Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Un'ombra fuggitiva di piacere

Testo greco a fronte

By Konstantinos Kavafis

(237)

| Hardcover | 9788845918766

Like Un'ombra fuggitiva di piacere ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Il poeta Guido Ceronetti raccoglie in questo volume alcune delle piùimportanti composizioni di Kavafis. Un percorso, attraverso l'andamentomusicalmente colloquiale della sua lingua, nei luoghi dello spirito e inquelli della memoria, in cui si Continue

Il poeta Guido Ceronetti raccoglie in questo volume alcune delle piùimportanti composizioni di Kavafis. Un percorso, attraverso l'andamentomusicalmente colloquiale della sua lingua, nei luoghi dello spirito e inquelli della memoria, in cui si accavallano eventi dell'epoca bizantina oellenistico-romana, insieme a scorci della sua città natale. I temi e imotivi della poetica di Kavafis - l'incertezza e la difettosità del piacere,l'inafferrabilità della bellezza, il vedersi invecchiare consapevoli didesiderare ancora - sono, come conclude lo stesso curatore, "bruciori emalinconie poetiche di chiunque abbia sensibilità e mente".

16 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Una traduzione un po' troppo contorta, nonostante l'intento fosse quella di renderla più musicale.

    Is this helpful?

    Hiei said on Jun 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Più che Kavafis sembra proprio di leggere Ceronetti. Ho conosciuto il poeta nella traduzione di Risi e Dalmàti e a quello stile mi sono affezionata; questa versione tradisce, appunto, un altro sentire.

    Is this helpful?

    Anna S. said on Aug 2, 2013 | 1 feedback

  • 4 people find this helpful

    si ralluma???

    "Torna, prendimi spesso, amato spasimo,
    Torna quando del corpo la memoria
    Si ralluma, in quegli istanti prendimi:
    Quando riagita il sangue le remote
    Sue voglie e ala labbra e carne si agglutìnano
    I ricordi, e sulle mani ancora
    La sensazione del toc ...(continue)

    "Torna, prendimi spesso, amato spasimo,
    Torna quando del corpo la memoria
    Si ralluma, in quegli istanti prendimi:
    Quando riagita il sangue le remote
    Sue voglie e ala labbra e carne si agglutìnano
    I ricordi, e sulle mani ancora
    La sensazione del toccare infuria.
    Torna più volte, prendimi di notte
    Tutta la carne nel ricordo tendimi"

    Alla prossima riunione cercherò di infilarci dentro "rallumarsi".
    Poi caso mai ne riparliamo.

    Mo' a parte rallumamenti e agglutinamenti vari che il pur ottimo Ceronetti propone o propina al pubblico che lui immagina sofisticato e tronfio del proprio lessico (meno una stella), c'è da dire che il Kavakis è un po' deprimente in alcune sue liriche (meno un'altra stella); che con l'Ellade madre epica e finita ce li ha fatti a peperini (dalle parti mie si usa l'espressione per indicare la riduzione degli attributi maschili a dimensione peperini, tipica pastina da fare in brodo della Barilla), e non puoi dirci che "nel viso d'amore suo intravidi il Càrmide platonico".. e dai su..
    Si alternano pagine ottime, intrise di sensualità e tensione, ad altre sinceramente tristarelle, pesantucce, ma forse son pippa io.
    Come ogni poesia per un giudizio migliore si dovrebbe leggere (e capire) l'originale.

    Is this helpful?

    Gianfrancesco said on Mar 31, 2013 | 4 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Amo molto "Itaca" e forse mi aspettavo una raccolta di tipo più narrativo..non so...però penso che al 70% sia colpa della traduzione, decisamente troppo vecchio stile nella resa finale.

    Is this helpful?

    Chiara Ciolfi said on Apr 18, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    QUELLA, L'ORIGINE

    Il loro illecito godimento li ha saziati.
    Levarsi dal materasso, in fretta rivestisi,
    In silenzio. E via di corsa dalla casa,
    Separati, furtivi.
    Dal loro inquieto andare per la via
    Un timore trapela di tradirsi,
    E che il lettuccio dei loro sfoghi
    Di ...(continue)

    Il loro illecito godimento li ha saziati.
    Levarsi dal materasso, in fretta rivestisi,
    In silenzio. E via di corsa dalla casa,
    Separati, furtivi.
    Dal loro inquieto andare per la via
    Un timore trapela di tradirsi,
    E che il lettuccio dei loro sfoghi
    Di poco fa, li additi

    Ma quale innalzamento della vita
    Per un artista! Di forza inaudita
    Domani e dopo, e tra molti anni
    Comporrà versi.
    L'origine fu quella.

    traduzione di Guido Ceronetti

    Is this helpful?

    Rosetta said on May 12, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Edizione storica delle poesie di Kavafis, ma la traduzione, ormai superata, è troppo contorta.

    Is this helpful?

    Marcotar89 said on Jan 28, 2011 | 2 feedbacks

Book Details

  • Rating:
    (237)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Hardcover 111 Pages
  • ISBN-10: 8845918769
  • ISBN-13: 9788845918766
  • Publisher: Adelphi
  • Publish date: 2004-04-01
Improve_data of this book