Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Uomini e topi

Di

Editore: Bompiani

4.2
(4999)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 200 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi tradizionale , Tedesco , Francese , Svedese , Olandese , Portoghese , Turco , Catalano , Danese

Isbn-10: 884526842X | Isbn-13: 9788845268427 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico , Copertina morbida e spillati , Copertina rigida , eBook

Genere: Fiction & Literature , History , Social Science

Ti piace Uomini e topi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Uomini e topi.. di Cesare Pavese!

    Non si può certo dire che la versione tradotta in lingua italiana sia riferibile direttamente a Steinbeck.

    Benché tradotta da uno dei più illustri scrittori italiani, la censura fascista ha parzialmen ...continua

    Non si può certo dire che la versione tradotta in lingua italiana sia riferibile direttamente a Steinbeck.

    Benché tradotta da uno dei più illustri scrittori italiani, la censura fascista ha parzialmente stravolto il senso della storia, eliminando riferimenti sessuali, parolacce e volgarità che invece sono alla base del "verismo" che si ripropone l'autore. Molti termini usati per facilitare la lettura da parte del pubblico italiano del 1940 rendono al contrario difficile la lettura al giorno d'oggi: ci ho messo un po' per capire cosa fosse la "giacca di tela azzurrina"!!!
    Lo stile di Pavese è fortemente riconoscibile, tanto che in più punti mi sembrava di leggere "la luna e i falò".

    Non capisco perché la traduzione non venga aggiornata. Forse per non mettere in secondo piano un nome illustre come Pavese (il quale, credo, approverebbe dal posto in cui si trova ora)? eppure altri romanzi dello stesso autore sono stati aggiornati.
    In ogni caso la traduzione di Pavese riveste, secondo me, un ruolo fondamentale per la traduzione in se, indice della censura fascista, del gusto e della mentalità di quel tempo (curioso come si sia passati da un rifiuto totale degli anglicismi, ad un uso barbaro ed eccessivo di essi.. vero??).

    Detto ciò nulla da ridire sul romanzo che, in pochissime pagine, riesce a trasmettere quanto un vero romanzo-mattone sa fare. I suoi personaggi ti restano dentro, le loro gioie e le loro sofferenze.

    Mi ripropongo di rileggerlo in lingua originale quanto prima ma, per chiunque non avesse ne voglia ne tempo di farlo, vale assolutamente la pena di leggere la versione di Pavese!!!

    ha scritto il 

  • 0

    Incipit

    Poche miglia a sud di Soledad, il salinas càpita sotto le falde dei colli, dove scorre verde e profondo.....

    http://www.incipitmania.com/incipit-per-titolo/u/uomini-e-topi-john-steinbeck/ ...continua

    Poche miglia a sud di Soledad, il salinas càpita sotto le falde dei colli, dove scorre verde e profondo.....

    http://www.incipitmania.com/incipit-per-titolo/u/uomini-e-topi-john-steinbeck/

    ha scritto il 

  • 4

    Abrupto y arido

    Al leer el libro me ha sido inevitable tener "dejá vù" constantes con las antiguas "pelis de vaqueros" que veía en la tele. Es una historia muy corta, pero a la vez muy intensa. Si es cierto, como he ...continua

    Al leer el libro me ha sido inevitable tener "dejá vù" constantes con las antiguas "pelis de vaqueros" que veía en la tele. Es una historia muy corta, pero a la vez muy intensa. Si es cierto, como he leído en otros comentarios que quizás no se ahonda mucho en determinados personajes.
    Sinceramente me ha sabido a poco y por eso no le pongo cinco estrellas.
    Aunque reconozco que los finales como éste son los que más me gustan (si quieres saber porque lee el libro)

    ha scritto il 

  • 5

    Confermo il giudizio che mi ero fatta leggendo Furore. Adoro Steinbeck, la sua prosa e le sue storie, sempre così intense e drammatiche. Ancor di più questa, data la sua brevità, in cui si condensano ...continua

