Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Suchen Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Und Nietzsche Weinte

By

Verleger: Wilhelm Goldmann Verlag GmbH

4.3
(945)

Language:Deutsch | Number of Seiten: 447 | Format: Paperback | In einer anderen Sprache: (Andere Sprachen) English , Chi traditional , Spanish , Italian , Portuguese , French , Chi simplified

Isbn-10: 3442720117 | Isbn-13: 9783442720118 | Publish date: 

Auch verfügbar als: Hardcover

Category: Fiction & Literature , Health, Mind & Body , Philosophy

Do you like Und Nietzsche Weinte ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Anmeldung kostenlos
Buchbeschreibung
Sorting by
  • 5

    Le lacrime di Nietzsche

    Questo è' il terzo libro che ho letto di yalom
    L'ho iniziato a maggio, man mano vhe andavo avanti non riuscivo a mettere bene a fuoco il tutto, l'ho abbandonato per poi riprenderlo in mano un mesetto fa.
    Forse a maggio non ero predisposto alla lettura, perché quando l'ho ripreso in mano l'ho div ...weiter

    Questo è' il terzo libro che ho letto di yalom L'ho iniziato a maggio, man mano vhe andavo avanti non riuscivo a mettere bene a fuoco il tutto, l'ho abbandonato per poi riprenderlo in mano un mesetto fa. Forse a maggio non ero predisposto alla lettura, perché quando l'ho ripreso in mano l'ho divorato , pagina dopo pagina. Yalom non poteva deludermi,dopo i primi due, infatti anche questo un grandissimo libro!

    gesagt am 

  • 5

    'Tutti i pensatori di rango contemplano la possibilità del suicidio, è un conforto che ci aiuta a superare la notte'

    Si Nietzsche sei tu il mio cervello gemello.
    Lo capii subito, appena ti sedesti al mio banco in quel quinto liceo, in quel tempo in cui cominciavo a vedere il mondo troppo lontano da me.
    Io ti amai subito, fosti il primo uomo che mi diede la forza di parlare davanti ad un pubblico, di correre in ...weiter

    Si Nietzsche sei tu il mio cervello gemello. Lo capii subito, appena ti sedesti al mio banco in quel quinto liceo, in quel tempo in cui cominciavo a vedere il mondo troppo lontano da me. Io ti amai subito, fosti il primo uomo che mi diede la forza di parlare davanti ad un pubblico, di correre in tua difesa, di regalarmi pensieri continui e stupore e meraviglia e bellezza e comprensione. Io ti amai e ti persi nell'attimo esatto in cui lascia quel banco e non ebbi il coraggio di quella scelta filosofica. 'Ma gli amori fanno dei giri immensi e poi ritornano', e sei tornato. In lacrime eppur sempre maledettamente affascinante.

    Le pagine regalano pillole del pensiero di Nietzsche, in un immaginario dialogo con Breuer.

    'Se traggo un qualche vantaggio da tanta pena? E' proprio la domanda su cui vado riflettendo da molti anni. E forse la risposta è ''si''. Ne traggo vantaggio in due modi. Voi avanzate l'ipotesi che i miei attacchi di emicrania siano provocati dallo stress, ma a volte è vero il contrario, cioè che gli attacchi fanno dissolvere lo stress.Il mio lavoro è stressante. Mi impone di affrontare la faccia oscura dell'esistenza, e di conseguenza l'attacco di emicrania, per quanto tremendo, potrebbe essere una convulsione purificatrice che mi consente di tirare avanti. A emanciparmi è stata la mia malattia. La mia malattia mi ha anche posto di fronte all'eventualità della morte. Per qualche tempo sono stato convinto di avere un male incurabile, che mi avrebbe ucciso in giovane età. Divieni ciò che sei, tutto ciò che non mi uccide mi rafforza. E in tal modo non faccio che ripetere: ''Il mio male è una benedizione'''.

