Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Under the Dome

By

Publisher: Scribner

3.9
(3163)

Language:English | Number of Pages: 1088 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Italian , Dutch , Spanish , German , Polish , Czech , Swedish , Hungarian , Portuguese , Chi traditional

Isbn-10: 1439148503 | Isbn-13: 9781439148501 | Publish date: 

Also available as: Audio CD , Paperback , eBook

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Do you like Under the Dome ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
On an entirely normal, beautiful fall day in Chester’s Mills, Maine, the town is inexplicably and suddenly sealed off from the rest of the world by an invisible force field. Planes crash into it and fall from the sky in flaming wreckage, a gardener’s hand is severed as “the dome” comes down on it, people running errands in the neighboring town are divided from their families, and cars explode on impact. No one can fathom what this barrier is, where it came from, and when—or if—it will go away.

Dale Barbara, Iraq vet and now a short-order cook, finds himself teamed with a few intrepid citizens—town newspaper owner Julia Shumway, a physician’s assistant at the hospital, a select-woman, and three brave kids. Against them stands Big Jim Rennie, a politician who will stop at nothing—even murder—to hold the reins of power, and his son, who is keeping a horrible secret in a dark pantry. But their main adversary is the Dome itself. Because time isn’t just short. It’s running out.

Sorting by
  • 3

    il bene ed il male, lo scontro. come nell'ombra dello scorpione. la differenza e' che qui siamo gomito a gomito, in un ambiente chiuso, un ring isolato dal resto del mondo. ci sono quelli che sono sta ...continue

    il bene ed il male, lo scontro. come nell'ombra dello scorpione. la differenza e' che qui siamo gomito a gomito, in un ambiente chiuso, un ring isolato dal resto del mondo. ci sono quelli che sono stati sopraffatti dal male, e non fanno altro che proseguire nel loro cammino malvagio. ci sono quelli che sono comunque stati lambiti dal male, il male li ha toccati, li ha tentati, ma ne hanno colto insegnamento, l'hanno combattuto ed hanno cambiato strada. 1000+ pagine dalla penna del Re per entrare in un incubo. quando ne sei dentro, vuoi arrivare in fondo e non ti stacchi piu'.

    said on 

  • 3

    Dico subito che la fine nn mi è piaciuta molto però il libro è bellissimo, fa subito capire la situazione critica che si vive sotto la cupola.Chi si lamenta del fatto che la serie TV sia diversa, e co ...continue

    Dico subito che la fine nn mi è piaciuta molto però il libro è bellissimo, fa subito capire la situazione critica che si vive sotto la cupola.Chi si lamenta del fatto che la serie TV sia diversa, e cose simili ... Merita di vivere per sempre sotto una cupola in modo che nn posso rompere le scatole al prossimo

    said on 

  • 4

    La Cúpula es una novela que contiene una complejidad y un factor psicológico impresionante. Puede que esté catalogada como ciencia ficción -ya que tiene elementos de ese género- pero a mí lo que más m ...continue

    La Cúpula es una novela que contiene una complejidad y un factor psicológico impresionante. Puede que esté catalogada como ciencia ficción -ya que tiene elementos de ese género- pero a mí lo que más me ha impresionado es el realismo que impregna sus páginas, sobre todo en relación a cómo las situaciones límite consiguen sacar lo mejor y lo peor de las personas. No os dejéis intimidar por su grosor porque esta novela merece mucho la pena.

    http://lavidasecretadeloslibros.blogspot.com.es/2015/07/resena-la-cupula-de-stephen-king.html

    said on 

  • 5

    Ho preso in mano il libro incuriosita dalla serie TV che, per molti motivi, mi aveva preso in modo particolare. Passato il primo momento di spaesamento dovuto al fatto che già dalle prime pagine è chi ...continue

    Ho preso in mano il libro incuriosita dalla serie TV che, per molti motivi, mi aveva preso in modo particolare. Passato il primo momento di spaesamento dovuto al fatto che già dalle prime pagine è chiaro che la serieTV ha preso una strada completamente differente dal libro, mi sono lasciata prendere dal racconto che parte subito e procede spedito per svariate pagine (non ricordo di preciso, ma alla prima lettura avevo calcolato che nella prima sessantina di pagine si procede con una media di un morto ogni 4/5 pagine, per dire).
    Andando avanti il ritmo si stabilizza, in alcuni casi rallenta molto, in altri punti, invece riparte di colpo in modo quasi traumatico per poi tornare all'angoscia "di base" che caratterizza quasi tutto il libro. Un po' alla volta compare tutta la schiera dei personaggi che sono un'infinità (va da sè, visto il bisogno di caratterizzare una cittadina intera), la valanga di nomi inizialmente può spaventare, ma i personaggi più importanti sono ben distinti fra loro (il racconto si giostra fra diversi punti di vista e, almeno nel mio caso, ero in grado di capire nella testa di quale personaggio si era già solo da come era gestito il racconto, quasi non c'era bisogno dei nomi) e quelli secondari sono facili da associare alle colonne portanti, per così dire, senza confondersi troppo.
    Una volta ambientata del tutto in uno scenario e fra personaggi diversi da quelli che mi ero aspettata, ho letteralmente divorato il libro in pochi giorni, leggendo per ore di fila... e i miei esami universitari me la faranno pagare, ma sono dettagli anche questi.
    In realtà non so dire il perché delle cinque stelle.
    I difetti sono tanti, e me ne rendo conto, ma mi ha tenuto incollata alle pagine e, anche a lettura finita, mi ha lasciato qualcosa che mi ha fatto sentire il bisogno di riprenderlo in mano e di rileggerlo con più calma nemmeno un mese dopo e, sebbene il ricordo fosse ancora fresco, mi ha preso di nuovo alla gola, portandomi ancora a commuovermi dove mi ero commossa la prima volta e, niente, a me è piaciuto.
    L'unico chiarimento finale che mi sembra importante fare per dare una parvenza di utilità a questa recensione è di mettetervi l'animo in pace se come me siete arrivati al libro partendo dalla serie TV: questo libro NON è la serie TV.
    L'ha detto King, l'hanno detto i registi, l'hanno detto gli attori, l'ha detto chiunque l'abbia letto, ma puntualmente c'è qualcuno che inizia convinto di trovare la versione più approfondita della serie e per questo ci rimane male.
    NO.
    Le somiglianze ci sono, per carità, ma sono due cose diverse e come tali vanno viste.
    La serie TV compre un arco temporale di circa un mese (mi pare), il libro no; va da sè che la trama sia diversa.
    Anche i personaggi sono diversi: alcuni radicalmente, come Angie, Dodee, Sam, Ollie... (non mi sento minimamente colpevole di spoiler nel dirvi che Sam non è il giovane belloccio dagli occhi inquietanti, ma un vecchio ubriacone, così come Ollie non è un agricoltore stronzo, ma un ragazzino); altri sono diversi, anche se non sono stati stravolti del tutto, come Linda o Junior; in altri ancora si può riconoscere un "anima" uguale, ma comunque possono considerarsi al massimo cugini di secondo grado dei loro colleghi televisivi.
    (Sarebbe più corretto dire il contrario, lo so, ma mi è venuto più naturale esporlo così)
    Allo stesso modo ci sono personaggi che in TV non avete mai visto o che hanno al massimo fatto una comparsata, mentre mancano del tutto personaggi inventati nella versione televisiva.

