Underground

Racconto a più voci dell'attentato alla metropolitana di Tokyo

Voto medio di 1.276
| 99 contributi totali di cui 94 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
«Provate a immaginare. È il 20 marzo del 1995, un lunedí. Una bella mattina di sole primaverile. [...] Ieri era domenica, e domani - l'equinozio - sarà un giorno festivo. Magari potevate fare il ponte, forse avete anche pensato: "E se oggi non ... Continua
Ha scritto il 31/08/17
L'ho letto durante un viaggio in Giappone. Al di là del caso di cronaca, ahimè poco conosciuto in Occidente, Murakami ha messo in luce un limite della società giapponese: organizzatissimi, sì, ma dove non c'è una procedura, un protocollo, una ..." Continua...
  • 3 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 08/08/17
follia giapponese
lettura interessante, ottima l'idea di presentare i punti di vista di tante persone coinvolte. forse leggermente prolisso. incredibile pensare dove si possa arrivare quando ci si affida mani e piedi a fedi e ideologie (sempre da evitare quando hanno ..." Continua...
  • 3 commenti
Ha scritto il 21/01/17
Murakami riesce a mantenere sempre un certo rigore, anche quando si tratta di scrivere storie immergendosi direttamente nella vita reale. Il metodo, impeccabile, gli restituisce una dignità di narratore che ascolta e modella le storie con rispetto ..." Continua...
Ha scritto il 25/07/16
"Quando la vista mi si è oscurata, ricordo di aver pensato: che brutta cosa, morire cosí" Kōno Michiru, 53 anni
"Ma chi cerca un significato alla propria vita in un culto religioso, di solito non è un anormale. Non è un reietto sociale, non è un eccentrico. Si tratta di persone come ce ne sono tante, che vivono intorno a noi. Da un certo punto di vista ..." Continua...
Ha scritto il 03/07/16
pesante, tosto anche se un Po lento, sto finendo di leggerlo

Ha scritto il Feb 26, 2013, 21:01
Al mondo molta gente cerca la salvezza nella religione. Ma quando la religione ferisce e fa del male, allora dove la si può trovare, la salvezza?
Pag. 125
Ha scritto il Jun 14, 2011, 11:14
Quando si è cominciato ad abbottonare i bottoni nella maniera sbagliata? A che punto abbiamo saltato un'asola?
Pag. 274
  • 1 commento
Ha scritto il Apr 17, 2010, 23:21
I lettori probabilmente sapranno in quale maniera bizzarra e fantasiosa lavori la nostra memoria. Dice uno psicanalista che "la memoria umana è soltanto un'interpretazione personale degli eventi". Cioè attraverso il dispositivo della memoria ... Continua...
Pag. 282
  • 1 mi piace
Ha scritto il Apr 17, 2010, 23:18
Avete per caso consegnato una parte della vostra identità a qualcuno o qualcosa, e ricevuto in cambio una 'storia'? Avete forse affidato parte della vostra personalità a qualche ordine o sistema ? Se è così, quel sistema a un certo punto non vi ... Continua...
Pag. 281
Ha scritto il Apr 17, 2010, 23:14
Per una persona che nascesse su un'isola deserta e crescesse lì in solitudine, il concetto di autonomia non avrebbe senso. L'autonomia e la dipendenza sono come la luce e l'ombra, si calamitano con una forza d'attrazione spontanea ed è nel ... Continua...
Pag. 278

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi