Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Universo de locos

By

4.0
(414)

Language:Español | Number of Pages: 256 | Format: Others | In other languages: (other languages) Japanese , French , Italian , English , Dutch , Chi traditional

Isbn-10: 8435020355 | Isbn-13: 9788435020350 | Publish date: 

Also available as: Mass Market Paperback , Paperback

Category: Fiction & Literature , Humor , Science Fiction & Fantasy

Do you like Universo de locos ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 4

    Pulp (sci)Fiction

    Scaldate i motori, si parte. Brown è un razzo atomico e sgomma a spron battuto senza aspettare nessuno. Ritmo da vendere e fantascienza di una volta, per un romanzo solo apparentemente superficiale e ...continue

    Scaldate i motori, si parte. Brown è un razzo atomico e sgomma a spron battuto senza aspettare nessuno. Ritmo da vendere e fantascienza di una volta, per un romanzo solo apparentemente superficiale e quasi perfetto se non fosse per il carico di antichità situazionali che si porta appresso.

    Se da una parte la narrazione è coerente e liscia come i capelli di Yuko Yamashita, dall'altra si sente il peso di una certa vecchiezza e di una contaminazione pulp fin troppo evidente e a tratti disordinata. Ci si appassiona perché ci si immedesima e perché il protagonista è coraggioso il giusto, pauroso il giusto, scaltro il giusto. I personaggi di contorno, non di meno, sebbene leggermente fumettistici fanno esattamente quello che devono fare: i personaggi di contorno. Non ci si stanca mai e il climax verso il finale si arricchisce di dettagli via via più interessanti e golosi, forse solo sporcati da un happy ending messo in rampa di lancio fin dalle prime pagine.

    Ci sono alcune cose bizzarre, altre poco verosimili o ingenue (i mostri lunari viola, ad esempio), ma vi sono anche secchiellate di trucchi da smargiasso e di espedienti furbini (Rello, il mostro che fa da guardiano alla taverna notturna) per far rizzare i peli e dare un tocco di mystery che non guasta e che si accompagna benissimo al nero della totalnebbia (col nero sta bene tutto, dicono).

    Se azione e immaginazione non mancano - efficace, anche se non troppo profonda, la spiegazione degli universi paralleli - si pecca un po' lasciando troppo spazio ad ambientazioni e situazioni classicamente americane: immaginatevi Philip Marlowe che entra in un quadro di Hopper.
    Si finisce così col ritrovare lo sfondo fantascientifico messo ogni tanto da parte in favore di quello action pulp, con tanto di sparatorie, sigarette a mezza bocca e doppi drink in quantità (io non capirò mai perché i whisky vengano sempre ordinati doppi). Non malaccio di per sé ma deve piacere.
    Leggete e divertitevi.

    said on 

  • 4

    Veramente veramente carino

    Libricino non troppo lungo, ma veramente carino e divertente. L'intreccio della storia è ben congeniato, lo stile di scrittura è semplice, ma non banale, e scorrevole, si lascia leggere tutto di un fi ...continue

    Libricino non troppo lungo, ma veramente carino e divertente. L'intreccio della storia è ben congeniato, lo stile di scrittura è semplice, ma non banale, e scorrevole, si lascia leggere tutto di un fiato.

    said on 

  • 3

    Sicuramente una lettura particolare, ha poco o nulla di plausibile, anche se non credo sia un problema di età, ma di uno stile ricercato e voluto dallo stesso Brown. Più che un romanzo di fantascienza ...continue

    Sicuramente una lettura particolare, ha poco o nulla di plausibile, anche se non credo sia un problema di età, ma di uno stile ricercato e voluto dallo stesso Brown. Più che un romanzo di fantascienza sembra un fumetto Marvel.

    said on 

  • 4

    Acquistato per via della quasi paradossale scritta "torna il Douglas Adams degli anni '50", in verità il loro stile è molto diverso.
    Ma questo non è un male.
    Una lettura piacevole, un testo invecchiat ...continue

    Acquistato per via della quasi paradossale scritta "torna il Douglas Adams degli anni '50", in verità il loro stile è molto diverso.
    Ma questo non è un male.
    Una lettura piacevole, un testo invecchiato benissimo, una bella riscoperta.

    said on 

  • 5

    Niente da dire un gran bel classico della fantascienza. Gli anni passati dalla sua prima apparizione sono veramente tanti ma la lettura risulta divertente e apprezzabile anche nel XXI secolo inoltrato ...continue

    Niente da dire un gran bel classico della fantascienza. Gli anni passati dalla sua prima apparizione sono veramente tanti ma la lettura risulta divertente e apprezzabile anche nel XXI secolo inoltrato. Forse perchè dà proprio quello che il lettore si aspetta: un tuffo nella fantascienza delle riveste pulp degli anni 40. E cosa c'è di meglio di un universo modellato proprio su quegli schemi?
    Tra l'altro la lettura risulta veloce e scorrevole.

    said on