Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Università Globale

Il nuovo mercato del sapere

Di

Editore: Manifestolibri

3.4
(5)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 207 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8872855616 | Isbn-13: 9788872855614 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Education & Teaching , Political , Social Science

Ti piace Università Globale?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Il libro è un interessante esperimento del collettivo edu-factory (http://www.edu-factory.org/): a partire da una lista di discussione internazionale (anzi, globale) sull'università a cui hanno partecipato oltre 500 persone, sono stati selezionati dei testi scritti da persone da tutto il mondo (p ...continua

    Il libro è un interessante esperimento del collettivo edu-factory (http://www.edu-factory.org/): a partire da una lista di discussione internazionale (anzi, globale) sull'università a cui hanno partecipato oltre 500 persone, sono stati selezionati dei testi scritti da persone da tutto il mondo (principalmente professori, ricercatori e dottorandi; pochissimi studenti) che sono andati a formare questa opera.
    Cercavo un libro in cui approfondire i problemi dell'università e, soprattutto, trovare delle possibili soluzioni, ma qui si parla d'altro: si mostrano alcune degenerazioni dell'università in tutto il mondo, dovute alla sua aziendalizzazione e mercificazione, si rivendicano spazi autogestiti ecc.: insomma, cose che conosciamo già, e su cui l'analisi non va molto avanti anche perché il libro risulta sí abbastanza coerente, ma piuttosto ripetitivo, perché ognuno nel proprio capitolo ha spesso ribadito quanto già affermato in precedenza da altri, con piccole modifiche o declinandolo secondo la propria esperienza locale.
    Ecco, mi hanno un po' interessato alcune esperienze locali, come la protesta degli studenti greci del 2006, ciò che succede in Cina (colle "filiali" delle grandi università statunitensi), CCC, EXCO e altro reperibile fra i collegamenti nel loro sito. Ma anche qui, le si cita soltanto, non si approfondisce molto.
    Una novità di questo libro è l'enfasi posta sulla traduzione, la necessità di una lingua (locale) non sottomessa al global English imposto dai potentati economici, ecc.: si fa un gran uso di parole come "eterolinguale" e altre (e si fa riferimento a Foucault, principalmente). In queste parti (soprattutto nell'introduzione) il discorso è spesso ampolloso e fumoso, a mio parere.
    Do comunque 3/4 perché sapendolo prima basta saltare queste parti, risparmiando tempo e abbiocchi, ed essere soddisfatti del resto.
    Per le concrete proposte di riforma bisognerà rivolgersi altrove.

    ha scritto il