Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Unico indizio la Luna piena

Di

Editore: CDE su licenza Longanesi

3.3
(757)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 141 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Francese , Olandese , Giapponese , Russo , Polacco , Ungherese

Isbn-10: A000005510 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Carlo Brera ; Illustratore o Matitista: Berni Wrightson

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Unico indizio la Luna piena?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    raccontino ino...

    un racconto che si svolge nei 12 mesi dell'anno, nato per un calendario poi confluito in un film... un reverendo lupone e un bambèn disabile che lo inchioda all'ultimo dell'anno...

    la cover è davvero orribile, ma la TEA non voleva proprio venderlo 'sto libro, vero?

    ha scritto il 

  • 4

    Una trama abbastanza banale viene trasformata da King in un avvincente romanzo breve (racconto lungo?), grazie ad una piacevole prosa retrò e a quell'impareggiabile capacità di dar vita a personaggi e piccole comunità

    ha scritto il 

  • 4

    Dopo anni di ricerca nelle bancarelle di libri usati, mi hanno passato questo libro in .pdf e sono riuscita a leggerlo. .. anzi, a divorarlo! Un racconto veloce in puro stile "primo King", che sembra quasi la bozza di quello che potrebbe essere un romanzo intrigante e spaventoso. Vale la pena anc ...continua

    Dopo anni di ricerca nelle bancarelle di libri usati, mi hanno passato questo libro in .pdf e sono riuscita a leggerlo. .. anzi, a divorarlo! Un racconto veloce in puro stile "primo King", che sembra quasi la bozza di quello che potrebbe essere un romanzo intrigante e spaventoso. Vale la pena anche solo per la prefazione, in cui il nostro zio Steve ci racconta qualcosa di sé e di come è nata l'idea alla base del libro.

    ha scritto il 

  • 4

    Libro nato dall’idea di un calendario: ogni mese corrispondeva a un mini racconto. Tutti i racconti legati tra loro, come brevi flash, che mostrano la vita di una cittadina quasi ogni mese sconvolta da atroci delitti che a quanto pare coinvolgono una strana bestia.
    Il racconto, nella sua in ...continua

    Libro nato dall’idea di un calendario: ogni mese corrispondeva a un mini racconto. Tutti i racconti legati tra loro, come brevi flash, che mostrano la vita di una cittadina quasi ogni mese sconvolta da atroci delitti che a quanto pare coinvolgono una strana bestia.
    Il racconto, nella sua interezza, è veramente molto bello, scorrevole e veloce da leggere (inoltre ci sono moltissimi disegni, anche questi molti evocativi).
    Ma quello che mi è piaciuto di più è la prefazione dell’autore: Stephen King ci parla non solo dell’opera che stiamo per leggere, ma anche del suo atteggiamento rispetto alla scrittura. E da lì capiamo perché 1) sforna tanti libri e 2) a volta sono capolavori e a volte ciofeche. King non dice mai di no (ricorda che la madre gli diceva che se fosse stata una ragazza sarebbe stata sempre incinta) e quando comincia un lavoro lo intende portare a termine, anche se non lo coinvolge più, non lo ispira più come prima.
    Veramente consigliato. So che non si trova facilmente, ma secondo me se andate in qualche mercatino dell’usato lo beccate.

    ha scritto il 

  • 4

    Es lo mas cercano a un cuento infantil que Stephen King va a escribir.Es una lectura agil que se puede leer en un dia,la secuencia que lleva la hace sumamente atractiva para ser llevada a la pantalla por Steven Spielberg en los años ochenta, una historia sumamente inocente que de no ser por las i ...continua

    Es lo mas cercano a un cuento infantil que Stephen King va a escribir.Es una lectura agil que se puede leer en un dia,la secuencia que lleva la hace sumamente atractiva para ser llevada a la pantalla por Steven Spielberg en los años ochenta, una historia sumamente inocente que de no ser por las imagenes violentas al final de cada mes,bien podria situarse en la seccion infantin que cualquier libreria. Ahora solo cabe esperar que Tim Burton la desarrolle en stop animation y se convierta al cine lo que es en lectura. Algo sumamente ligero y divertido

    ha scritto il 

  • 3

    Diciamo che per gli amanti di King credo non sia tra le opere più belle in assoluto, la storia molto semplice e corta...troppo cortaa! ecco perchè ho dato tre stelline, sarebbe stato bello avere in mano un bel romanzone con questa trama! Comunque sia, l'ho trovato piacevole, la prosa di King si s ...continua

    Diciamo che per gli amanti di King credo non sia tra le opere più belle in assoluto, la storia molto semplice e corta...troppo cortaa! ecco perchè ho dato tre stelline, sarebbe stato bello avere in mano un bel romanzone con questa trama! Comunque sia, l'ho trovato piacevole, la prosa di King si sente, e si legge velocemente non perchè è un racconto ma perchè la trama attira, ovviamente consigliato, il libro è abbastanza raro però in qualche negozietto dell'usato....io l'ho trovato li ;-))

    ha scritto il 

  • 3

    Questo libro è formato da dodici racconti brevi, collegati fra di loro a formare un'unica storia, con protagonista un lupo mannaro.
    Detto così può sembrare una schifezza, e di certo non si tratta di un capolavoro. Quello che lo contraddistingue da ciò che potrebbe scrivere anche un ragazzin ...continua

    Questo libro è formato da dodici racconti brevi, collegati fra di loro a formare un'unica storia, con protagonista un lupo mannaro.
    Detto così può sembrare una schifezza, e di certo non si tratta di un capolavoro. Quello che lo contraddistingue da ciò che potrebbe scrivere anche un ragazzino, o qualsiasi altro scrittore, è la prosa avvincente e iperrealistica di King.
    Per cui, se si è suoi estimatori, e pur senza esaltarsene, vale la pena spendere un'ora del proprio tempo per leggerlo.

    ha scritto il 

Ordina per