Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Vanish

By Sophie Jordan

(53)

| Hardcover | 9780061935107

Like Vanish ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

42 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Mi è piaciuto piu' del primo.Adesso devo solo leggere il terzo per vedere come finisce.

    Is this helpful?

    Loris1 said on Jul 9, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    FORTI SPOILER!!!

    Anche questo secondo volume bello e scorrevole nella lettura.
    Jacinda e Will devono lottare per stare insieme e per sfuggire ai cacciatori (famiglia di lui) e al clan (il clan di lei), dove l'unica cosa che interessa ad entrambe "le famiglie" è usarl ...(continue)

    Anche questo secondo volume bello e scorrevole nella lettura.
    Jacinda e Will devono lottare per stare insieme e per sfuggire ai cacciatori (famiglia di lui) e al clan (il clan di lei), dove l'unica cosa che interessa ad entrambe "le famiglie" è usarli.
    Severin è un maledetto!!! Così come Cassian e altri del clan! Le uniche che si salvano, -a parte la sorella e la madre, ovviamente-, (e il padre che non c'è più :( ) sono la sua migliore amica Az e Nidia, gli altri tutti maledetti!!! Li odio!!! Per tutto quello che hanno fatto a Jacinda e continuano a voler fare, per il loro modo di comportarsi e tutto. Ci sono sentimenti, amicizia, amore, colpi di scena e altro.
    Lo consiglio! XD

    Is this helpful?

    Nekkina93/72 said on Jun 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un po' di morale, ma si conferma un'ottima lettura come il primo volume

    Jacinda è costretta a fare ritorno nel clan di Draki, è l'unica strada che possa intraprendere, ora che si è manifestata davanti ai cacciatori per salvare la vita di Will dalla furia di Cassian. Come se non bastasse durante il ritorno Tamra si risveg ...(continue)

    Jacinda è costretta a fare ritorno nel clan di Draki, è l'unica strada che possa intraprendere, ora che si è manifestata davanti ai cacciatori per salvare la vita di Will dalla furia di Cassian. Come se non bastasse durante il ritorno Tamra si risveglia divenendo anche lei una Draki. Ma quello che più terrorizza Jacinda sono le conseguenze legate a tutto questo, perché lei lo sa benissimo, il clan non perdona.
    Il seguito di Firelight e secondo volume di questa trilogia, rispecchia appieno quanto già confermato con il primo libro: lo stile è semplice e permette una lettura veloce, i personaggi sono ben definiti e anzi finalmente scopriamo un po' meglio Tamra che era apparsa quasi come una stronza antipatica. La vera chicca di questo volume è il passaggio ad una narrazione un po' meno romance (nel primo volume il tutto ruotava intorno ai sentimenti di Jacinda per Will) per lasciare ampio spazio alle conseguenze della fuga di Jacinda e della sua famiglia, insomma una scelta logica che da veramente spazio a un punto di vista meno Young Adult: sì il romanticismo c'è, ma questo volume non ha il compito di farci sospirare e basta, nella vita reale nulla può essere sempre rosa e fiori e si pagano sempre le conseguenze delle proprie azioni; inoltre Jacinda si rivela un personaggio combattivo che con onore sa che la giusta strada da intraprendere non è mai quella facile.
    In definitiva quattro stelle come il primo volume anche se ammetto che la profondità di questo volume e le scelte dell'autrice sarebbero degne della quinta stella.

    Is this helpful?

    Alice Chimera ●○●Cerco e Compro SOLO CARTACEI●○● said on Apr 3, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Tre stelle e mezzo

    Jacinda è odiosa ed egoista? Ho letto molti commenti in cui la risposta a queste domande è sì. Io, sinceramente, non sono d’accordo. Jacinda è semplicemente un’adolescente innamorata e anche piuttosto leale.
    Chi biasimo di egoismo sono la madre, a tr ...(continue)

    Jacinda è odiosa ed egoista? Ho letto molti commenti in cui la risposta a queste domande è sì. Io, sinceramente, non sono d’accordo. Jacinda è semplicemente un’adolescente innamorata e anche piuttosto leale.
    Chi biasimo di egoismo sono la madre, a tratti Tamra, tutto il clan (con l’esclusione di Cassian) e perfino Az. Caspita, con tutto quello che ha passato Jace e con quello che volevano farle, io avrei mandato a fanc@#@# tutti molto prima.
    Seguendo sempre le orme di Twilight, in questo capitolo Will si vede ben poco; così c’è la possibilità di conoscere meglio Cassian. E WOW che rivelazione! Il draki onice mi sta proprio piacendo. E mi fa anche pena. Si è rivelato una brava persona. È serio, risoluto, protettivo, innamorato, dolce, si sforza di dimenticare la sua amata ma non ci riesce. È un vero leader, autoritario quanto basta per cercare di fare il meglio possibile per il clan senza dimenticare il bene del singolo. Forse l’unico che ignorava Tamra quando era senza poteri perché è veramente innamorato della sputafuoco. Alla fine, per la sua Jacinda si sacrifica e non le fa pressioni. Il Will di Firelight impallidisce al confronto, per carisma e non solo. Will è troppo uguale a Jacinda, non sono una coppia ben assortita. Cassian era odioso in Firelight anche perché visto attraverso gli occhi di Jacinda che l’ha sempre tenuto lontano per non ferire gemella. Sinceramente avrei evitato tutte quelle effusioni con Will davanti ai suoi occhi.
    Per una volta sono a sperare che vinca l’altro (sarebbe una scelta originale e coraggiosa, che discosterebbe questa saga da tutti gli altri YA post Twilight, che ci hanno propinato l’immancabile, noiosissimo, triangolo amoroso (per quello che so io, solo Kelley Armostrong con la trilogia The Darkest Powers, ha fatto vincere l’altro ^^). Ma non succederà. Ci sarà l’happy ending, probabilmente Will si tramuterà in draki e, con un espediente tipo l’imprinting twilightiano, Cassian s’innamorerà di Tamra :(
    Per il resto, si conferma lo stile piacevole e semplice, fatto di frasi brevi, della Jordan. Si legge velocemente, è una lettura molto scorrevole.
    Alcuni degli approfondimenti che auspicavo in Firelight si svolgono qui. L’azione si sposta nel mondo del clan, così possiamo assistere alle loro usanze e i costumi. Purtroppo i cacciatori (Xander) e gli enkros rimangono ancora in sottofondo.
    Ci sono momenti di vera angoscia con l’isolamento di Jace all’interno del clan, le umiliazioni che lei e la madre subiscono, le condizioni di quest’ultima che vanno via via peggiorando perché sta perdendo tutto la sua vitalità. Alcune cose sono un po’ prevedibili, come l’eclissamento di Will che non è stato efficace per via del sangue draki.
    Sono curiosa di leggere la fine della trilogia, per vedere se, magari, arriva il colpo di scena ^.*