    said on 

  • 2

    Sono rimasto molto deluso.
    Questo è il primo libro di King che vado a leggere, spinto dalla serie tv di cui sono fan. Ok, personaggi e alcune situazioni sono descritte benissimo solo che si parla dell ...continue

    Sono rimasto molto deluso.
    Questo è il primo libro di King che vado a leggere, spinto dalla serie tv di cui sono fan. Ok, personaggi e alcune situazioni sono descritte benissimo solo che si parla della cupola si e no per tre capitoli: uno all'inizio e due alla fine.

    said on 

  • 2

    l'arte della sintesi dimenticata

    scrivo ammettendo che questo è il mio primo romanzo firmato King (e un pò me ne vergogno!!!), ma non mi ha entusiasmato. troppe pagine, troppe parole, troppe ripetizioni per raccontare una storia fant ...continue

    scrivo ammettendo che questo è il mio primo romanzo firmato King (e un pò me ne vergogno!!!), ma non mi ha entusiasmato. troppe pagine, troppe parole, troppe ripetizioni per raccontare una storia fantascientifica che ne richiedeva davvero meno. e avrebbe funzionato lo stesso, anche meglio.
    mi ha stupito invece la capacità dello scrittore di descrivere e rappresentare benissimo il lato bestiale del genere umano, sempre pronto a mostrarsi sia nelle situazioni limite (come in questo romanzo) sia nel quotidiano quando il nostro interesse viene minacciato. poveri noi!

    said on 

  • 5

    Prevaricazione e pietà

    Troppo bello questo romanzo, confermo la mia ottima opinione su King!
    Mi è piaciuto anche il finale, nonostante abbia letto in molti commenti che è affrettato e deludente. Io l'ho trovato molto azzecc ...continue

    Troppo bello questo romanzo, confermo la mia ottima opinione su King!
    Mi è piaciuto anche il finale, nonostante abbia letto in molti commenti che è affrettato e deludente. Io l'ho trovato molto azzeccato e con una morale che mi è piaciuta e mi ha fatto riflettere.
    E' vero che i personaggi non hanno sfaccettature, sono o buoni o cattivi, ma credo che questo sia voluto perchè si vuole sottolineare come la cupola esasperi qualsiasi atteggiamento portandolo agli estremi, in positivo o in negativo.
    Se proprio devo trovare una critica, posso dire che in alcuni punti è un po' troppo prolisso, ma è un difetto che si perdona facilmente a mio parere.

    said on 

  • 4

    Di fronte a un tale numero di pagine ci si sente intimiditi ma se non è il primo approccio alla scrittura di King si è incentivati a intraprendere quest'avventura. E' decisamente un romanzo corale ma ...continue

    Di fronte a un tale numero di pagine ci si sente intimiditi ma se non è il primo approccio alla scrittura di King si è incentivati a intraprendere quest'avventura. E' decisamente un romanzo corale ma seppur molteplici, i differenti punti di vista assunti dal lettore hanno comunque alcuni personaggi fissi che permettono di non confondersi troppo e anche affezionarsi almeno a quelli buoni. La cupola aziona una sorta di domino che porta all'estremismo: chi era moderatamente buono ora diventa eroico e chi aveva una propensione per qualsiasi vizio vi possa venire in mente, ebbene vi si abbandona completamente. Non mi è affatto dispiaciuta questa netta distinzione tra le parti, mi ha riportata ai tempi delle favole dove non c'erano sfumature a caratterizzare l'animo altrui e seppur semplicistico questo aiutava nella comprensione degli altri. Il libro è un continuo sviluppo, la situazione si evolve molto velocemente e con anche colpi di scena decisamente imprevedibili ma apprezzabili. Se avevate iniziato la visione della serie televisiva, dopo la lettura del romanzo la abbandonerete perchè non ci sono paragoni!

    said on 

Sorting by