Va' dove ti porta il cuore

Audiolibro

Di

Editore: Baldini Castoldi Dalai

3.2
(9472)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese , Francese , Tedesco , Catalano , Olandese , Portoghese , Ceco , Turco , Danese

Isbn-10: 888089207X | Isbn-13: 9788880892076 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri , Tascabile economico , Copertina morbida e spillati , eBook

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Va' dove ti porta il cuore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Terribilmente lezioso

    Ho letto questo libro celeberrimo che ancora mancava nella mia biblioteca ma... ho rischiato il diabete! troppo lezioso, sdolcinato... NO! Non capisco il successo planetario.

    ha scritto il 

  • 5

    Una storia che graffia il cuore

    Sono ancora scombussolata, sono agitata, in fermento, in ansia... non so come spiegarlo. Questo racconto mi ha smosso qualcosa, ancora non ho capito cosa, ma ha fatto riaffiorare emozioni, ricordi, pe ...continua

    Sono ancora scombussolata, sono agitata, in fermento, in ansia... non so come spiegarlo. Questo racconto mi ha smosso qualcosa, ancora non ho capito cosa, ma ha fatto riaffiorare emozioni, ricordi, pensieri molto potenti. Ho amato ed odiato Olga. Non condivido la sua idea dell'essere nonni, non condivido le parole che ha scelto per descrivere determinate situazioni, ma allo stesso tempo mi sento dalla sua parte e non so voi ma mi ha fatto veramente repellere la figlia e la nipote. Ricordiamoci che comunque tutto è raccontato dal suo punto di vista, il narratore non ci dà informazioni sulle altre persone coinvolte, quindi tutto passa attraverso il filtro delle sue emozioni. E questa cosa arriva prepotentemente al lettore, che vive lui stesso sensazioni contraddittorie ma fortissime. Ora non vedo l'ora di leggere il seguito per sapere se Olga è morta al ritorno della Nipote (cosa che credo), per conoscere questa ragazza, i suoi pensieri, le sue reazioni di fronte alle importante scoperte che la nonna le ha confidato nelle lettere.

    ha scritto il 

  • 5

    Questo romanzo mi ha letteralmente avvolto il cuore: intenso, puro, dolce e straziante. La scrittura della Tamaro mi ha molto sorpreso, è limpida, semplice, ma allo stesso tempo potente e vivida. Ries ...continua

    Questo romanzo mi ha letteralmente avvolto il cuore: intenso, puro, dolce e straziante. La scrittura della Tamaro mi ha molto sorpreso, è limpida, semplice, ma allo stesso tempo potente e vivida. Riesce ad esprimere concetti spesso dolorosi con una tale onestà, usando metafore quotidiane, che la lettura scorre via senza intoppi, ma con il cuore più gonfio.
    Il doloroso rapporto di tre generazioni, la stigmate che si porta dietro Olga, la ruvidezza degli abitanti del Carso (figli della amatissima Bora) fanno di questa storia un capolavoro indimenticabile.
    Susanna Tamaro è una scrittrice fantastica e questo ne è la prova.

    ha scritto il 

  • 5

    Letto tanto tempo fa, riletto di recente. E' un classico intramontabile, continuo ad apprezzarlo molto e mi è rimasto nel cuore: è una confessione, che vuole essere anche speranza e fiducia di una non ...continua

    Letto tanto tempo fa, riletto di recente. E' un classico intramontabile, continuo ad apprezzarlo molto e mi è rimasto nel cuore: è una confessione, che vuole essere anche speranza e fiducia di una nonna nei confronti di una nipote.

    "E quando poi davanti a te si apriranno tante strade e non saprai quali prendere, non imboccarne una a caso, ma siediti e aspetta. Respira con la profondità fiduciosa con cui hai respirato il giorno in cui sei venuta al mondo, senza farti distrarre da nulla, aspetta e aspetta ancora. Stai ferma, in silenzio, e ascolta il tuo cuore. Quando ti parla, alzati e va' dove lui ti porta."

    ha scritto il 

  • 3

    Và dove ti porta il cuore racconta una storia forte e umanissima in forma di lunga lettera - scandita come un diario - di una donna anziana alla giovane nipote lontana. È una lettera di amore e allo s ...continua

