V per Vendetta

Di

Editore: Rizzoli (24/7)

4.5
(4341)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 300 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Francese

Isbn-10: 8817009288 | Isbn-13: 9788817009287 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Leonardo Rizzi ; Illustratore o Matitista: David Lloyd ; Colorista: Siobhan Dodds , Steve Whitaker , David Lloyd

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico , Copertina rigida

Genere: Fumetti & Graphic Novels , Politica , Fantascienza & Fantasy

Ti piace V per Vendetta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
In un'Inghilterra scampata alla guerra nucleare e oppressa da una dittatura poliziesca, un uomo dal volto coperto da una maschera inizia la sua rivolta contro il potere. Il suo nome è V, e vuole vendicarsi di coloro che l'hanno internato in un campo di concentramento e l'hanno sottoposto a crudeli esperimenti medici. In un mondo orwelliano in cui gli altoparlanti diffondono le notizie ufficiali dell'emittente del regime, la Voce del Fato, V cerca di spingere la gente all'insurrezione. "V for Vendetta" è una drammatica rappresentazione della perdita della libertà e dell'identità in un mondo totalitario che, all'inizio degli anni Ottanta, ha segnato una svolta nella narrazione a fumetti. Dal libro un nuovo film dei registi di "Matrix".
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Bello ma non poi così originale

    Questo fumetto è fatto benissimo e probabilmente, per l'epoca in cui è stato fatto, era anche "rivoluzionario".
    Come storia non è niente di eccezionale, in pratica è 1984 con una specie di super eroe ...continua

    Questo fumetto è fatto benissimo e probabilmente, per l'epoca in cui è stato fatto, era anche "rivoluzionario".
    Come storia non è niente di eccezionale, in pratica è 1984 con una specie di super eroe che "combatte" contro il regime. L'origine dell' "Eroe" e quali siano le sue capacità non sono molto chiare, come non sono chiari altri passaggi nella storia, ma non è sempre importante spiegare tutto. Inoltre non ho ben chiaro come mai i complottisti utilizzino la sua maschera come "loro" simbolo.

    ha scritto il 

  • 4

    la democrazia non funziona, allora arriva la guerra, la didattura e il grande fratello
    e dopo? le esplosioni e il caos. è questa la via d'uscita? spero di no

    ha scritto il 

  • 0

    Anche se l'ho aggiunto qui su Goodreads solo da qualche mese, questo volume mi fissava dalla libreria da anni. Lo acquistai dopo essermi innamorata del film, ma mi bloccai alle primissime pagine per v ...continua

    Anche se l'ho aggiunto qui su Goodreads solo da qualche mese, questo volume mi fissava dalla libreria da anni. Lo acquistai dopo essermi innamorata del film, ma mi bloccai alle primissime pagine per via del disegno. Quale occasiine migliore per leggerlo se non il 5 novembre di quest'anno (che è pure 2015)? Questo nuovo tentativo non mi ha portato a fare alcuno sforzo per proseguire nei primi capitoli, ho invece un po' faticato verso la fine. Le ambientazioni distopiche (quelle serie, quelle contemporanee abbozzate gli YA no...) sono tra le mie preferite, sarebbe stato difficile per me non apprezzarlo almeno quanto il film. I disegni sono un po' lontani dai miei gusti, anche per colpa dell'edizione in bianco e nero (la scelsi perché inizialmente l'opera fu concepita e distribuita così, ha visto i colori più tardi) ma le immagini viste in rete mi portano a pensare il bianco e nero la indebolisca un po'. Nonostante ciò mi è piaciuto tantissimo, anche per i personaggi secondari che non hanno trovato spazio sulla pellicola come l'ambiziosa e spregevole Helen Heyer.
    V professa che le idee sono a prova di proiettile, Alan Moore e David Lloyd che certe opere sono a prova del tempo, un fumetto che difficilmente dimenticherò.

    ha scritto il 

  • 5

    Questa primavera Watchmen mi ha iniziato al mondo delle graphic novel. Data l'impressione più che positiva, da buona fan della letteratura distopica, ho deciso di recuperare quest'altro lavoro di Moor ...continua

    Questa primavera Watchmen mi ha iniziato al mondo delle graphic novel. Data l'impressione più che positiva, da buona fan della letteratura distopica, ho deciso di recuperare quest'altro lavoro di Moore. Sarò ripetitiva ma ci tengo a ribadire che non ha assolutamente nulla da invidiare ai grandi titoli del genere, 1984 in primis.
    Ecco la trama: in un'Inghilterra oppressa da una dittatura poliziesca, in cui gli altoparlanti diffondono ad ogni angolo le notizie ufficiali dell'emittente del regime, la Voce del Fato, un uomo dal volto coperto da una maschera riproducente l'anarchico Guy Fawkes inizia la sua rivolta contro il potere. Il suo nome è V, e il suo fine è quello di vendicarsi di coloro che l’hanno internato in un campo di concentramento e poi sottoposto a crudeli esperimenti medici. Ma non è tutto: V cerca anche di spingere la massa all’insurrezione.
    Sebbene sia uscito solo successivamente, V per Vendetta è stato concepito negli anni Ottanta e ciò rende di conseguenza evidente le allusioni al governo tatcheriano.
    Ho preferito, dopo attento confronto, la lettura a colori rispetto a quella in bianco e nero, soprattutto per forte impatto visivo delle tavole.
    Un consiglio: dimenticate il film del 2006 perchè se in un primo momento anche a me era piaciuto molto, alla luce dell'opera originale impallidisce. Voto 8,5/10
    Passate sulla mia pagina Facebook per scambiarci opinioni e consigli! www.facebook.com/quandounlibroticambialavita

    ha scritto il 

  • 5

    Grande

    Después de watchmen tenía muchas ganas de leerme V y me ha encantadoLa película me fascino pero el cómic es toda una novelaAdulta, madura y muy bien pensada. Con diálogos retorcidas y con una densa ca ...continua

    Después de watchmen tenía muchas ganas de leerme V y me ha encantadoLa película me fascino pero el cómic es toda una novelaAdulta, madura y muy bien pensada. Con diálogos retorcidas y con una densa carga que se ha de desgranar poco a poco y degustar.El dibujo al igual que con watchmen me ha dejado un poco frío ya que muchas veces era incapaz de recordar rostros pero si que le da un aire deprimente que le sienta muy bienUn clasico

    ha scritto il 

  • 4

    Avete presente "1984"?! Ecco, questa lettura mi ha messo addosso la solita ansia di quando leggevo Orwell.. Le idee di base sono abbastanza simili, un governo che esercita un controllo assoluto sui ci ...continua

    Avete presente "1984"?! Ecco, questa lettura mi ha messo addosso la solita ansia di quando leggevo Orwell.. Le idee di base sono abbastanza simili, un governo che esercita un controllo assoluto sui cittadini, ma in questo caso sono ancora più estreme. Tanto estreme che l'unica soluzione è rappresentata da V, un anarchico terrorista mascherato.

    Anche se qualche anno fa ho visto il film e qualcosa della trama me la ricordavo, la lettura è stata comunque interessante (non dico piacevole, ma se sono ansiosa non è colpa di Alan Moore!)

    ha scritto il 

  • 4

    Scelto da me medesima, consigliata dal giovane Davide per il mio gruppo di lettura . Avevo voglia di sperimentare nuovi linguaggi con gente abituata solo alle parole scritte. Gran fumetto, lo dice la ...continua

    Scelto da me medesima, consigliata dal giovane Davide per il mio gruppo di lettura . Avevo voglia di sperimentare nuovi linguaggi con gente abituata solo alle parole scritte. Gran fumetto, lo dice la storia. E genere alto, su cui bisognerebbe soffermarsi di più , dopo averlo letto e riletto almeno un paio di volte.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per