Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Suchen Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Und Nietzsche Weinte

By

Verleger: Wilhelm Goldmann Verlag GmbH

4.3
(968)

Language:Deutsch | Number of Seiten: 447 | Format: Paperback | In einer anderen Sprache: (Andere Sprachen) English , Chi traditional , Spanish , Italian , Portuguese , French , Chi simplified

Isbn-10: 3442720117 | Isbn-13: 9783442720118 | Publish date: 

Auch verfügbar als: Hardcover

Category: Fiction & Literature , Health, Mind & Body , Philosophy

Do you like Und Nietzsche Weinte ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Anmeldung kostenlos
Buchbeschreibung
Sorting by
  • 4

    Le lacrime di Nietzsche

    Un libro pieno di spunti di riflessione.
    Ti senti come catapultato nel bel mezzo di una seduta psicoanalitica con pensatori d'eccezione.
    E, sul finire, come sotto ipnosi scopri che molte delle tue domande sono quelle dell'umanità intera.

    gesagt am 

  • 3

    Non che sia brutto. Vi si impara anche qualcosa. Ma per i miei gusti è un po' troppo pedagogico e non mi è risultato del tutto credibile. Voto:7

    gesagt am 

  • 4

    Io l'ho trovato un romanzo interessante e scorrevole - a patto che interessino la filosofia e il metodo psicoterapeutico (in questo contesto, ante litteram). Un libro creativo, a tratti buffo, tenero e talvolta fastidioso, in cui la baffuta figura di Nietzsche emerge in modo credibile e profondam ...weiter

    Io l'ho trovato un romanzo interessante e scorrevole - a patto che interessino la filosofia e il metodo psicoterapeutico (in questo contesto, ante litteram). Un libro creativo, a tratti buffo, tenero e talvolta fastidioso, in cui la baffuta figura di Nietzsche emerge in modo credibile e profondamente umano dal racconto del dottor Breuer. L'inizio è vivace e intrigante, ma sono la ultime 100 pagine ad essere più coinvolgenti, capaci di dar senso al titolo del romanzo in una maniera non retorica e soprattutto coerente con la storia e la struttura dei personaggi.

    gesagt am 

  • 5

    emozionante e stupendo

    "l'unico modo per salvare un matrimonio è rinuncirci". Una delle tue affermazioni più criptiche....Nietzsche aggiunse: "intendevo soltanto che, per porsi in un rapporto totale con un altra persona, bisogna prima porsi in rapporto con se stessi. Se non sappiamo abbracciare la nostra solitudine, us ...weiter

    "l'unico modo per salvare un matrimonio è rinuncirci". Una delle tue affermazioni più criptiche....Nietzsche aggiunse: "intendevo soltanto che, per porsi in un rapporto totale con un altra persona, bisogna prima porsi in rapporto con se stessi. Se non sappiamo abbracciare la nostra solitudine, useremo gli altri semplicemente come unoscudo nei confronti dell'isolamento.Soltanto se si sa vivere soli come un'aquila-senza alcun pubblico-ci si può volgere con animo innamorato a un altra persona; soltanto allora ci si può preoccupare dell'espansione dell'altro. Ergo se non si è capaci di rinunciare a un matrimonio, tale matrimonio è condannato"

    gesagt am 

  • 5

    Le lacrime di Nietzsche

    Questo è' il terzo libro che ho letto di yalom
    L'ho iniziato a maggio, man mano vhe andavo avanti non riuscivo a mettere bene a fuoco il tutto, l'ho abbandonato per poi riprenderlo in mano un mesetto fa.
    Forse a maggio non ero predisposto alla lettura, perché quando l'ho ripreso in ma ...weiter

