Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Vampire Academy

(Vampire Academy, Book 1)

By

Publisher: Penguin Books

4.1
(1295)

Language:English | Number of Pages: 336 | Format: Mass Market Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , Italian , Portuguese , Dutch

Isbn-10: 0141328525 | Isbn-13: 9780141328522 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Others , Hardcover , Library Binding , eBook

Category: Romance , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like Vampire Academy ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
St Vladimir's Academy isn't just any boarding school - hidden away, it's a place where vampires are educated in the ways of magic and half-human teens train to protect them. Rose Hathaway is a Dhampir, a bodyguard for her best friend Lissa, a Moroi Vampire Princess. They've been on the run, but now they're being dragged back to St Vladimir's where the girls must survive a world of forbidden romances, a ruthless social scene and terrifying night time rituals. But most of all, staying alive
Sorting by
  • 4

    Rivelazione!!!

    Ho iniziato questo libro pur avendo molte remore, dato che la copertina è davvero orribile e sembra voler attirare una fascia d'età molto bassa. In realtà, dopo i primi capitoli, sono stata totalmente catturata. Una storia di vampri diversa dai soliti cliché, che intriga e rapisce.
    Non si può no ...continue

    Ho iniziato questo libro pur avendo molte remore, dato che la copertina è davvero orribile e sembra voler attirare una fascia d'età molto bassa. In realtà, dopo i primi capitoli, sono stata totalmente catturata. Una storia di vampri diversa dai soliti cliché, che intriga e rapisce. Non si può non "innamorarsi" del misterioso Dimitri. Mi affretterò a comprare gli altri.

    said on 

  • 4

    A volte mi sorprendo da sola. Mi passano sotto il naso delle serie che avrei dovuto leggere subito, invece per anni le lascio nello sgabuzzino delle scorte e non ci penso nemmeno. Poi quando le leggo mi rendo conto di aver perso tempo, quando avrei potuto seguire il ritmo della pubblicazione e go ...continue

    A volte mi sorprendo da sola. Mi passano sotto il naso delle serie che avrei dovuto leggere subito, invece per anni le lascio nello sgabuzzino delle scorte e non ci penso nemmeno. Poi quando le leggo mi rendo conto di aver perso tempo, quando avrei potuto seguire il ritmo della pubblicazione e godermi la lettura. Anche così, però, la scoperta della serie Vampire Academy è stata un fulmine a ciel sereno! Tanto per cominciare appena ho scoperto che avevano fatto il film ho deciso che avrei letto il romanzo ben prima di vedere la pellicola, e poi non so resistere mai ad un romanzo di vampiri. Se poi ci aggiungo che il target di età è young adult e che lo stile dell'autrice è bello veloce e divertente il risultato è un primo romanzo spettacolare di una serie che si prospetta molto interessante. Protagonista indiscussa e' Rose, una damphir di 17 anni il cui compito per natura e per le regole sociali dei vampiri e' proteggere Lissa, la sua amica vampira. In base al mondo creato dalla Mead i damphir - mezzi umani e mezzi vampiri - sono i guardiani dei vampiri e la loro vocazione è combattere contro gli Strigoi (vampiri che si nutrono di sangue fino a uccidere). Niente è più importante per i damphir del mantenere in vita i loro protetti e così anche per Rose, guardiana ancora in fase di formazione. In seguito ad una serie di attacchi a Lissa, le due amiche decidono di levare le tende e rifugiarsi nel mondo degli umani finché una notte un gruppo di veri guardiani le riporta all'Accademia, dove devono rimanere fino alla fine degli studi. Rose non e' la classica adolescente problematica, bisognosa o lagnosa, e' una kickass aggressiva, indipendente e, allo stesso tempo spensierata come un'adolescente sa essere, priva di freni e decisa a fare ciò che vuole. E' Rose che dirige il duo, ed e' sempre lei a saper interpretare le difficoltà di Lissa e i suoi bisogni. Da buona guardiana, però, Rose riesce sempre a frenare il suo lato festaiolo per dedicarsi al 100% a Lissa prendendo molto seriamente il loro legame speciale. Lissa, invece, è la parte debole della coppia, l'amica che ha bisogno di una guida e di qualcuno che la rassicuri continuamente. Nonostante i difetti evidenti che la caratterizzano, Lissa riesce ad essere un personaggio che equilibra l'esuberanza di Rose e che mette in luce gli aspetti più negativi dell'essere una vampira di 17 anni. Non è briosa e vivace come Rose ma sa essere un'amica forte e leale, ed è proprio per questo che il duo funziona. La loro amicizia è protagonista tanto quanto loro, ed è ciò che da un'ottima impressione del romanzo. Trama e frivolezze a parte, la Mead e' riuscita nella difficile impresa di rendere il tema vampirico leggermente originale senza discostarsi dall'immagine di base e senza perdere il tono frizzante e ironico che rende speciale la lettura, infilando anche una salda amicizia che è il fulcro di tutta la trama. Naturalmente, con un'ambientazione del genere e con un personaggio come Rose l'autrice è stata praticamente obbligata a spremere fino all'ultima scena tutta la sua ironia, creando una serie di momenti che vanno dalla sensualità grezza e divertente dell'adolescenza, alla passione oscura verso di Dimitri - sbav -, al bullismo, all'imparare la moderazine, la concentrazione, la dedizione. Insomma, non è solo un YA paranormale, è un romanzo piacevole e divertente, che si legge in un baleno e che riesce anche a lasciare un segno - piccolo, ma pur sempre un segno - nella testolina del lettore. Direi che i voti altissimi e i commenti super positivi sono più che meritati. Sicuramente procederò con la lettura della serie e mi guarderò il film, nella speranza che non mi distrugga l'immagine che mi sono fatta della storia e dei personaggi.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Copertina orribile...