    Il tuo male è il mio male, tu sei la mia benedizione.

    gesagt am 

  • 4

    Un immaginario incontro tra personaggi famosi realmente esistiti; il dottor Joseph Breuer e il filosofo Friedrich Nietzsche. Il tutto si svolge in circa due mesi dove vi è un forte scambio di opinioni tra il medico e il filosofo che assumono, vicendevolmente, la parte del paziente da curare da pr ...weiter

    Un immaginario incontro tra personaggi famosi realmente esistiti; il dottor Joseph Breuer e il filosofo Friedrich Nietzsche. Il tutto si svolge in circa due mesi dove vi è un forte scambio di opinioni tra il medico e il filosofo che assumono, vicendevolmente, la parte del paziente da curare da problemi simili a nevrosi. In questo dualismo intellettuale è di contorno la figura di Sigmund Freud, ancora agli albori della sua famosa psicoanalisi. Un romanzo-saggio che mette "a nudo" i meandri nascosti e inconsci della mente umana.

    gesagt am 

  • 3

    Rispetto alla 'La cura Schopenhauer' che avevo trovato molto bello e appassionante, questo non ha avuto lo stesso effetto sebbene sempre ben scritto e curato nella dinamica.

    gesagt am 

  • 4

    Opera di fantasia, basato però su personaggi e fatti storici documentati, questo romanzo si è rivelato davvero un'interessante sorpresa, anche per gli interessanti spunti di riflessione filosofica che offre al lettore

    gesagt am 

  • 4

    Molto bello, soprattutto all'inizio.. In là con le pagine però si appesantisce un po', avrei dato 5 stelle se fosse stato 50 pagine di meno. Ad ogni modo, per un appassionato di psicoanalisi come me, si è rivelata una storia molto piacevole, seppur del tutto inventata!

    gesagt am 

  • 3

    Confesso que foi um livro difícil de ler, achei muito maçudo e repetitivo.
    O que mais me entusiasmou foi o final, pois o livro parecia que não andava para a frente, anda constantemente em volta do mesmo sítio e estava difícil de sair de lá.
    Realmente não sei o que me fez trazer o livro da bibliot ...weiter

    Confesso que foi um livro difícil de ler, achei muito maçudo e repetitivo. O que mais me entusiasmou foi o final, pois o livro parecia que não andava para a frente, anda constantemente em volta do mesmo sítio e estava difícil de sair de lá. Realmente não sei o que me fez trazer o livro da biblioteca, ainda há lá outro do mesmo autor, mas sinceramente não sei se me atrevo a trazê-lo.

    gesagt am 

  • 4

    Inizio con una negazione, ma per non incorrere in fraintendimenti legati al titolo: non è un libro di filosofia. Nietzsche è un uomo in preda all'angoscia e alla depressione e su questo tema si sviluppa il libro che a mio parere vuole essere una "dimostrazione pratica" e molto umana del percorso ...weiter

    Inizio con una negazione, ma per non incorrere in fraintendimenti legati al titolo: non è un libro di filosofia. Nietzsche è un uomo in preda all'angoscia e alla depressione e su questo tema si sviluppa il libro che a mio parere vuole essere una "dimostrazione pratica" e molto umana del percorso psicoanalitico.

    I personaggi storici che popolano la narrazione e lo stesso protagonista, Breuer, portano all'interno del romanzo alcuni contributi della loro brillante carriera da cui però si sviluppa una storia indipendente, inventata. Il metodo analitico seguito da Breuer che nella realtà si è "fermato" ad Anna O. senza proseguire nella ricerca per la cura delle isteriche, si articola e si sviluppa acquisendo già contributi che sarebbero stati di Freud (i sogni) e di Ferenczi (empatia nella relazione analitica).

    La ricchezza che trasmette deriva dall'amore del medico-neo psicoanalista che mette in gioco sé stesso per trovare una cura efficace o almeno di sollievo. Ed è proprio questa la magia: nell'unità di due anime che si sostengono e si mettono a nudo (oggi non è proprio così ma empatia e ascolto rimangono fondamentali), negli sforzi e nell'impegno che due uomini "potenti" -come direbbe Nietzsche- e fragili mettono in campo per capirsi e perdonarsi.

    gesagt am 

Sorting by