Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Undici decimi

Di

Editore: Pequod Italics

3.2
(17)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 183 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8896506050 | Isbn-13: 9788896506059 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Ti piace Undici decimi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Scrive Claudio Magris nella quarta di copertina del volume “Undici decimi” : "Una singolare geologia dell'anima... Le vene delle antiche rocce - studiate, cercate, amate e spezzate a colpi di martello dal protagonista di questo romanzo, in un impulso di conoscenza che è anche involontaria distruzione di ciò che si analizza - diventano le vene in cui pulsano i desideri e le emozioni del cuore, i graffiti e le cicatrici incise nel profondo dalla crudeltà della vita, i minacciosi strati della terra pronti a franare in sismi devastanti... "
Ordina per
  • 4

    Che esordio...!!!

    Davvero bello questo libro di esordio di Alessio Torino. Una storia profonda, avvincente, ricca di suggestioni, che attraverso il ritratto superbo del protagonista - ma anche i bei personaggi di contorno - riesce a far passare oltre anche a qualche limite (certi passaggi della trama non sono molt ...continua

    Davvero bello questo libro di esordio di Alessio Torino. Una storia profonda, avvincente, ricca di suggestioni, che attraverso il ritratto superbo del protagonista - ma anche i bei personaggi di contorno - riesce a far passare oltre anche a qualche limite (certi passaggi della trama non sono molto chiari, così come l'interazione tra narrazione e ricordi del protagonista). Inoltre ci sono certe situazioni (il gruppo di muratori interetnico, l'assessore frustrato) che sono veramente gustose. Davvero un autore di belle speranze

    ha scritto il 

  • 0

    Una vista eccezionale

    Questo libro lo ha scritto una persona che stimo molto e ciò mi rende forse poco oggettivo. Preferisco quindi allegare non una mia recensione (lo farò più in là forse), ma un confronto tra amici nato da un articolo di Paolo Pegoraro sul blog di Bombacarta.


    http://www.bombacarta.com/2011/01 ...continua

    Questo libro lo ha scritto una persona che stimo molto e ciò mi rende forse poco oggettivo. Preferisco quindi allegare non una mia recensione (lo farò più in là forse), ma un confronto tra amici nato da un articolo di Paolo Pegoraro sul blog di Bombacarta.

    http://www.bombacarta.com/2011/01/24/%C2%ABarrivare-fin-qui-e-stata-una-gran-fatica-%C2%BB/

    ha scritto il 

  • 4

    un esordio di tutto rispetto

    Una lettura agile, ma non semplicistica, un buon uso dei flash back che tengono sempre alta l’attenzione. Una scrittura costantemente in bilico tra il dire abbastanza e non dire troppo. Mi piace. Sono anche raccontate bene le mie Marche, con i suoi tratti caratteristici (quale marchigiano di pae ...continua

    Una lettura agile, ma non semplicistica, un buon uso dei flash back che tengono sempre alta l’attenzione. Una scrittura costantemente in bilico tra il dire abbastanza e non dire troppo. Mi piace. Sono anche raccontate bene le mie Marche, con i suoi tratti caratteristici (quale marchigiano di paese non s’è mai sentito chiedere da un anziano “di chi sei figlio?” ) i motti, le prospettive. Uno scrittore molto interessante, da tenere d’occhio, per quanto mi riguarda.

    ha scritto il