    Questo è' il terzo libro che ho letto di yalom
    L'ho iniziato a maggio, man mano vhe andavo avanti non riuscivo a mettere bene a fuoco il tutto, l'ho abbandonato per poi riprenderlo in mano un mesetto fa.
    Forse a maggio non ero predisposto alla lettura, perché quando l'ho ripreso in mano l'ho divorato , pagina dopo pagina.
    Yalom non poteva deludermi,dopo i primi due, infatti anche questo un grandissimo libro!

    gesagt am 

  • 5

    'Tutti i pensatori di rango contemplano la possibilità del suicidio, è un conforto che ci aiuta a superare la notte'

    Si Nietzsche sei tu il mio cervello gemello.
    Lo capii subito, appena ti sedesti al mio banco in quel quinto liceo, in quel tempo in cui cominciavo a vedere il mondo troppo lontano da me.
    Io ti amai subito, fosti il primo uomo che mi diede la forza di parlare davanti ad un pubblico, di ...weiter

    Si Nietzsche sei tu il mio cervello gemello.
    Lo capii subito, appena ti sedesti al mio banco in quel quinto liceo, in quel tempo in cui cominciavo a vedere il mondo troppo lontano da me.
    Io ti amai subito, fosti il primo uomo che mi diede la forza di parlare davanti ad un pubblico, di correre in tua difesa, di regalarmi pensieri continui e stupore e meraviglia e bellezza e comprensione.
    Io ti amai e ti persi nell'attimo esatto in cui lascia quel banco e non ebbi il coraggio di quella scelta filosofica.
    'Ma gli amori fanno dei giri immensi e poi ritornano', e sei tornato. In lacrime eppur sempre maledettamente affascinante.

    Le pagine regalano pillole del pensiero di Nietzsche, in un immaginario dialogo con Breuer.

    'Se traggo un qualche vantaggio da tanta pena? E' proprio la domanda su cui vado riflettendo da molti anni. E forse la risposta è ''si''. Ne traggo vantaggio in due modi. Voi avanzate l'ipotesi che i miei attacchi di emicrania siano provocati dallo stress, ma a volte è vero il contrario, cioè che gli attacchi fanno dissolvere lo stress.Il mio lavoro è stressante. Mi impone di affrontare la faccia oscura dell'esistenza, e di conseguenza l'attacco di emicrania, per quanto tremendo, potrebbe essere una convulsione purificatrice che mi consente di tirare avanti.
    A emanciparmi è stata la mia malattia. La mia malattia mi ha anche posto di fronte all'eventualità della morte. Per qualche tempo sono stato convinto di avere un male incurabile, che mi avrebbe ucciso in giovane età.
    Divieni ciò che sei, tutto ciò che non mi uccide mi rafforza. E in tal modo non faccio che ripetere: ''Il mio male è una benedizione'''.

    Il tuo male è il mio male, tu sei la mia benedizione.

    gesagt am 

  • 4

    Un immaginario incontro tra personaggi famosi realmente esistiti; il dottor Joseph Breuer e il filosofo Friedrich Nietzsche. Il tutto si svolge in circa due mesi dove vi è un forte scambio di opinioni tra il medico e il filosofo che assumono, vicendevolmente, la parte del paziente da curare da pr ...weiter

    Un immaginario incontro tra personaggi famosi realmente esistiti; il dottor Joseph Breuer e il filosofo Friedrich Nietzsche. Il tutto si svolge in circa due mesi dove vi è un forte scambio di opinioni tra il medico e il filosofo che assumono, vicendevolmente, la parte del paziente da curare da problemi simili a nevrosi. In questo dualismo intellettuale è di contorno la figura di Sigmund Freud, ancora agli albori della sua famosa psicoanalisi. Un romanzo-saggio che mette "a nudo" i meandri nascosti e inconsci della mente umana.

    gesagt am 

  • 3

    Rispetto alla 'La cura Schopenhauer' che avevo trovato molto bello e appassionante, questo non ha avuto lo stesso effetto sebbene sempre ben scritto e curato nella dinamica.

    gesagt am 

Sorting by