Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Una testa mozzata

Di

Editore: Guanda

3.4
(793)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 245 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8860880823 | Isbn-13: 9788860880826 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Massimo Bocchiola

Disponibile anche come: Altri

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Una testa mozzata?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Una testa mozzata", ovvero l'amore secondo Irvine Welsh: una storia sboccatamente romantica, tragicamente spassosa e innocentemente matura, che l'autore di "Trainspotting" ambienta in un'anonima cittadina di una popolosa regione a nord di Edimburgo. A raccontarla in prima persona, alternando punti di vista e stili narrativi, sono i due protagonisti: Jason King e Jenni Cahill da Cowdenbeath, Fife centrale, Scozia. Lui, ventisei anni e poco più di un metro e mezzo d'altezza, ha archiviato le giovanili speranze di diventare un fantino professionista e si barcamena in un presente non troppo radioso da sottoccupato cronico e stella locale del subbuteo. Tra una partita e l'altra del "meraviglioso gioco da tavolo" e lavoretti più o meno leciti, Jason inganna la monotonia delle giornate di provincia ascoltando Cat Stevens, scolandosi quantità esagerate di Guinness e tampinando quasi ogni ragazza gli capiti a tiro. Da un po', però, a dare materia alle sue fantasie sono le morbide forme della dolce Jenni Cahill, la figlia danarosa di un discusso imprenditore della zona. Cavallerizza di scarso talento, con una passione per Marilyn Manson e vaghe aspirazioni suicide, lei non sembra tuttavia troppo entusiasta di ricambiare le attenzioni di quel "nanerottolo schifoso" di Jason. Ma si sa, le apparenze possono ingannare e al cuor non sempre si comanda, e saranno prima il caso e poi un tragico incidente a far scoprire ai due ragazzi di poter condividere qualcosa: il sogno di una nuova vita, lontana dal grigiore di ogni Cowdenbeath del mondo.
Ordina per
  • 4

    Non sarà...

    ...ai livelli di "Trainspotting", "Il lercio" e "Porno"... può darsi che può risultare più "morbido" perché droga e violenza sono tirate in causa molto ma molto di meno rispetto a tutti gli altri libri di Welsh... però devo ammettere che non è stata una brutta lettura. A me è piaciuto.
    Come al ...continua

    ...ai livelli di "Trainspotting", "Il lercio" e "Porno"... può darsi che può risultare più "morbido" perché droga e violenza sono tirate in causa molto ma molto di meno rispetto a tutti gli altri libri di Welsh... però devo ammettere che non è stata una brutta lettura. A me è piaciuto. Come al solito, i libri di Irvine li divoro in pochissimi giorni.

    ha scritto il 

  • 2

    Non lo so...dopo I Segreti Erotici questo Testa Mozzata mi ha deluso. L'ho trovato tirato via come se Welsh lo avesse dovuto scrivere per contratto o per pagare l'affitto. Un racconto lungo che mi ha lasciato deluso...personaggi che non mi hanno preso scritto (tradotto) un poco alla meno peggio.< ...continua

    Non lo so...dopo I Segreti Erotici questo Testa Mozzata mi ha deluso. L'ho trovato tirato via come se Welsh lo avesse dovuto scrivere per contratto o per pagare l'affitto. Un racconto lungo che mi ha lasciato deluso...personaggi che non mi hanno preso scritto (tradotto) un poco alla meno peggio.

    ha scritto il 

  • 3

    Stavolta Welsh non stupisce come sempre

    Il libro è sempre nel pieno dello stile di Welsh: linguaggio molto colorito, scene molto reali e crude ma talvolta al limite del grottesco.
    Non tutti i capitoli sono però dello stesso livello: la parte dell'incidente in moto è geniale. Manca un po' quella trama che ti invoglia voler leggere il r ...continua

    Il libro è sempre nel pieno dello stile di Welsh: linguaggio molto colorito, scene molto reali e crude ma talvolta al limite del grottesco. Non tutti i capitoli sono però dello stesso livello: la parte dell'incidente in moto è geniale. Manca un po' quella trama che ti invoglia voler leggere il romanzo tutto d'un fiato. Dopo la parte centrale il romanzo termina in netto calando.

    ha scritto il 

  • 4

    http://www.scaffalivirtuali.altervista.org/php5/index.php?bookid=376


    Certamente non è il suo miglior lavoro, non è il più ambizioso, non fa neanche parte del genere letterario in cui l'autore si è inserito con prepotenza, ma certamente la sorpresa che si ha leggendo questo libro è più che ...continua

    http://www.scaffalivirtuali.altervista.org/php5/index.php?bookid=376

    Certamente non è il suo miglior lavoro, non è il più ambizioso, non fa neanche parte del genere letterario in cui l'autore si è inserito con prepotenza, ma certamente la sorpresa che si ha leggendo questo libro è più che positiva. Del Welsh duro e crudo che i lettori trovano in parecchi libri qualcosa c'è, ma è solo un contorno, droga e degrado sociale sono solo la cornice attorno alla storia di Jason King, un emarginato sociale che vive con sussidio di disoccupazione e dedito alla guinness, e Jenni Cahill, figlia di un ricco imprenditore. La storia fra i due sembra impossibile per la diversa estrazione sociale, ma una serie di circostanze li portano a vivere situazioni che li avvicinano sempre più. Titolo azzeccatissimo per un libro che in certi momenti è un pugno sullo stomaco, in altri diventa esilarante. Per leggerlo ci vuole fegato, ma ne vale sicuramente la pena.

    ha scritto il 

  • 3

    Il libro non è niente di eccezionale ma il protagonista, Jason King, è un "tipo" così grottesco ed ironico che, nonostante il suo essere sboccato oltre ogni limite, gli si perdona tutto.

    ha scritto il 

  • 4

    "L’ultima volta ho commentato Tutto per una ragazza, di Nick Hornby, descrivendolo come un libro fresco e a tratti dolce sull’adolescenza, l’amore, i problemi che fanno crescere presto. Una testa mozzata di Welsh, sebbene condivida in parte la tematica (soprattutto per il rapporto di personaggi g ...continua

    "L’ultima volta ho commentato Tutto per una ragazza, di Nick Hornby, descrivendolo come un libro fresco e a tratti dolce sull’adolescenza, l’amore, i problemi che fanno crescere presto. Una testa mozzata di Welsh, sebbene condivida in parte la tematica (soprattutto per il rapporto di personaggi giovani con l’amore) è tutto su un altro piano. Se con Hornby avevamo un romanzo divertente, che fa sorridere, mai sboccato e sempre con una sorta di pudore adolescenziale, qui abbiamo invece un linguaggio che sfocia spesso nel volgare, che non lesina sui dettagli anche più scabrosi e che presenta personaggi molto più smaliziati."

    Recensione a cura di Alessia Heartilly su http://www.amazingreaders.net/narrativa/testa-mozzata-irvine-welsh

    ha scritto il 

  • 3

    Così così

    Fatico a maltrattare un autore che apprezzo...però però però dietro questo romanzo ci sono poche delle geniali intuizioni che ce lo fanno solitamente amare, molto turpiloquio (piuttosto divertente in molti casi) e un happy ending un po' fuori luogo. Insomma, si legge volentieri, e alcune parti so ...continua

    Fatico a maltrattare un autore che apprezzo...però però però dietro questo romanzo ci sono poche delle geniali intuizioni che ce lo fanno solitamente amare, molto turpiloquio (piuttosto divertente in molti casi) e un happy ending un po' fuori luogo. Insomma, si legge volentieri, e alcune parti sono godibili, ma il complesso fatica a reggere.

    ha scritto il 

Ordina per