Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Uno studio in rosso

Il giallo del lunedì n.6

Di

Editore: L'Unità/Mondadori

4.0
(4585)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 150 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Catalano , Chi tradizionale , Spagnolo , Francese , Tedesco , Galego , Greco , Giapponese , Chi semplificata , Portoghese , Ceco , Farsi , Svedese , Polacco , Olandese

Isbn-10: A000086378 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Alberto Tedeschi ; Prefazione: Oreste Del Buono

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Copertina rigida , Copertina morbida e spillati , eBook , CD audio

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Uno studio in rosso?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    dottor Watson.

    Il libro è piacevole, si lascia leggere con molta semplicità ed è consigliabile.
    SH, lo trovo quasi detestabile ma non illegibile nel suo ''fare''. Il dottor Watson probabilmente è il personaggio che ...continua

    Il libro è piacevole, si lascia leggere con molta semplicità ed è consigliabile.
    SH, lo trovo quasi detestabile ma non illegibile nel suo ''fare''. Il dottor Watson probabilmente è il personaggio che mi piace di più.

    Con il tempo, mi piacerebbe leggere l'intera raccolta.

    ha scritto il 

  • 3

    Diviso in due parti tra Londra, il vecchio West è un romanzo che riesce a prendere il lettore dalla prima pagine e tenerlo concentrato quasi sempre, eccezione sono proprio le pagine su Lucy. A render ...continua

    Diviso in due parti tra Londra, il vecchio West è un romanzo che riesce a prendere il lettore dalla prima pagine e tenerlo concentrato quasi sempre, eccezione sono proprio le pagine su Lucy. A renderlo interessante non è di certo lo stile dell’autore, piuttosto semplice e immediato, quanto i personaggi unici e molto singolari. Sherlock è un personaggio interessantissimo che a prima vista risulta antipatico, e lo è tanto, ma è difficile non ammirarlo e non apprezzare ciò che fa. Watson, invece, è più semplice e amichevole, più gentile nei modi. I due sembrano una coppia davvero strana ma la loro differenze fanno si che riescano a lavorare bene insieme. Personalmente mi sono piaciuti molto entrambi. Certo, Sherlock è assai presuntuoso ma la sua intelligenza acuta spicca molto e odiarlo mi viene difficile. Con Dr. Watson, invece, entrare in sintonia è semplice poiché tutto ciò che fa risulta normale e quotidiano. Il romanzo presenta alcuni difetti chiaramente percepibili. Sebbene il lettore cerchi di cogliere tutti gli indizi e mettere insieme i vari tasselli, non riesce a fare il ragionamento che fa Sherlock (ma nemmeno uno che si avvicini al suo). Doyle non ci dà abbastanza informazioni, all’inizio, e noi non riusciamo a capire tutto senza l’intervento di Sherlock. Avrei preferito qualche informazione più perché così la storia sarebbe risultata molto più credibile. Ma nonostante questa piccolezza leggerò altri libri di questo autore visto che mi è piaciuta moltissimo anche la serie TV.

    ha scritto il 

  • 4

    La prima avventura di Sherlock Holmes presenta già diversi tratti tipici della saga. Spiazzante è l'inizio della seconda parte, quando sembra di cominciare in pratica un nuovo romanzo, tanto che la cu ...continua

    La prima avventura di Sherlock Holmes presenta già diversi tratti tipici della saga. Spiazzante è l'inizio della seconda parte, quando sembra di cominciare in pratica un nuovo romanzo, tanto che la curiosità di scoprire i collegamenti con la prima aumenta di pagina in pagina fino a quando i nodi arrivano al pettine. Un classico che non può non piacere.

    ha scritto il 

  • 4

    Dipanare il fil rouge del delitto

    Molto bello il primo incontro con il "cunsulting detective"più famoso della storia, filtrato attraverso il suo fedele amico e collaboratore, Mr Watson.
    Meravigliosamente ambientato in epoca vittoriana ...continua

    Molto bello il primo incontro con il "cunsulting detective"più famoso della storia, filtrato attraverso il suo fedele amico e collaboratore, Mr Watson.
    Meravigliosamente ambientato in epoca vittoriana, dove il protagonista Sherlock Holmes, attraverso la logica deduttiva più rigorosa, risolve i crimini più oscuri e sanguinosi.
    La narrativa è deliziosa e coinvolgente.
    Tuttavia il giallo di Conan Doyle non è una semplice stria dove vengono risolti crimini tout court ma esso si nutre anche di echi letterari come: Poe, Boccaccio, Murger.
    Questo dimostra che ci troviamo di fronte ad un giallo con un alto livello di cultura.

    ha scritto il 

  • 2

    Un Holmes presuntuoso ma simpatico, quello che viene presentato nelle prime pagine; un mistero a quanto pare insolubile e delle indagini un po’ sopra le ri- “Ecco, signori, l’assassino!” Cosa, come? C ...continua

    Un Holmes presuntuoso ma simpatico, quello che viene presentato nelle prime pagine; un mistero a quanto pare insolubile e delle indagini un po’ sopra le ri- “Ecco, signori, l’assassino!” Cosa, come? Che è successo? Per un minuto buono ho controllato che il libro avesse tutte le pagine a posto, ma soprattutto che fosse quello giusto!
    Non mi ha entusiasmato: tra le due parti del romanzo c’è troppa differenza, anche stilisticamente. La seconda l’ho trovata noiosa, troppo lunga; ci ho messo un’eternità per finirla.
    Insomma, primo incontro sia con l’autore che con il personaggio, e sono rimasta delusa.

    ha scritto il 

  • 5

    Ispirato dalla visione della serie TV del moderno Sherlock Holmes nella Londra del 2010, mi sono cimentato in questa letture che temevo avrei trovato vetusta. Con mia grandissima sorpresa ho invece tr ...continua

    Ispirato dalla visione della serie TV del moderno Sherlock Holmes nella Londra del 2010, mi sono cimentato in questa letture che temevo avrei trovato vetusta. Con mia grandissima sorpresa ho invece trovato questa lettura particolarmente brillante e appassionante. Ottimi dialoghi e bello svolgimento della trama. Per i curiosi... la serie TV è particolarmente fedele al testo.

    ha scritto il 

  • 5

    La mia prima avventura di Sherlock Holmes.. il re della logica e della deduzione!! Storie bellissime, interessanti, avvincenti, intrise di particolari e di dialoghi approfonditi. Avventure vecchie ma ...continua

    La mia prima avventura di Sherlock Holmes.. il re della logica e della deduzione!! Storie bellissime, interessanti, avvincenti, intrise di particolari e di dialoghi approfonditi. Avventure vecchie ma sempre attuali e mai noiose. Il miglior detective della storia!

    ha scritto il 

  • 3

    Carino

    Discreto, nulla di più. Mi aspettavo tanto da questo libro e devo ammettere che non ha mantenuto le attese molto alte che avevo dopo aver letto "Il mastino dei Baskerville". Peccato.

    ha scritto il 

Ordina per