Una vita bipolare

Voto medio di 117
| 29 contributi totali di cui 27 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Quando Marya Hornbacher pubblicò il suo primo libro, "Sprecata: Autobiografia di un'anoressica bulimica che è tornata alla vita", non conosceva ancora la causa profonda della sua infelicità. Poi, a ventiquattro anni, le fu diagnosticata una forma ... Continua
Ha scritto il 02/02/14
In Una vita bipolare vi è il racconto della malattia di Marya.Segnata sin dall'infanzia da repentini cambi d'umore, da insonnia ed iperattività, da un ambiente familiare in cui alcol e depressione sono sempre presenti poiché anche il padre è ...Continua
  • 1 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 27/09/13
Lelia:
Ho trovato questo libro per caso, mentre stavo cercando "Sprecata", della stessa autrice.Non c'è bisogno di dirvi che è un libro durissimo, se avete letto la sinossi l'avrete già capito.Ho trovato interessante il legame, a cui non avevo mai ...Continua
Ha scritto il 06/12/12
Bello, ma corre troppo veloce, come i pensieri della protagonista, che si accavallano fra di loro ed escono compulsivamente dalla mente. Bello, ma troppo ripetitivo. Bello, ma a metà non ce l'ho fatta più e gliel'ho data su -.-'
  • 1 mi piace
Ha scritto il 29/06/12
Avevo letto "Sprecata" da adolescente, tanti anni fa. Con enorme piacere ho letto adesso "Una vita bipolare". Marya Hornbacher è sempre sorprendente per la dinamicità della sua narrazione, i brani diretti e il suo realismo. Inoltre lascia una ...Continua
Ha scritto il 06/12/11
Una coraggiosissima testimonianza della vita di una ragazza affetta dal disturbo bipolare di tipo uno, un disturbo dell'umore caratterizzato da fasi depressive e fasi maniacali (euforia) di cui soffre fin da bambina. Il racconto è capace di ...Continua
  • 3 mi piace

Ha scritto il Apr 06, 2010, 20:40
Niente va abbastanza veloce. A scuola, gli insegnanti parlano come se avessero la bocca piena di melassa. I loro arti si muovono lentamente. Quando punta il dito per chiamare qualcuno, l'insegnante solleva il braccio come se pesasse mezza ...Continua
Pag. 32
Ha scritto il Apr 06, 2010, 20:34
Tutte le sere, vado alle mie riunioni di alcolisti e mormoro il mio nome mentre ci disponiamo in cerchio. Quando mi siedo nel mio piccolo gruppo, mi spremo le meningi per trovare qualcosa da dire, ma non mi viene niente. Ho l'impressione che se ...Continua
Pag. 181

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi