Fu composto fra il 1944 e i primi mesi del 1945, quando Vittorini, fuggito dal carcere, era latitante e, impegnato nella Resistenza, organizzava la stampa clandestina comunista. Dalla prima edizione (preceduta da alcune copie slegate; furono poi ... Continua
Ha scritto il 10/02/17
"Appena vi sia l’offesa, subito noi siamo con chi è offeso, e diciamo che è l’uomo. Sangue? Ecco l’uomo. Lagrime? Ecco l’uomo.
E chi ha offeso che cos’è?
Mai pensiamo che anche lui sia l’uomo." (p. 183)
  • 3 mi piace
  • 2 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 04/02/17
Alla ricerca della felicità
Un romanzo sulla resistenza scritto nel 1945 non può avere prospettiva storica ma ha l’immediatezza delle emozioni di ciò che è appena stato. Ambientato a Milano nell'inverno del '44 racconta le azioni di un gruppo di partigiani inframmezzate ..." Continua...
  • 11 mi piace
  • 9 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 09/10/16
Dialoghi stranianti che introducono e immergono nella realtà surreale della vita partigiana. Pagina dopo pagina tutto diventa chiaro. Il libro cattura, improgiona, avvolge e non ti lascia mai. Il finale commovente è perfetto, come tutto il libro. ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 28/09/16
C’è umanità nell’uomo quando si rivolta contro il proprio simile, con freddezza, con ferocia? Noi diciamo: “disumano”, ma è vero? Non è sempre “uomo” anche quando divora, offende, uccide? Può essere nell’uomo ciò che non è ..." Continua...
  • 5 mi piace
  • 2 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 30/07/16
Il primo romanzo della Resistenza, scritto da uno spirito libero...
"Uomini e no" racconta l'esperienza dei partigiani di città e della loro esistenza estraniante, dove le necessità tattiche e strategiche e le inevitabili rigidità di queste particolari formazioni denominate GAP, influirono nell'animo i ..." Continua...
  • 24 mi piace
  • 2 commenti
  • Rispondi

Ha scritto il Mar 07, 2017, 08:01
Un uomo deve avere una compagna. Tanto più deve averla se è uno dei nostri. Dev'essere felice. Che cosa può sapere di quello che occorre agli uomini se uno non è felice? Noi per questo lottiamo. Perché gli uomini siano felici.
  • Rispondi
Ha scritto il Dec 24, 2016, 18:23
strage nazifascista
Pag. 106
  • Rispondi
Ha scritto il Apr 29, 2016, 12:40
Uomini e no è un romanzo che insinua dubbi e incertezze, che ci apre gli occhi su un versante della Resistenza che non è certo il più confortante. Elio Vittorini chiede ragioni, risposte e allo stesso tempo nega che esse siano possibili. Enne2 ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Sep 07, 2012, 22:50
Bisogna che gli uomini possano essere felici. Ogni cosa ha un senso solo perchè gli uomini siano felici.
Pag. 13
  • Rispondi
Ha scritto il Sep 07, 2012, 22:50
- Non bisogna piangere per nessuna delle cose che accadono.
- Non bisogna piangere?
-Se piangiamo accettiamo. Non bisogna accettare.
Pag. 67
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Apr 20, 2016, 14:32
853.9
VIT 6591
Letteratura Italiana
  • Rispondi
Ha scritto il Dec 09, 2015, 09:36
Collocazione : NR 218
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi