Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Uscite dal mondo

By Elémire Zolla

(227)

| Paperback | 9788845908798

Like Uscite dal mondo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Questo libro, di mirabile ricchezza tematica, presenta una serie di itinerari che, partendo dai luoghi, dalle civiltà e dai tempi più lontani, sboccano tutti in uno spazio improvvisamente libero e da sempre aperto a chi sappia percepirlo. Tale spazio Continue

Questo libro, di mirabile ricchezza tematica, presenta una serie di itinerari che, partendo dai luoghi, dalle civiltà e dai tempi più lontani, sboccano tutti in uno spazio improvvisamente libero e da sempre aperto a chi sappia percepirlo. Tale spazio aggiunge una sorta di 'quarta dimensione' a ogni nostra esperienza. Per mostrare che cosa di fatto possa essere, Zolla ci offre molteplici esempi. Innanzitutto persone, da Tolkien a Eliade, da Guénon a Coomaraswamy, da Florenskij a Marius Schneider, da Dumézil a Lévi-Strauss, nella cui opera e nella cui vita avvertiamo quel soffio liberatorio. Ma anche, calandosi nel pozzo del passato, Zolla si azzarda a decifrare la sapienza che si cela nelle rune e nelle radici indoeuropee. O altrimenti osserva crescere e svilupparsi quelle creature peculiarmente moderne che furono l''intelligencija' o il satanismo letterario. Con perfetta agilità, Zolla si muove in questo libro tra i primordi cifrati e la 'realtà virtuale' che le macchine simulative stanno per sovrapporre alla realtà comune, provocando uno sconvolgimento dell'immaginazione che forse soltanto chi conosce la via delle uscite dal mondo potrà dominare.

9 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Lo snobismo culturale fatto libro.
    Lo leggi, e alla fine... Ok, e questo a che mi serve?

    forse, tutto sommato, è solo narrativa.....

    Is this helpful?

    Filosofo Incognito said on Aug 31, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    «Non vedo che disastrosi inganni sulla via di chi esibisce con tracotanza l'assenza di significati».

    Is this helpful?

    lauromanieri said on Aug 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    mi ha regalato momenti bellissimi ed attimi di riflessione, cosa posso chiedere di più. Ovviamente non ho mai la pretesa di cogliere tutto, me ne manca sicuramente la compentenza, ma rimane comunque una prospettiva di sguardo molto ampia di continue ...(continue)

    mi ha regalato momenti bellissimi ed attimi di riflessione, cosa posso chiedere di più. Ovviamente non ho mai la pretesa di cogliere tutto, me ne manca sicuramente la compentenza, ma rimane comunque una prospettiva di sguardo molto ampia di continue risonanze e rimandi come se vi fosse un filo sottile ed impercettibile che fa risuonare tutte le cose. preziosissimi certi rimandi a personaggi del mondo accademico, i più svariati e sconosciuti che hanno deciso di dedicare la loro vita a percosi sconosciuti e profondi relalandoci altre visioni del mondo che ci circonda

    Is this helpful?

    Ferminadaza said on Aug 23, 2012 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    Assaggi di sfolgorante vera lucidità intuente

    pag. 350 - Zolla commenta un passaggio dell’opera “Fino all’ultimo” di John Ruskin:
    “La ricchezza economica è soltanto l’arte di tener povero il prossimo, è un concetto relativo. La vera ricchezza è la vita, come potere di amare e gioire e ammirare; ...(continue)

    pag. 350 - Zolla commenta un passaggio dell’opera “Fino all’ultimo” di John Ruskin:
    “La ricchezza economica è soltanto l’arte di tener povero il prossimo, è un concetto relativo. La vera ricchezza è la vita, come potere di amare e gioire e ammirare; massimamente ricco è il paese che nutre il massimo numero di esseri nobili e felici e la somma del godimento non dipende dalla quantità di cose assaporate ma dalla vivacità e pazienza del palato.”

    pag. 455 - Zolla, sull’opera “Tristes Tropiques” di Claude Lévi-Strauss:
    “Alla fine dell’opera enuncia chiaramente il suo delicato ideale: la possibilità di isolarsi dal ronzare dell’arnia dove abitiamo, di contemplare un minerale che è più bello d’ogni nostra opera, di aspirare nell’incavo d’un giglio un profumo più complesso d’ogni nostro pensiero, il cenno i serenità e di perdono che si scambia «in virtù d’un involontario accordo» con un gatto.”

    Is this helpful?

    Theomertmalogos Eterokrilno said on Nov 29, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    se l'analisi razionale del reale spiega ogni cosa è inutile provare a sfogliare questo libro

    Is this helpful?

    valter said on Feb 15, 2009 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (227)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 611 Pages
  • ISBN-10: 8845908798
  • ISBN-13: 9788845908798
  • Publisher: Adelphi (Biblioteca, 247)
  • Publish date: 1992-02-01
Improve_data of this book