    ... per un romanzo che non lo è affatto.


    La protagonista, unica voce narrante, è una sorta di "Anita" adolescente (ormai per me tutte le protagoniste c@zzute sono "figlie" della protagonista della serie della Hamilton ;)), ma ovviamente sono i maschietti quelli che mi hanno colpita di più: ...continue

    ... per un romanzo che non lo è affatto.

    La protagonista, unica voce narrante, è una sorta di "Anita" adolescente (ormai per me tutte le protagoniste c@zzute sono "figlie" della protagonista della serie della Hamilton ;)), ma ovviamente sono i maschietti quelli che mi hanno colpita di più: Dimitri è molto passionale, ma anche noiosetto (mi ricorda tanto Quattro di "Divergent" memoria), mentre personalmente sono rimasta affascinata da Christian... nonostante il fatto che non abbia molto spazio nella storia non essendo l'interesse romantico della voce narrante.

    Adesso non vedo l'ora di poter iniziare il secondo, dato che mi hanno già spoilerato il fatto che arriverà un altro maschietto interessante... ;P

    said on 

  • 3

    Rose baciata dalle tenebre

    Ho iniziato il romanzo con indifferenza e scetticismo. Indifferenza perché mi sono ormai lasciata alle spalle le storie sui vampiri “che valgono la pena di essere lette”. Scetticismo per via delle critiche al film che è stato tratto dal romanzo, che è poi il motivo che mi ha spinto a iniziare ...continue

    Ho iniziato il romanzo con indifferenza e scetticismo. Indifferenza perché mi sono ormai lasciata alle spalle le storie sui vampiri “che valgono la pena di essere lette”. Scetticismo per via delle critiche al film che è stato tratto dal romanzo, che è poi il motivo che mi ha spinto a iniziare la saga. Immagino che niente potesse più sorprendermi a questo punto ma non sono nemmeno rimasta delusa come avrei creduto. Rose è decisamente un’antieroina coi fiocchi: sfacciata, festaiola a volte sboccata anche se nel corso della storia cresce arrivando a darsi una regolata( solo un po’ per fortuna, altrimenti il personaggio ne avrebbe fortemente risentito). E non è solo un’antieroina quanto un ‘Eroina” con la E maiuscola, protagonista indiscussa della storia. Né Dimitri né Christian (personaggi maschili davvero degni di nota) o la perfetta e nobilissima Lissa possono fare alcunché per offuscarla o raggiungerne il livello. L’accademia dei vampiri è un buon primo libro che regala il desiderio di proseguire la lettura di questo mondo popolato da Moroi, Strigoi e Dhampir.

    said on 

  • 1

    Non l'ho trovato molto entusiasmante. Rose mi sembra, per certi suoi pensieri e comportamenti, molto immatura, cosa che ci si aspetta da degli adolescenti ma quando nel libro in realtà si definisce e viene definita matura e responsabile, allora la situazione cambia. Non mi pare responsabile, e mo ...continue

    Non l'ho trovato molto entusiasmante. Rose mi sembra, per certi suoi pensieri e comportamenti, molto immatura, cosa che ci si aspetta da degli adolescenti ma quando nel libro in realtà si definisce e viene definita matura e responsabile, allora la situazione cambia. Non mi pare responsabile, e molto spesso è sciocca. Prevedibile ma almeno è scorrevole e non è molto lungo da leggere. Le uniche cose che mi sono piaciute e che mi portano a continuare a leggere almeno il secondo volume della serie sono Christian che trovo davvero interessante, il lato oscuro di Lissa che spero si ripresenti e Dimitri per il suo atteggiamento risoluto. Sono convinta che se la storia fosse stata raccontata in terza persona, il risultato sarebbe stato migliore. Avrei voluto leggere di più del rapporto tra Lissa e Christina e non solo il poco che c'è stato detto da Lissa e mi sarebbe piaciuto anche leggere delle sensazione e del punto di vista di Dimitri. In pratica l'unico personaggio insulso e noioso è anche quello di cui ci viene narrato il punto di vista.

    said on 

  • 3

    Il libro in generale non è male, ma non è nemmeno l’eccellenza a parer mio. In certi punti mi ha annoiato; continuavo a leggere solo spinta dalla curiosità di sapere che cosa fosse questo misterioso incidente che aveva risparmiato la vita solo a Lissa e a Rose e perche volevo sapere il motivo del ...continue

    Il libro in generale non è male, ma non è nemmeno l’eccellenza a parer mio. In certi punti mi ha annoiato; continuavo a leggere solo spinta dalla curiosità di sapere che cosa fosse questo misterioso incidente che aveva risparmiato la vita solo a Lissa e a Rose e perche volevo sapere il motivo della fuga delle due amiche due anni prima. Però, all’incirca nella seconda parte, ha iniziato a coinvolgermi.

    La recensione continua su http://blog.pianetadonna.it/iotralerighe/laccademia-dei-vampiri-richelle-mead/

    said on 

  • 3

    Senza infamia e senza lode..

    L'accademia dei vampiri è stata una lettura piacevole e veloce, nonostante le mie ritrosie circa la presentazione del romanzo e il suo titolo, alla fine non l'ho trovato male, la trama potrebbe avere dei potenziali se non fosse troppo concentrata in questo "minimondo" dell'Accademia; dove, per ov ...continue

    L'accademia dei vampiri è stata una lettura piacevole e veloce, nonostante le mie ritrosie circa la presentazione del romanzo e il suo titolo, alla fine non l'ho trovato male, la trama potrebbe avere dei potenziali se non fosse troppo concentrata in questo "minimondo" dell'Accademia; dove, per ovvi motivi anagrafici delle protagoniste, siamo ancora alle prese con orari scolastici, pettegolezzi, rivalità e balli con tanto di vestiti scintillanti. Le protagoniste si assortiscono abbastanza bene in questo scenario, anche se entrambe risultano essere molto immature. Lissa sebbene debba essere il punto focale della storia ne risulta anche l'anello debole, ci viene presentata come fragile e incline all'autolesionismo, e anche quando riuscirà in parte a risolvere i suoi problemi non acquisterà il carisma di cui necessita il suo personaggio. Rose, l'amica guardiana, è più dinamica e divertente, anche se a tratti puerile, greve e molto sfacciata; e tutto questo per celare una condizione di fanciulla che non ha nemmeno più la sua migliore amica Lissa. Il suo morboso legame con Lissa, delle volte è stato alquanto irritante anche se era necessario per la piega che ha preso in seguito la storia. Migliori i personaggi maschili, brillante e simpatico Christian, affascinante e tenebroso Dimitri, che cattura l'attenzione dal primo istante in cui compare sulla scena, purtroppo il suo status di guardiano ha mandato a monte la mia OTP, ma spero in nuovi svolgimenti nei seguenti capitoli della saga.

    **SPOILER**

    «[...] Un giorno io e te saremo i guardiani di Lissa. Ho bisogno di proteggerla a tutti i costi. Se un branco di Strigoi ci attaccasse, dovrò mettermi in mezzo tra loro e lei.[...] Se mi concedessi di amarti, non mi lancerei davanti a lei. Mi butterei davanti a te.»

    said on 

Sorting by