Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Una volta l'Argentina

By Andres Neuman

(81)

| Hardcover | 9788862203135

Like Una volta l'Argentina ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Se in ogni vita si celano molti romanzi, quante vite si nascondono in questo! .Una volta l'Argentina. racconta la storia della famiglia di Andrés Neuman, una stirpe incantevole e variopinta, arrivata da ogni parte del mondo in un Paese letteralmente Continue

Se in ogni vita si celano molti romanzi, quante vite si nascondono in questo! .Una volta l'Argentina. racconta la storia della famiglia di Andrés Neuman, una stirpe incantevole e variopinta, arrivata da ogni parte del mondo in un Paese letteralmente costruito dai milioni di immigrati. Capostipiti, il russo Jacobo, nato sotto gli zar, e René, scultore eretico che lasciò la Francia con la moglie Louise Bianche per un remoto villaggio dell'Argentina del nord. Metà creature di fantasia metà donne e uomini in carne e ossa, al cospetto dei suoi ascendenti la penna di Neuman mantiene assieme tenerezza e lucidità: ne risulta il racconto personale di un Paese che è un mondo intero, con le sue mille tragedie e resurrezioni, e di un secolo lunghissimo, il tremendo Novecento, corso via troppo veloce perché ci accorgessimo di quanto lontano ci stava portando. Con una delicatezza e un'intensità rare, combinando elegia, tragedia e umorismo, Neuman dispiega di fronte ai nostri occhi una genealogia reale e fantastica, in un romanzo storico e di formazione.

12 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Argentina memory

    Abbastanza deludente: le mie aspettative sui libri che parlano dell'Argentina, in termini di memorie di famiglia e di storia della società, sono sempre molto alte e devo dire che anche le critiche avevano parlato di questo libro come portatore di una ...(continue)

    Abbastanza deludente: le mie aspettative sui libri che parlano dell'Argentina, in termini di memorie di famiglia e di storia della società, sono sempre molto alte e devo dire che anche le critiche avevano parlato di questo libro come portatore di una prosa tipica dei grandi classici. Invece no; Neuman fa emergere la sua memoria e scrive ciò che ricorda senza usare schemi cronologici ma le sue emozioni e suggestioni. Tutto legittimo ma per me il frutto è acerbo e insapore.

    Is this helpful?

    Cris said on Sep 2, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ho preso questo libro per cercare di capire meglio la storia dell'Argentina e perchè del giovanissimo autore se ne parla un gran bene. In effetti Andrés Neuman è un giovane scrittore brillante, ma in questo caso il suo talento non emerge del tutto. I ...(continue)

    Ho preso questo libro per cercare di capire meglio la storia dell'Argentina e perchè del giovanissimo autore se ne parla un gran bene. In effetti Andrés Neuman è un giovane scrittore brillante, ma in questo caso il suo talento non emerge del tutto. Il libro è piuttosto noioso: parte bene, ma poi si perde nei ricordi della saga famigliare senza seguire un filo logico. Inoltre pezzi di storia argentina compaiono improvvisamente, per poi scomparire così come sono arrivati, senza permetterci di comprenderli davvero.

    Is this helpful?

    La_Ila said on Apr 19, 2012 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    Una scoperta questo giovane scrittore sollecitata dalle molte recensioni lette tra gli scaffali di un mio stimolante vicino qui in anobii.
    Il soggetto può sembrare obsoleto e banale. Una biografia, la riscostruzione della storia di una famiglia a par ...(continue)

