Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Uscita per l'inferno

Di

Editore: Sperling & Kupfer

3.4
(1213)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 325 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Francese , Svedese , Giapponese , Olandese , Greco , Portoghese , Polacco , Ceco , Russo

Isbn-10: 8820037874 | Isbn-13: 9788820037871 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Tullio Dobner

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico

Genere: Fiction & Literature , Horror , Mystery & Thrillers

Ti piace Uscita per l'inferno?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un uomo come tanti. Una vita regolare, un buon impiego, una moglie affettuosa e una tragedia con cui convivere, da quando l'unico figlio non c'è più. Da allora George e Mary hanno cercato di riprendere un'esistenza normale, ma in realtà niente è più come prima: qualcosa in George si è spezzato per sempre. Così, quando viene informato che la sua villetta, la sua ditta, l'intero quartiere in cui abita saranno spazzati via da un inutile prolungamento autostradale non ha dubbi e si schiera a fianco dei condannati a morte. Ambientato ai tempi di un'indimenticabile crisi energetica, nell'America angosciata e impaurita dal futuro, un romanzo duro e incalzante di Stephen King firmato con lo pseudonimo di Richard Bachman.
Ordina per
  • 3

    Tra tutti quelli che ho letto del Re, personalmente questo l'ho trovato un po' sotto tono.
    Non accade molto ed il finale è abbastanza ovvio già dalle prime pagine, però si fa leggere..

    ha scritto il 

  • 4

    non puoi avere sempre quello che vuoi. Ma se tenti qualcosa,potresti scoprire che ottieni cio' di cui hai bisogno

    vorrei avere solo vent'anni con un mucchio di decisioni ancora da prendere

    ha scritto il 

  • 4

    confesso che ho iniziato il libro con sospetto. ormai mi capita da un po' con King, non sai mai se davanti hai un bel libro o una ciofeca.
    questo è stato un bel libro, una bella storia che mi ha coinvolto fino alla fine. all'inizio il protagonista mi è stato antipatico per certi atteggiamen ...continua

    confesso che ho iniziato il libro con sospetto. ormai mi capita da un po' con King, non sai mai se davanti hai un bel libro o una ciofeca.
    questo è stato un bel libro, una bella storia che mi ha coinvolto fino alla fine. all'inizio il protagonista mi è stato antipatico per certi atteggiamenti tenuti nei confronti della moglie e dei colleghi di lavoro, alla fine l'ho riabilitato.
    una bella sorpresa.

    ha scritto il 

  • 4

    Una lucida follia...

    Romanzo (scritto sotto lo pseudonimo di Bachman) che, come spesso accade in questo caso, non riguarda l'orrore soprannaturale o maligno ma quello generato da un comune essere umano...<br />George non ha mai del tutto superato la perdita del giovane figlio per un tumore e, quan ...continua

    Romanzo (scritto sotto lo pseudonimo di Bachman) che, come spesso accade in questo caso, non riguarda l'orrore soprannaturale o maligno ma quello generato da un comune essere umano...<br />George non ha mai del tutto superato la perdita del giovane figlio per un tumore e, quando viene a sapere che dovrà essere sfrattato per consentire la costruzione di un'autostrada, perde totalmente la lucidità mentale: abbandonati tutto e tutti, si lancia in una vita al limite, sempre in bilico tra realtà e illegalità, fino al giorno fatidico del trasloco, quando, dopo aver comprato armi a volontà, si prepara da solo ad affrontare il suo destino...<br />Altro romanzo molto breve nel quale King riesce a instaurare la sua classica storia che parte piano e cresce costantemente fino al finale da brividi... l'unico difetto è, nella mia opinione, proprio la lentezza dell'inizio, dove probabilmente qualche capitoletto poteva anche essere omesso per favorire una maggiore fluidità alla storia ma, da un terzo in poi, King non delude, riuscendo a scatenare tutto il suo classico orrore, semplicemente scavando nella mente di un uomo...<br />Da leggere!

    ha scritto il 

  • 5

    Un capolavoro... veramente un libro di quelli che non vorresti che finisse mai.
    Consigliatissimo per gli amanti di Stephen King (non è terrificante ma ben scritto e con quel pizzico di follia).

    ha scritto il 

  • 2

    pasas gran parte del libro esperando a que pase lo que pasa al final de todo,son paginas y paginas relatando los ultimos dias de un pobre hombre al que expropian su casa y se vuelve loco iniciando una cruzada contra el mundo en general y la constructora en particular
    un libro excesivamente ...continua

    pasas gran parte del libro esperando a que pase lo que pasa al final de todo,son paginas y paginas relatando los ultimos dias de un pobre hombre al que expropian su casa y se vuelve loco iniciando una cruzada contra el mundo en general y la constructora en particular
    un libro excesivamente largo sin demasiada historia

    ha scritto il 

  • 4

    A me Richard Bachman piace!

    Bel libro del buon caro e vecchio King, scritto sotto pseudonimo di Bachman, diversi anni fa. Non sarà un capolavoro, ma si legge bene e tiene comunque fino all'ultima pagina, vai avanti per sapere come andrà a finire. Delle volte Bachman batte King, che da par suo, oltre a capolavori ha scritto ...continua

    Bel libro del buon caro e vecchio King, scritto sotto pseudonimo di Bachman, diversi anni fa. Non sarà un capolavoro, ma si legge bene e tiene comunque fino all'ultima pagina, vai avanti per sapere come andrà a finire. Delle volte Bachman batte King, che da par suo, oltre a capolavori ha scritto anche belle schifezze nel corso della sua lunga carriera!

    ha scritto il 

Ordina per