    Và dove ti porta il cuore racconta una storia forte e umanissima in forma di lunga lettera - scandita come un diario - di una donna anziana alla giovane nipote lontana. È una lettera di amore e allo stesso tempo una pacata ma appassionata confessione a cuore aperto di un'intera vita che nel gesto della scrittura ritrova finalmente il senso della propria esperienza e della propria identità.
    Un romanzo/diario davvero drammatico, direi alla Nicholas Sparks. Una storia piena di emozioni taciute, il passato di nonna Olga che si confessa alla nipote che si è presa una lunga pausa di riflessione in America e che non vuole più parlare con sua nonna. Olga, in punto di morte, decide di lasciare questa sua confessione in forma scritta. E ne viene fuori una sorta di diario/confessione, che riguarderà non solo il passato della nonna stessa, ma anche della madre di sua nipote. E il dramma cresce di pagina in pagina...

    ha scritto il 

  • 1

    Se in Italia esistesse un partito dichiaratamente cattocomunista, serie tv come "Un medico in famiglia" e altre fiction trasmesse da Rai 1 ne sarebbero la tribuna politica televisiva, e questo romanzo ...continua

    Se in Italia esistesse un partito dichiaratamente cattocomunista, serie tv come "Un medico in famiglia" e altre fiction trasmesse da Rai 1 ne sarebbero la tribuna politica televisiva, e questo romanzo il suo perfetto manifesto programmatico. A suo tempo diffuso in milioni di copie proprio come una lettera rivolta agli elettori, trasuda buonismo e paternalismo da ogni riga e ammaestra agli edulcorati valori della Famiglia e della Religione. Perlomeno la Tamaro ha avuto la decenza di non calcare troppo la mano anche sulla Patria...

    ha scritto il 

  • 2

    Sentimentalismo da autogrill..
    Ok, forse sono ingiusta perchè non è il mio genere e infatti è rimasto per anni sullo scaffale a fare da decorazione. L'ho letto tra ieri e oggi, anzi ascoltato, perchè ...continua

    Sentimentalismo da autogrill..
    Ok, forse sono ingiusta perchè non è il mio genere e infatti è rimasto per anni sullo scaffale a fare da decorazione. L'ho letto tra ieri e oggi, anzi ascoltato, perchè mi serviva un audiolibro ed era il primo che avevo a disposizione. Verità? Mi aspettavo peggio, infatti le stelle sono due e non una.
    Non fa per me..sentimentalismo spicciolo, frasi da cioccolatini o da libro di aforismi e drammoni da fiction della rai

    ha scritto il 

  • 0

    Per la serie "Commenti vari ed eventuali".

    Letto senza pretese tanto, ma tanto tempo fa. Le uniche cose che ricordo sono le citazioni al Piccolo Principe. Per il resto, buio.

    ha scritto il 

  • 3

    “Lottare per un’idea senza avere un’idea di sé è una delle cose più pericolose che si possa fare”

    Oltre vent’anni prima di leggerlo, alla fine ce l’ho fatta…
    Avevo in mente di procedere anche a una sorta di revisionismo teso a rivalutare la critica di questo romanzo dall’alto della mia esperienza ...continua

    Oltre vent’anni prima di leggerlo, alla fine ce l’ho fatta…
    Avevo in mente di procedere anche a una sorta di revisionismo teso a rivalutare la critica di questo romanzo dall’alto della mia esperienza di letture controverse (ah ah).
    Ma non c’è stato nulla da fare, secondo me questo è un libro da vietare ai maggiori di una certa età; sì, perché dopo un preciso periodo della vita credo che leggerlo sia inutile, il suo target è quello dell’età della ragazza a cui è destinata la lettera.
    L’intenzione di base è buona ed è quella che ha decretato il successo mondiale di questo libro, ma con l’avanzare dell’età l’aura che lo circonda si dissolve mostrando così tutti i suoi limiti.
    Per essere un romanzo la storia mi è sembrata eccessivamente… romanzata con qualche forzatura di troppo e qualche trovata che, almeno in un caso, mi è sembrata veramente di pessimo gusto.
    Mi fermo qui, con il massimo rispetto per chi su questo libro ci ha ricamato bei sogni
    e che all’inizio stava prendendo anche me, per fortuna che il mio di cuore ha smesso già da un bel pezzo di darmi suggerimenti, compromesso raggiunto con lui dopo che ho accettato l’ultimo... di smettere di fumare…

    P.S. Intanto proseguo nel tentativo di rivalutazione critica di altri testi altrettanto controversi…

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per