    Una scoperta questo giovane scrittore sollecitata dalle molte recensioni lette tra gli scaffali di un mio stimolante vicino qui in anobii.
    Il soggetto può sembrare obsoleto e banale. Una biografia, la riscostruzione della storia di una famiglia a partire dalla generazione dei bisnonni fino ad arrivare a quella dell'io narrante. Spostamenti geografici incredibili dall'Europa (luogo di nascita dei bisnonni appunto) all'Argentina e ritorno in Europa.
    Tutto sotto la pressione di dittature, di guerre, di impossibilità di vivere e di respirare. Mutamenti e capovolgimenti di fronte della Storia che coinvolgono e modificano la storia.
    Un intreccio nel tempo, Neuman si sposta dal ricordo di se, dei nonni, dei bisnonni, di quello che gli hanno raccontato, di quello che ha ricostruito da foto, documenti e quadri della sua famiglia, avanti ed indietro, senza una logica temporale, ma solo con un ricordo che si aggrappa all'altro così come le ciligie: una tira l'altra inevitabilmente fino a quando non si pensa che siano finite.
    Le storie e i ricordi non possono non intrecciarsi poi con quanto accade nell'Argentina della seconda metà del novecento, ed anche in questo Neuman è bravo. Non cede infatti alla pedante ricostruzione storica, ma di nuovo attinge al ricordo, ai ricordi di quanto vedeva accadere in famglia, o di ciò che gli hanno poi raccontato e poi ancora di se ragazzo capace di comprendere solo in maniera istintuale e parziale cosa stesse accadendo e perchè gli venisse chiesto di fare una cernita dei suoi libri, dei suoi giochi, dei suoi vestiti per poter partire con un bagaglio leggero.
    Ma non è solo la storia, ma soprattutto i ricordi e il loro riemergere con una necessità impellente e la loro richiesta di diventare testimonianza e narrazione, ad essere l'elemento del libro, che di fatto si apre con il quesito di cosa siano i ricordi, del perchè ricordiamo e perchè a volte facciano tanto male o a volte come riescano ad essere consolatori.
    Neuman non ha una risposta, si limita a narrare con maestria, lasciando i ricordi fluire, ma è chiaro che sta rispondendo alla necessità di posizionarsi nella storia, di restituire una dignità a chi lo ha preceduto e che gli ha consentito con il suo piccolo o grande contributo, con il suo piccolo o grande sacrificio, con il suo piccolo o grande sogno, realizzato o meno, con il suo esserci sempre e comunque, di essere l'uomo che ora è.
    E questa è solo una risposta parziale sul perchè si ricordi. Anche io non lo so bene. So che non si può rinunciare al ricordo e alla memoria perchè nessuno di noi può rinunciare alla storia che gli ha consentito di esserci.

    Is this helpful?

    spalluzza said on Mar 21, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    A me la letteratura latinoamericana è sempre piaciuta, scoprire paesi ricchi di storia, che nel Novecento hanno subito dittature, sconvolgimenti e sono stati laboratori di Democrazie ha sempre scatenato in me un fascino irresistibile. Dell'Argentina ...(continue)

    A me la letteratura latinoamericana è sempre piaciuta, scoprire paesi ricchi di storia, che nel Novecento hanno subito dittature, sconvolgimenti e sono stati laboratori di Democrazie ha sempre scatenato in me un fascino irresistibile. Dell'Argentina e della sua storia non conoscevo nulla, è arrivato questo libro ad aprirmi gli occhi e la mente. E così scopri che quel popolo è un insieme di tanti popoli, di tante culture di tante religioni, che quella terra ha accolto le persone più disparate offrendo loro una possibilità. Ma ha anche sofferto una delle dittature più nascoste e cruente dell'America del Sud e che grazie al calcio e alla vittoria ai Mondiali del 1978 è passata in secondo piano. Andrés Neuman scrive benissimo e riannodamdo il filo della sua famiglia ci racconta la storia di una terra.

    Is this helpful?

    Dario said on Mar 12, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il libro è composto da una serie di episodi che ripercorrono un secolo di storia della famiglia dell'autore. Nonostante alcuni brani molto coinvolgenti, in particolare quelli relativi all'infanzia del protagonista, i vari racconti risultano poco conc ...(continue)

    Il libro è composto da una serie di episodi che ripercorrono un secolo di storia della famiglia dell'autore. Nonostante alcuni brani molto coinvolgenti, in particolare quelli relativi all'infanzia del protagonista, i vari racconti risultano poco concatenati e non riescono a creare una visione omogenea delle vicende della famiglia.

    Is this helpful?

    Ema said on Feb 4, 2012 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    l'ho trovato un libro scritto bene, anche se non l'hotrovato nè interessante nè avvincete

    Is this helpful?

    Deborah said on Oct 27, 2011 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (81)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Hardcover 253 Pages
  • ISBN-10: 8862203136
  • ISBN-13: 9788862203135
  • Publisher: Ponte alle Grazie
  • Publish date: 2011-01-01
Improve_data of this book