Una visita guidata

Voto medio di 340
| 90 contributi totali di cui 85 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Alan Bennet dove meno ci si aspetterebbe di trovarlo: fra le sale della National Gallery, a raccontare grandi quadri - lui un cicerone diverso da qualsiasi altro, i lettori a ridere senza freni, come succede di ridere solo in classe o, appunto, alle ... Continua
Ha scritto il 30/10/16
pensavo a qualcosa di più intrigante. si, è figo, ma un figo come tanti, in più è inglese
  • 2 mi piace
  • 2 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 16/12/15
Inspiring
  • Rispondi
Ha scritto il 15/11/15
Oggi va di moda parlare di storia dell’arte infilzando spiritosaggini: e neanche Alan Bennett, nominato nel 1993 trustee della National Gallery di Londra, riesce a resistere all’andazzo dei nostri tempi; anzi, v’indulge in modo particolarmente ..." Continua...
  • 13 mi piace
  • 3 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 12/04/15
VEDI"SCRITTO SUL CORPO" E "L'IMBARAZZO DELLA SCELTA"
Pag.43 - 8.00 euro cm10x15 conferenza .... in quarta di copertina "...................i lettori a ridere senza freni,come succede di ridere solo in classe o,appunto,alle visite guidate"non è vero,al più qualche sorriso.Anche qui voto di ..." Continua...
  • 12 mi piace
  • 9 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 10/07/14
Conclusa la brevissima lettura di questo brevissimo libretto, la prima domanda che ci si fa è perché la quarta di copertina reciti «Alan Bennett, dove meno ci si aspetterebbe di trovarlo: fra le sale della National Gallery, a raccontare grandi ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi

Ha scritto il Mar 05, 2013, 17:54
A volte, leggendo un libro - un romanzo, ad esempio - , ci imbattiamo in un pensiero o in un sentimento che abbiamo provato anche noi, però non ne avevamo mai parlato con nessuno, credendo che si trattasse di un fatto del tutto personale. Poi lo ... Continua...
Pag. 37
  • Rispondi
Ha scritto il May 27, 2008, 20:10
"Solo quello che vedi con la coda dell'occhio ti tocca nel profondo"
Pag. 17
  • Rispondi
Ha scritto il May 27, 2008, 20:10
Come i dossi di rallentamento sulla strada, l'iconografia ci costringe a frenare, e quindi a rimanere sul dipinto con una certa attenzione, e allora, come effetto collaterale, la bellezza del quadro, difficile da affrontare direttamente, comincia a ... Continua...
Pag. 17
  • Rispondi
Ha scritto il May 27, 2008, 20:09
I quadri influiscono fisicamente sulle persone che li guardano.
Pag. 12
  • Rispondi
Ha scritto il May 27, 2008, 20:08
Tutta l'arte aspira alla condizione di musica.
Pag. 12
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi