Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Vado verso il Capo

13.000 km attraverso l'Africa

By Sergio Ramazzotti

(430)

| Mass Market Paperback | 9788807815720

Like Vado verso il Capo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Una traversata dell'Africa, attraversando il Sahara senza fuoristrada,affrontando le salite di fango rosso e scivoloso nel cuore della gungla su unabicicletta arrugginita, usando ogni genere di mezzo - camion, treni, merci,taxi, furgoni, traghetti, b Continue

Una traversata dell'Africa, attraversando il Sahara senza fuoristrada,affrontando le salite di fango rosso e scivoloso nel cuore della gungla su unabicicletta arrugginita, usando ogni genere di mezzo - camion, treni, merci,taxi, furgoni, traghetti, barchini - o andando a piedi e senza soldi percorrompere le autorità.

34 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    il viaggio è innanzitutto uno stato mentale, la predisposizione alla scoperta e alla novità, ed il viaggio diventa essenziale quando la necessità della scoperta è impellente (merce rara in tempi di turismo preconfezionato). per questo il resoconto, e ...(continue)

    il viaggio è innanzitutto uno stato mentale, la predisposizione alla scoperta e alla novità, ed il viaggio diventa essenziale quando la necessità della scoperta è impellente (merce rara in tempi di turismo preconfezionato). per questo il resoconto, emotivo e fattuale, del viaggio attraverso l'africa ha un potere di affascinazione ed affabulazione non facilmente resistibile; e suscita in poche righe il desiderio (ben cosciente, che non sarà realizzato) di passare attraverso la sabbia del deserto, il calore asfissiante delle foreste, le rovine di paesi stuprati dalle dittature, di parlare con tutta quella umanità che sopravvive all'inferno dell'africa dei poveri. un racconto che suscita brividi ma di cui, come una sindrome di stoccolma, si vorrebbe rimanere prigionieri per sempre.

    Is this helpful?

    Flood said on Aug 21, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "quando incontri un un profugo la prima cosa che fai è cercare di immaginare i suoi pensieri. Una bus station per te è un luogo di passaggio. Per lui è una casa, e potrebbe esserlo per i prossimi venti minuti o venti giorni o venti mesi. un viaggiato ...(continue)

    "quando incontri un un profugo la prima cosa che fai è cercare di immaginare i suoi pensieri. Una bus station per te è un luogo di passaggio. Per lui è una casa, e potrebbe esserlo per i prossimi venti minuti o venti giorni o venti mesi. un viaggiatore ha sempre una casa a cui pensare, e per questo prova la sensazione di trovarsi altrove. un profugo è un eterno viaggiatore per il quale il concetto di altrove è inesistente. la sua casa è dove poggia il sedere. Cerca ciò che ha perduto sapendo che la sua ricerca potrebbe durare in eterno. Un profugo non sa che cos'è la nostalgia poiché, per sopravvivere, la sua anima ha disimparato a provare questo sentimento."

    questa come altre considerazioni raccolte in questo racconto di viaggio, aiutano e in certi casi costringono a riflettere, sulla società sul concetto di nord e di sud, sul significato di parole come eguaglianza solidarietà giustizia e corruzione.
    grande esperienza di vita, credo che Ramazzotti abbia proprio ragione, solo viaggiando dentro un paese condividendo spazio, cibo, condizioni climatiche ed esperienze dettate dalla necessità, si può davvero trasformarlo da fidanzata in moglie.

    Is this helpful?

    Lucio said on Jul 9, 2013 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    Sul mal d'Africa..

    L'Africa da capo a piedi, anzi da cima a.. Capo, una delle traversate mitiche per ogni viaggiatore e il sogno di ogni amante d'Africa.
    Non so se dire con lucidità se questo libro ha pregi letterari, ma si viaggia con Sergio in ogni mezzo scassato su ...(continue)

    L'Africa da capo a piedi, anzi da cima a.. Capo, una delle traversate mitiche per ogni viaggiatore e il sogno di ogni amante d'Africa.
    Non so se dire con lucidità se questo libro ha pregi letterari, ma si viaggia con Sergio in ogni mezzo scassato su cui sale, si mangia e si ha fame con lui, si scopre qualcosa in più della storia e della politica d'Africa tramite le sue parole. Oh sì, questo libro è un viaggio.

    Is this helpful?

    silvia said on Oct 7, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    il primo libro di Ramazzotti ed il suo capolavoro; una concomitanza che e' una maledizione per l'autore.

    Is this helpful?

    Falcolini said on Jul 22, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Sergio Ramazzotti e credeva di conoscere l'Africa, ma ancora non gli
    era successo di percorrerne le strade come uno dei suoi tanti abitanti
    disperati: appiedato, senza mezzi, con una sacca in spalla che
    contiene tutto il proprio mondo.Un viaggio da A ...(continue)

    Sergio Ramazzotti e credeva di conoscere l'Africa, ma ancora non gli
    era successo di percorrerne le strade come uno dei suoi tanti abitanti
    disperati: appiedato, senza mezzi, con una sacca in spalla che
    contiene tutto il proprio mondo.Un viaggio da Algeri a Città del Capo,
    attraversando il Sahara senza fuoristrada usando ogni genere di mezzo -
    bicicletta, camion, treni merci, taxi, furgoni, traghetti, barchini -
    o andando a piedi, senza soldi per corrompere le autorità.
    Nell'universo disgraziato e magico, che via via gli si è aperto
    dinanzi, ha incontrato derelitti e ricchi trafficanti di diamanti,
    profughi che vagano da mesi e hanno dimenticato da dove vengono,
    poveri che si tolgono l'ultimo cibo di bocca per offrirlo, maghi e
    saltimbanchi, ladri e truffatori, soldati corrotti e onesti,
    prostitute, mercenari e volontari, chi ha distrutto la propria vita in
    questo continente e chi si è rifugiato nei suoi recessi più bui con la
    speranza di ricostruirla. "In ognuno di questi luoghi è avvenuto
    qualcosa che ha cambiato la mia idea di Africa, di amicizia, di uomo,
    di viaggio, forse anche la mia vita... Prima di questo viaggio
    l'Africa era la mia amante. Dopo è diventata mia moglie." Sergio
    Ramazzotti. Ho seguito sulla cartina dell'Africa ogni tratto del suo percorso emozionandomi e soffrendo con lui...... lo invidio perché l'unico modo che avrò di fare questo viaggio è leggendolo.

    Is this helpful?

    CindyB said on Jun 30, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un racconto di viaggio appassionante e commovente più di un romanzo.
    Leggendo delle avventure (e disavventure), dei compagni di viaggio straordinari, dei paesaggi indimenticabili che accompagnano Ramazzotti per 13.000 km, viene voglia di riempire un ...(continue)

    Un racconto di viaggio appassionante e commovente più di un romanzo.
    Leggendo delle avventure (e disavventure), dei compagni di viaggio straordinari, dei paesaggi indimenticabili che accompagnano Ramazzotti per 13.000 km, viene voglia di riempire uno zaino e partire per l’Africa.

    Is this helpful?

    Ladani said on Jan 16, 2012 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (430)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Mass Market Paperback 264 Pages
  • ISBN-10: 8807815729
  • ISBN-13: 9788807815720
  • Publisher: Feltrinelli
  • Publish date: 2003-01-01
  • Also available as: Others
Improve_data of this book