Unwind

La divisione

Di

Editore: Piemme (Freeway)

4.1
(319)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 409 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo

Isbn-10: 8856602202 | Isbn-13: 9788856602203 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Paolo Antonio Livorati

Disponibile anche come: eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy , Adolescenti

Ti piace Unwind?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
La seconda guerra Civile, che passò alla storia come la Guerra Morale, fu un conflitto lungo e sanguinoso, combattuto negli Stati Uniti su un'unica questione: l'accettazione o meno dell'aborto. Per mettervi fine, venne approvata una serie di emendamenti nota come Legge sulla Vita, che accontentò sia lo schieramento abortista, sia quello antiabortista. La Legge stabilisce che la vita umana è intoccabile dal momento del concepimento fino a quando un bambino compie tredici anni. Fra i tredici e i diciotto, però, i genitori possono decidere di abortire in modo retroattivo a condizione che, tecnicamente, la vita dell'adolescente non finisca. A questo scopo, tutti gli organi del ragazzo verranno impiantati in persone in attesa di trapianto, le quali manterranno una memoria del donatore. Il processo tramite cui il ragazzo viene allo stesso tempo eliminato e tenuto vivo si chiama Divisione. È una pratica largamente accettata dalla società. Connor ha sedici anni, Lev tredici e Risa quindici. Tutti e tre hanno uno stesso destino: essere Divisi. Tutti e tre vogliono sfuggire a questo destino, e sono pronti a combattere.
Ordina per
  • 5

    父母究竟有沒有權力擅自決定小孩的未來呢?在這本書裡,他們有,在13~18歲這段期間,小孩是屬於父母的財產,他們可以任意簽署名為「分解令」的死亡宣告,而小孩只能默默看著自己的生存權受到剝奪,而沒有發言權。

    劇中出場的分解人們,都有著各自的背景,雖然成為分解人的過程不盡相同,但結局卻是一樣的,但主角康諾一行人不願接受這個上天強加於他們身上的命運,決心起身反抗。作者在劇情節奏的掌握上相當熟綀,讓讀者邊讀 ...continua

    父母究竟有沒有權力擅自決定小孩的未來呢?在這本書裡,他們有,在13~18歲這段期間,小孩是屬於父母的財產,他們可以任意簽署名為「分解令」的死亡宣告,而小孩只能默默看著自己的生存權受到剝奪,而沒有發言權。

    劇中出場的分解人們,都有著各自的背景,雖然成為分解人的過程不盡相同,但結局卻是一樣的,但主角康諾一行人不願接受這個上天強加於他們身上的命運,決心起身反抗。作者在劇情節奏的掌握上相當熟綀,讓讀者邊讀邊跟著書中人物的心情起伏,中間有好幾個段落令我一度讀到鼻酸,那些場景太過殘忍,令人不忍直視。

    作為一部青少年向的冒險小說,主角康諾可說是完全體現了主人公該有的脾性,衝動、易怒、作事不顧後果,常常有令人汗顏的表現,但他的本質很善良,隨著故事進行,以及女主角的影響,康諾慢慢養成先思考再行動的個性,最終成長為一位令人敬人敬配的領袖。女主角黎莎體貼、心思細膩,常常在關鍵時刻幫助康諾解決危機,但在孤兒院成長的背景,初期的她顯得有些冷漠。

    劇中人物個性都相當鮮明,其他像是賴夫、羅倫、海軍上校、賽菲,都很有特色,隨便拉一個人物出來單獨描寫都可以單獨出一本番外篇了!雖然羅倫是本書的主要反派,但看到他成為分解人的原因以及最後的遭遇,實在讓人很難把他歸類純然的壞人,看作者埋的伏筆,我覺得他以後一定還有機會以某種形式出場!期待作者為這位角色有更多的著墨。

    本書探討了許多議題,包括器官移植、墮胎正當性、政治鬥爭下的犧性者、資本主義……等等,也引領讀者思考究竟什麼才是生命,相當具有可看性,我已經迫不及待要翻開續集看看作者要如果把這個世界觀下的故事推向另一段高潮了。

    ha scritto il 

  • 5

    《分解人 Unwind》會被分解是理所當然?還是咎由自取?

    雖然這是一部青少年反烏托邦,但是作者架構的世界、人物面臨的抉擇和書中提出的疑問,卻是呈現完全相反的感觸,冷酷的設定流露的是那些少數青少年小說中所沒有的成熟和議題,小孩的存在是否可以抹煞?人類能否無所憂慮的使用他人的器官或部位?

    簡單來說這些遭到分解的青少年,是造就世界更加健康的元素,然而器官買賣成了名正言順的手術,只要有錢人人都能擁有新的部位和器官,不過那原有的人,他們曾經的記憶必定還存在,因為分 ...continua

    雖然這是一部青少年反烏托邦,但是作者架構的世界、人物面臨的抉擇和書中提出的疑問,卻是呈現完全相反的感觸,冷酷的設定流露的是那些少數青少年小說中所沒有的成熟和議題,小孩的存在是否可以抹煞?人類能否無所憂慮的使用他人的器官或部位?

    簡單來說這些遭到分解的青少年,是造就世界更加健康的元素,然而器官買賣成了名正言順的手術,只要有錢人人都能擁有新的部位和器官,不過那原有的人,他們曾經的記憶必定還存在,因為分解不等於死亡,只是一份愛或做千萬碎片遺愛了各處。如果你是購買者,得到不只是健康、痊癒的身體,同時也乘載了前者的故事和記憶。

    反觀,這也是給父母看的小說。如同書腰上寫的字句,不是危言聳聽或是宣傳用語而已,而是真真實實的慾望,偶爾浮上檯面的慾望若能真實,豈不是化成最令人恐懼的夢魘?!每個父母無庸置疑都是深愛著自己的孩子,但是愛會消退、會被時間磨逝,亦或青春叛逆的孩子不受拘束,被迫父母做出抉擇等等,慢慢的孩子在書中不再是一個個體,而是一樣能捨去的物品,至少到十八歲之前是屬於父母的附屬品,看去不勝唏噓同時也疑惑是不是真的沒有長才或是優點,被分解就是理所當然的走向?

    孩子們理應追求快樂,但在書中的《生命法案》之下,他們的愉悅是受到束縛和控制的,除非他們能讓所有人看見自身的利大於弊,才能安心理得的繼續呼吸。某方面而言也相當諷刺現在的社會,沒有特點就是平庸、沒有分數就是愚笨,卻忘了各有各的好,所謂的好也是伴隨一定的壞,或是只是需要些時間,為何要被他人的話語否定界而影響了自己的可能?

    被分解當然不是理所當然,更不可能是咎由自取,或許這些青少年遭到分解能為社會帶來更大的益處,但是也必須尊重他們的權益,社會和法律存在的理念是為了保護弱者、少數人,然而若是爸媽、監護人可以決定一個生命的流去,那麼這律法也間接養成了這些惡習,失去了一個社會該有的準則和規範。

    ha scritto il 

  • 4

    Ho sentimenti molto contrastanti nei confronti di questo romanzo: in dei momenti avrei voluto dare 5++ in altri 3—
    Il fatto è che ho trovato la trama molto originale, inquietante, non vedi l’ora di sa ...continua

    Ho sentimenti molto contrastanti nei confronti di questo romanzo: in dei momenti avrei voluto dare 5++ in altri 3—
    Il fatto è che ho trovato la trama molto originale, inquietante, non vedi l’ora di sapere come va a finire. I tre protagonisti sono credibili, soprattutto Connor e Risa (lo sarebbe anche Lev, solo che la sua evoluzione è troppo repentina considerando che mancano dei punti della sua storia). Il fatto è che, però, al tutto mancano dei pezzi (termine voluto :p), spesso si percepisce un deus ex machina, delle coincidenze poco credibili, che fanno sentire troppo forte la presenza dell’autore che si gira la storia come vuole. Un vero peccato.
    Alcuni passaggi sono semplicistici, forse per il target di riferimento va bene, ma non per un adulto. Sulla scrittura potrei dire lo stesso, anche se, nella sua semplicità e tenendo conto del pubblico cui si rivolge, non trovo che sia un fattore negativo.
    È un libro che fa riflettere, nonostante spinga a essere letto velocemente. Il finale è adrenalinico al punto giusto e tutti i passaggi della storia vengono chiariti, a parte domande iniziali tipo “se è un aborto retroattivo, perché non viene deciso alla nascita?”.
    È fantascientifico, molto “fanta”, richiede una buona sospensione della realtà. Buon distopico nel complesso. Ci sono parti molto dure descritte in maniera che un ragazzo possa leggerlo e questo è un valore aggiunto che do alla capacità dello scrittore.
    In definitiva, un romanzo più che consigliato.
    Prevede un seguito e vorrei tanto capire perché in Italia ancora non sia stato pubblicato.

    ha scritto il 

  • 4

    La idea es muy original y me ha gustado, hay acción y engancha bastante. No obstante, para mi gusto faltaba algo más de profundidad en los personajes. A veces nos falta algo para acabar de entender el ...continua

    La idea es muy original y me ha gustado, hay acción y engancha bastante. No obstante, para mi gusto faltaba algo más de profundidad en los personajes. A veces nos falta algo para acabar de entender el porqué de las acciones de los personajes, necesita un análisis más profundo de sus personalidades y los hechos que los llevan a encontrarse en la situación en la que están. También me ha parecido que el autor utiliza un lenguaje demasiado simple, aunque bastante directo y dinámico.

    ha scritto il 

  • 4

    Meglio morire o essere divisi?

    Vietato abortire. Tuttavia, si hanno delle scelte: abbandonare il neonato davanti alla porta di una casa, lasciarlo in un orfanotrofio, oppure tenerselo e, in caso di problemi, non prima che abbia com ...continua

    Vietato abortire. Tuttavia, si hanno delle scelte: abbandonare il neonato davanti alla porta di una casa, lasciarlo in un orfanotrofio, oppure tenerselo e, in caso di problemi, non prima che abbia compiuto 13 anni fino ai 18, mandarlo a essere diviso, il che significa che ogni arto e ogni organo verranno tolti dal ragazzo e rimpiantati a chi ne ha bisogno. Sbarazzarsi del problema facendo un favore alla società, sembra perfetto; e poi non si muore davvero, perché ogni parte mantiene la personalità del primo proprietario, in un certo senso. Ma in base a quali criteri si definisce un problema? In fondo Connor ha soltanto bisogno di qualcuno per cui lottare, Risa di un'altra occasione, e Lev di crescere...ma l'ordine arriva prima, ed è nella fuga, nella lotta per la sopravvivenza che ottengono quello che serve loro, e non senza perdere, senza subire delle sconfitte...
    Il libro affronta un argomento delicato, rivela le atrocità di un sistema che sembra perfetto, e nonostante tutto ti permette di essere libero di pensare quello che vuoi e di credere quello che vuoi, di vivere come vuoi: per il lettore una realtà, per i protagonisti del libro una speranza, un miracolo.

    ha scritto il 

  • 2

    Niente, è che io e Shusterman proprio non andiamo d'accordo. In preda allo sconforto, a 2/3 dell'ebook sono andata a ricontrollare il nome: è lo stesso di Everlost, mi passa istantaneamente la voglia ...continua

    Niente, è che io e Shusterman proprio non andiamo d'accordo. In preda allo sconforto, a 2/3 dell'ebook sono andata a ricontrollare il nome: è lo stesso di Everlost, mi passa istantaneamente la voglia di andare avanti. D'altronde la mano è quella - stesse magagne, stessi buoni spunti, ma io non ce la faccio.
    Due stelle perché mi ha annoiato più dell'altro.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    I ricordi brillano fugaci come scintille. Sono visi, impulsi irreali di luce nel profondo della mente, sensazioni, cose a cui non pensava da anni. Fioriscono e poi scompaiono. Quando aveva dieci anni ...continua

    I ricordi brillano fugaci come scintille. Sono visi, impulsi irreali di luce nel profondo della mente, sensazioni, cose a cui non pensava da anni. Fioriscono e poi scompaiono. Quando aveva dieci anni, [...] si era rotto un braccio. I medici avevano detto alla madre che poteva scegliere fra un braccio nuovo e un'ingessatura. L'ingessatura costava meno. Lui ci aveva disegnato sopra uno squalo. Quando gli avevano tolto il gesso, si era fatto fare un tatuaggio per rendere permanente il disegno.
    - comincio a intervenire sulla corteccia cerebrale sinistra.
    Altre scintille di ricordi.
    «Quando avevo sei anni, papà è andato in prigione per una cosa che aveva fatto prima che io nascessi. Non ho mai saputo che cosa fosse, però mamma dice che io sono come lui».
    [...]
    - Lobo temporale sinistro.
    «Quando avevo tre anni avevamo una baby sitter. Era bellissima. Una volta ha scrollato la mia sorellina perché piangeva. L'ha scrollata forte. Mia sorella non è mai più stata normale. Quelle belle sono pericolose, le devi mettere sotto subito».
    -Abbiamo tolto i nervi acustici?
    -Non ancora. Li estraggo ade...
    «Sono da solo. E piango. E nessuno viene a tirarmi fuori dalla culla e a consolarmi. E la lucina notturna si è fulminata. E io sono arrabbiato, arrabbiatissimo».
    Lobo frontale sinistro.
    «Non...non...non sto tanto bene».
    Lobo occipitale sinistro.
    «Non...non...non ricordo dove...»
    Lobo parietale sinistro.
    «Non...non...non ricordo come mi chiamo ma...»
    Lobo temporale destro.
    «...ma sono ancora qui».
    Lobo frontale destro.
    «Sono ancora qui...»
    Lobo occipitale destro.
    «Sono ancora...»
    Lobo parietale destro.
    «Io sono...»
    Cervelletto.
    «Io sono...»
    Talamo.
    «Io...»
    Ippotalamo.
    «Io...»
    Ippocampo.
    «...»
    Midollo.
    «...»
    «...»
    «...»

    ha scritto il 

Ordina per