    Is this helpful?

    ♠♣tsukino♣♠ said on Feb 28, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    “Non so chi sia stato il primo a muoversi. Forse entrambi. O forse non voglio ammettere di essere stata io. Forse è stata la mia testa ad avvicinarsi, il viso bagnato a sollevarsi fino al suo. Il mio cuore a bettere così forte da sembrare un tamburo ...(continue)

    “Non so chi sia stato il primo a muoversi. Forse entrambi. O forse non voglio ammettere di essere stata io. Forse è stata la mia testa ad avvicinarsi, il viso bagnato a sollevarsi fino al suo. Il mio cuore a bettere così forte da sembrare un tamburo che rimbombava nel petto. Le sue labbra, al primo contatto, sono morbide. Uno di noi trema. Io o lui. Entrambi? Non so, non mi importa.”

    Is this helpful?

    magikalea said on Feb 3, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    El segundo libro de la saga y sigue siendo más de lo mismo. En vez de los drakis, puedes insertar cualquier ser sobrenatural y obtendrás lo que ya conocemos (en mí opinión). Aunque en este libro conocimos un poco más sobre el desenvolvimiento de la m ...(continue)

    El segundo libro de la saga y sigue siendo más de lo mismo. En vez de los drakis, puedes insertar cualquier ser sobrenatural y obtendrás lo que ya conocemos (en mí opinión). Aunque en este libro conocimos un poco más sobre el desenvolvimiento de la manada, su día a día, sus fuentes de trabajos y el orden jerárquico, a mí parecer falto más. Cada vez que leía algo de los drakis, deseaba saber más sobre su historia, la gran guerra, las otras manadas, sus mitos y leyendas, y sobre todo el vinculo que se forma cuando dos drakis se unen, pero no obtuve nada. En vez de ello, tengo un triangulo amoroso como muchos otros, es decir, forzado e insaboro, una chica a la cual provoca darle un coscorrón para que deje de cometer tantas tonterías.

    Como el libro anterior, la lectura se hace fresca, ágil, y ligera. Son libros para pasar el tiempo, los abres y en un momento lo acabas, a pesar de sus 260 paginas, y todo gracias a la redacción de la autora, por sus dosis perfectas de diálogos y descripciones. No es una estrella, pero indudablemente tiene su merito.

    ¿Qué me gusto? Los drakis siguen siendo la razón por la cual me mantuve en pie leyendo esta saga. Me gustan y mucho. Pero como ya mencione anteriormente, la autora se ha quedado sin explotar tantas cosas, que realmente me apena. No muy a parte de ellos, mí nuevo amor: Cassian. El draki, el hijo del jefe, uno de los vertices del triangulo amoroso y para mí el único personaje que me ha conmovido en este libro. Me gusta su seriedad, ese halo de misterio que le rodea, su sinceridad, sus gestos tantos rudos como cariñosos. Es de esos personajes que deberían convertirse en principal, pues su sola presencia es capaz de eclipsar a los protagonista, y en el caso de este libro lo hace. Cassian es capaz de ganarte tú corazón, hasta al punto que deseas que Jacinda reaccione y se de cuenta del hombre que tiene al lado, y que la autora deje de tratarte a Will cuando el draki ya se ha convertido en el favorito.

    ¿Lo que no me gusto? Jacinda, su terquedad, las decisiones que tomo y el resultado de la mismas. Tamra, a pesar de que deja de ser un ser invisible para la manada, aún la carcome la envidia, convirtiéndola en un personaje frívolo aunque la autora trata a cada instante de hacernos cambiar de parecer. Will, su relación con nuestra protagonista me sigue pareciendo forzada, como personaje me parece soso y aunque su creadora trata de adjudicarle demasiadas virtudes, en mí opinión, no las demuestra. Y Severin, obviamente, es la trate de hombres que abusan de su poder y lo único que les importa es el bien mayor por encima del de las personas, los daños colaterales no son de su interés.

    Is this helpful?

    Marifergui said on Jan 6, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book