Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Uno, nessuno e centomila

By Luigi Pirandello

(3043)

| Paperback | 9788804493310

Like Uno, nessuno e centomila ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

655 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    ...e che gli altri non possano esservi se non come li vede lui.

    Questo libro ci fa scavare dentro noi stessi scoprendo cose che non immaginavamo potessero esistere. Ci fa capire in maniera limpida e diretta che tutto ciò che pensiamo di essere, della nostra immagine, è inevitabilmente diverso per gli altri.
    Se no ...(continue)

    Questo libro ci fa scavare dentro noi stessi scoprendo cose che non immaginavamo potessero esistere. Ci fa capire in maniera limpida e diretta che tutto ciò che pensiamo di essere, della nostra immagine, è inevitabilmente diverso per gli altri.
    Se non si ha niente da fare in un giorno noioso come una domenica di novembre, ecco ciò che fa per voi. Di sicuro avrete molti più pensieri intricati e confusi durante la lettura e vi fermerete ogni minuto per pensare all'essenziale verità che ci trasmette il libro. La noiosa domenica di novembre finirà come se vi fosse passato tutto il tempo vissuto in questo mondo composto da più anime di quanto voi potevate ipotizzare.

    Is this helpful?

    Albatross said on Aug 28, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Una scoperta

    Libro comprato e letto per scuola, mai mi sarei sognata di leggerlo spontaneamente per paura che fosse troppo noioso o pesante. Sbagliavo. Libro molto più bello(secondo me) de Il fu Mattia Pascal,racchiude ed espone in ogni sfaccettatura il pensiero ...(continue)

    Libro comprato e letto per scuola, mai mi sarei sognata di leggerlo spontaneamente per paura che fosse troppo noioso o pesante. Sbagliavo. Libro molto più bello(secondo me) de Il fu Mattia Pascal,racchiude ed espone in ogni sfaccettatura il pensiero di Pirandello. Pensiero da me condiviso. L'impossibilità di trovare una realtà che sia una per tutti, l'impossibilità di vedersi vivere e la solitudine che ne deriva sono temi che ti spingono a pensare e ragionare perchè paurosamente veri. Assolutamente geniale!

    Is this helpful?

    Miru said on Aug 23, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Pirandello è per me una sicurezza,non mi delude mai.
    Leggo e rileggo le sue opere per coccolarmi e ritrovare un senso tra i "giuochi" e le maschere della società.
    Questo testo poi, è l'apoteosi del suo pensiero, chiunque voglia farsi un'idea sulla ...(continue)

    Pirandello è per me una sicurezza,non mi delude mai.
    Leggo e rileggo le sue opere per coccolarmi e ritrovare un senso tra i "giuochi" e le maschere della società.
    Questo testo poi, è l'apoteosi del suo pensiero, chiunque voglia farsi un'idea sulla filosofia pirandelliana, non può fare a meno di leggerlo.

    Is this helpful?

    Nubìvago (Alessio Ar.) said on Aug 23, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Libro impegnativo, ma assolutamente geniale

    Non nascondo di essere rimasto sorpreso da quanto questo libro si sia rivelato impegnativo. Non conosco molto Pirandello, è vero, ma ero convinto che fosse un testo ricco di paradossi e di satira. Mai idea si è rivelata più sbagliata!
    Il romanzo stud ...(continue)

    Non nascondo di essere rimasto sorpreso da quanto questo libro si sia rivelato impegnativo. Non conosco molto Pirandello, è vero, ma ero convinto che fosse un testo ricco di paradossi e di satira. Mai idea si è rivelata più sbagliata!
    Il romanzo studia e indaga le azioni e i pensieri di Vitangelo Moscarda che, tutto d'un tratto, e in base a una futile considerazione fatta da sua moglie, si rende conto di non essere per gli altri ciò che lui ha sempre ritenuto di essere. Inizia così un'escalation di avvenimenti, attuati dal protagonista, per dimostrare di non essere come gli altri lo vedono.
    Testo profondamente psicologico, scritto magistralmente e molto ironico. Insomma, geniale.

    Is this helpful?

    Claudio said on Aug 12, 2014 | 1 feedback

  • 2 people find this helpful

    CAPOLAVORO

    ... sempre tra i miei IN LETTURA, periodicamente lo annuso un pò... per ricordami... chi lo leggesse scoprirà cosa.

    Is this helpful?

    glucapuppe said on Jul 23, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Nessun nome. Nessun ricordo oggi del nome di jeri; del nome d'oggi, domani. Se il nome è la cosa; se un nome è in noi il concetto d'ogni cosa posta fuori di noi; e senza nome non si ha il concetto d'ogni cosa posta fuori di noi; e senza nome non si ...(continue)

    "Nessun nome. Nessun ricordo oggi del nome di jeri; del nome d'oggi, domani. Se il nome è la cosa; se un nome è in noi il concetto d'ogni cosa posta fuori di noi; e senza nome non si ha il concetto d'ogni cosa posta fuori di noi; e senza nome non si ha il concetto, e la cosa resta in noi come cieca, non distinta e non definita; ebbene, questo che portai tra gli uomini ciascuno lo incida, epigrafe funeraria, sulla fronte di quella immagine con cui gli apparvi, e la lasci in pace e non ne parli più. Non è altro che questo, epigrafe funeraria, un nome. Conviene ai morti. A chi ha concluso. Io sono vivo e non concludo. La vita non conclude. E non sa di nomi, la vita. Quest'albero, respiro tremulo di foglie nuove. Sono quest'albero. Albero, nuvola; domani libro o vento: il libro che leggo, il vento che bevo. Tutto fuori, vagabondo."

    Is this helpful?

    Ars Amande said on Jul 16, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book