    Confermo il giudizio che mi ero fatta leggendo Furore. Adoro Steinbeck, la sua prosa e le sue storie, sempre così intense e drammatiche. Ancor di più questa, data la sua brevità, in cui si condensano il significato di sacrificio, amicizia e la definitiva perdita di ogni speranza.

    ha scritto il 

  • 5

    Breve, ma incredibilmente intenso toccante. In poco più di 100 pagine, Steinbeck riesce a delineare personaggi dai forti tratti, ben caratterizzati e di gran spessore. E a concentrare una miriade di ...continua

    Breve, ma incredibilmente intenso toccante. In poco più di 100 pagine, Steinbeck riesce a delineare personaggi dai forti tratti, ben caratterizzati e di gran spessore. E a concentrare una miriade di temi: l'amicizia su tutti, il desiderio di libertà, la disperazione e la sofferenza per il reale stato delle cose, i pregiudizi verso il diverso, la violenza. Estremamente complesso nella sua essenzialità, è un libro da leggere almeno una volta nella vita.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Me encantó el libro y considero una pena que sea tan corto, quedé con ganas de más, de seguro que busco más libros del mismo autor.

    Sobre el final, si bien era esperado, me sorprendió la forma que tuv ...continua

    Me encantó el libro y considero una pena que sea tan corto, quedé con ganas de más, de seguro que busco más libros del mismo autor.

    Sobre el final, si bien era esperado, me sorprendió la forma que tuvo el autor de adelantarnos el final con la escena de la muerte del perro, con esa explicación de porque debió de ser este hombre viejo quien matara a su propio perro y no el otro. Esa sensación de "es mío, yo soy quien lo quiero, yo debí acabar con su dolor"... sí, me pareció magistral ese toque.

    ha scritto il 

  • 5

    Quant’è importante l’amicizia, quant’è importante sognare.. e qui troviamo l’amicizia con l’A maiuscola, ed è il filo che lega la storia: George e Lennie, talmente diversi ma essenziali l'un l'altro p ...continua

    Quant’è importante l’amicizia, quant’è importante sognare.. e qui troviamo l’amicizia con l’A maiuscola, ed è il filo che lega la storia: George e Lennie, talmente diversi ma essenziali l'un l'altro per sopravvivere e per tenere in vita quel sogno che da la forza di andare avanti, una chimera, che quando pensi di averla raggiunta si allontana sempre più.
    Una frase del libro: "Noi invece è diverso! E perché? Perché… perché ci sei tu che pensi a me e ci sono io che penso a te, ecco perché."
    Breve ma intenso, commovente, malinconico…

    scritto il 1 giu 2009

    ha scritto il 

  • 4

    Y fin?

    El libro me ha gustado, me gusta como está narrado, pero la sinopsis es el libro entero. Tengo la sensación d eque acaba de manera muy abrupta, en plan "chin pon" creo que se habria podido sacar mas d ...continua

    El libro me ha gustado, me gusta como está narrado, pero la sinopsis es el libro entero. Tengo la sensación d eque acaba de manera muy abrupta, en plan "chin pon" creo que se habria podido sacar mas de la relación entre George y Lenny, y sus personajes daba mas de sí, como Slim y Candy..... no se, me quedo con la sensación de que al escritor se le acabó el plazo de entrega de la novela...

    ha scritto il 

  • 5

    'Uomini e Topi'

    Da ricamare ce ne sarebbe parecchio - dalla magnifica traduzione di Pavese ("Come talvolta avviene, un attimo discese e si librò e durò molto più che un attimo. E il suono tacque e il movimento tacque ...continua

    Da ricamare ce ne sarebbe parecchio - dalla magnifica traduzione di Pavese ("Come talvolta avviene, un attimo discese e si librò e durò molto più che un attimo. E il suono tacque e il movimento tacque, per molto molto più che un attimo. Poi gradualmente il tempo si ridestò e riprese a trascorrere lento.") alla magistrale interpretazione di Lennie resa da Malcovich nel film di Sinise, passando per John Steinbeck che meriterebbe un'ovazione già solo se scrivesse dello sgocciolio di un rubinetto - ma, in fondo, sarebbe solo aggiungere fuffa alla perfezione.

    ha scritto il 

Ordina per