Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Va già meglio

Lo sviluppo globale e le strategie per migliorare il mondo

Di

Editore: Bollati Boringhieri

4.0
(2)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 269 | Formato: Paperback

Isbn-10: 883392288X | Isbn-13: 9788833922881 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Maria Lorenza Chiesara

Genere: Business & Economics , Political , Social Science

Ti piace Va già meglio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
In una versione ampiamente condivisa della storia recente si denuncia l'incapacità, o la mancanza di volontà, dei leader delle maggiori economie del mondo di promuovere lo sviluppo tra gli abitanti più poveri del pianeta. Sembra che tutti siano d'accordo: gran parte del mondo è un pozzo nero di stagnazione economica, sovrappopolazione, fame, ignoranza, violenza e malattia. Le destre vorrebbero abbandonare il Terzo Mondo al suo inevitabile destino. Le sinistre osservano il fallimento e ne incolpano la dominazione occidentale e il neo-imperialismo. Cosa fare allora? L'argomento del fallimento - soprattutto dell'Africa - rappresenta un duro atto d'accusa, ma la realtà è diversa. È vero che molte parti del pianeta sono rimaste indietro in termini di reddito, ma è anche vero che hanno tutte visto miglioramenti senza precedenti nei livelli di salute e di istruzione, nel processo di parificazione dei generi, nelle condizioni di sicurezza pubblica e nel rispetto dei diritti umani. Dappertutto vi sono stati miglioramenti che non hanno precedenti nella storia. Charles Kenny avanza un ottimismo realistico, fondato su dati solidi, dai quali emerge un diffuso progresso nella qualità della vita, soprattutto grazie alle tecnologie e alla forza delle idee, e lo fa rivendicando l'importanza della politica degli aiuti, una voce di spesa non certo cara alla destra liberista. (da IBS)
Ordina per
  • 5

    Consigliato agli stressati dalla crisi

    Qui e oggi (Italia, giugno 2012) le nostre certezze più radicate tremano dalle fondamenta: il lavoro, le aziende, le banche, la borsa, i bot, il mattone, e poi la società, la politica, la chiesa, pure il calcio, per non parlare della terra.
    Proprio per questo si sente il bisogno di qualcuno ...continua

    Qui e oggi (Italia, giugno 2012) le nostre certezze più radicate tremano dalle fondamenta: il lavoro, le aziende, le banche, la borsa, i bot, il mattone, e poi la società, la politica, la chiesa, pure il calcio, per non parlare della terra.
    Proprio per questo si sente il bisogno di qualcuno che, con rigore e cognizione di causa, provi ad allargare l'orizzonte e ci spieghi che questi anni, alla fine, saranno ricordati come l'epoca in cui gran parte dell'umanità riuscirà a soddisfare quei pochi bisogni veramente importanti.
    L'effetto, volutamente o no, è consolatorio: ce n'è bisogno.

    ha scritto il 

  • 3

    Il mondo non è una pacchia, ma nemmeno un pacco

    In sintesi:
    1. il reddito non è l'unico criterio per misurare il benessere di uno stato
    2. se non lo puoi aumentare puoi diminuire i costi della sanità e dell'istruzione
    3. è quello che è stato fatto in molti paesi dell'Africa
    4. la mortalità infantile è diminuita mentre l ...continua

    In sintesi:
    1. il reddito non è l'unico criterio per misurare il benessere di uno stato
    2. se non lo puoi aumentare puoi diminuire i costi della sanità e dell'istruzione
    3. è quello che è stato fatto in molti paesi dell'Africa
    4. la mortalità infantile è diminuita mentre le aspettative di vita sono aumentate

    ha scritto il