Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Vacanze in villa

Di

Editore: Arnoldo Mondadori Editore

3.0
(801)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 261 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Francese

Isbn-10: 8804606398 | Isbn-13: 9788804606390 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Nicoletta Lamberti

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Ti piace Vacanze in villa?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Metti una splendida villa andalusa, due coppie infelici e un’imprevista vacanza insieme: che cosa succederà? Chloe ha davvero bisogno di una vacanza. Non ne può più di confezionare abiti nuziali, lei poi che non è neanche sposata! Ed è un momento delicato perché Philip, il suo compagno, ha seri problemi di lavoro e non riesce a pensare ad altro. Meno male che Gerard, uno dei suoi più cari amici, le presta la sua meravigliosa villa in Spagna dove trascorrere qualche giorno in pace... Perfetto! Hugh non è felice. Amanda, la sua impeccabile moglie, sembra più interessata ai colori delle pareti del loro lussuoso appartamento che a lui, e a Hugh non resta che lavorare dalla mattina alla sera, trascurando la sua famiglia e soprattutto trasformandosi in un estraneo per le sue due bambine. Ma Gerard, un vecchio compagno di scuola che ha rincontrato per caso, gli dà l’occasione di spezzare questa opprimente routine proponendogli un breve soggiorno nella sua casa in Spagna... Perfetto! E così Chloe e Hugh si ritrovano con le rispettive famiglie nello stesso momento e nello stesso posto, scoprendo con grande disappunto che Gerard ha promesso la villa a entrambi. Dopo lo sconcerto iniziale, sono costretti a convivere tra piccoli disagi e, soprattutto, tensioni sotterranee. Perché Chloe e Hugh hanno un passato in comune, un passato che torna prepotentemente a galla durante una vacanza che si rivelerà piena di imprevisti e sorprese. Madeleine Wickham racconta con grande naturalezza e sensibilità, senza rinunciare al consueto tocco di humour, le dinamiche di due coppie in crisi e l’attrazione esercitata dalla prospettiva di una nuova relazione, con le sue incognite che affascinano e spaventano al tempo stesso. Vacanze in villa è una commedia sofisticata sulla difficoltà di difendere l’amore dalle insidie dell’abitudine e della quotidianità, in una sfida che si combatte – e si vince – giorno dopo giorno.
Ordina per
  • 2

    No no, non ci siamo proprio, questa non è la Kinsella che piace a me! Mancano l'ironia e il divertimento, rimane la struttura ad intreccio della storia, ma il tutto appare, in alcuni punti, come una specie d Harmony stucchevole. Non lo consiglio.

    ha scritto il 

  • 3

    Avendo letto altri libri della scrittrice, sinceramente mi aspettavo qualcosa di meglio, non è stato un libro che mi abbia appassionato particolarmente. Storia comunque in parte fuori dal comune delle solite storielle rosa...

    ha scritto il 

  • 3

    Un caso o uno scherzo di cattivo gusto? Come mai si ritrovano nella stessa villa due diverse famiglie a cui un amico ha prestato la propria casa? La giovane Kinsella, qui ancora Wickham, prova a rispondere. Ci sono molte cose telefonate e banali, ma alla fine non ho trovato così scontata la concl ...continua

    Un caso o uno scherzo di cattivo gusto? Come mai si ritrovano nella stessa villa due diverse famiglie a cui un amico ha prestato la propria casa? La giovane Kinsella, qui ancora Wickham, prova a rispondere. Ci sono molte cose telefonate e banali, ma alla fine non ho trovato così scontata la conclusione e c'è almeno un personaggio, che per quanto marginale mi ha fatto ridere... anche se l'ho trovato abbastanza sopra le righe, Jenna. Scherzavo!!!! :P

    ha scritto il 

  • 2

    Due gruppi umani (aka: famiglie) costretti da un "regista occulto" a condividere uno spazio ampio ma isolato e privo di internet, interazioni tra classi sociali e tra generi, buoni sentimenti che pervadono tutte e tutti dopo la rovinosa ma edificante vacanza.


    Malgrado la prevedibilità, qua ...continua

    Due gruppi umani (aka: famiglie) costretti da un "regista occulto" a condividere uno spazio ampio ma isolato e privo di internet, interazioni tra classi sociali e tra generi, buoni sentimenti che pervadono tutte e tutti dopo la rovinosa ma edificante vacanza.

    Malgrado la prevedibilità, qualche lungaggine (c'è un tramonto che dura da pag. 138 a pag. 158) l'inverosimiglianza del personaggio Hugh et al. si delinea qua e là la Kinsella che verrà, arguta e fresca (ma la tematica "come conciliare l'essere workaholic e l'avere una vagonata di soldi con la propria coscienza" è già ben presente).

    Curiosità: che leggi vigono in UK in tema di adozione di figli di madre single??

    Espressioni ricorrenti: svuotare la mente, bloccare i problemi fuori dalla mente, frustrazione, rilassarsi.

    Comunque leggibile; due stellette e mezza.

    ha scritto il 

  • 4

    Si dai...

    Un po' lentino rispetto agli altri scoppiettanti libri della scrittrice alias Kinsella.... A meta' ero indecisa su come avrei preferito che finisse, a quando sono arrivata alla fine, ho condiviso a pieno la scelta della scrittrice. Carino.

    ha scritto il 

  • 3

    Carino... tre stelle poche, quattro troppe...

    ... ma in fin dei conti si lascia leggere. Niente a che vedere con la spassosa Kinsella del ciclo "I love shopping". La trama non è che sia originalissima, ma è comunque una lettura di evasione.

    ha scritto il 

Ordina per