì con gioiosa furia.
Pag. 65

Rosa
Ha scritto il Apr 05, 2017, 10:13
Caravaggio - Natività con i Santi Francesco e Lorenzo
Caravaggio - Natività con i Santi Francesco e Lorenzo

Biblioteca...
Ha scritto il Jan 04, 2016, 07:45
Collocazione: NR 751 (2 copie)

Rosa
Ha scritto il Apr 05, 2017, 10:13
L'italiano
Autore:
Rosa
Ha scritto il Apr 05, 2017, 10:05
Un guanto
Autore:

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi