Contiene: Varietà di esilio, Meglio lasciar correre, Il marito prescelto, Il bambino dei Fenton.

Individui spaesati e distratti, in esilio dalle loro origini o da sé stessi; l'incontro inatteso tra un uomo che vive da anni lontano dalla fami
...Continua
Ha scritto il 14/03/17
traduzione giovanna scocchera in copertina: mavis gallant a parigi nel 1959 - varietà di esilio (1976) - meglio lasciar correre (1980) - il marito prescelto (1985) - il bambino dei fenton (1993)
Ha scritto il 26/01/15
Quattro racconti di media lunghezza che parlano di separazioni per abbandono o rimozione. Di solitudine. Di incomunicabilità. E, soprattutto, del fare e dell'essere per l'utile.
Quattro storie come tante, nascono nella banalità e in essa si svilu
...Continua
  • 1 commento
Ha scritto il 11/12/11
Letteratura di Generi
Iniziato durante un viaggio in treno a Milano. All’andata concludevo che la trovavo “fredda”, al ritorno venivo piano piano contagiata, l’ho terminato quella notte stessa, nella quale, una volta addormentata, ho sognato di perdermi un palazzone disab ...Continua
  • 7 mi piace
  • 3 commenti
Ha scritto il 08/05/10
Meno bello di "Al di là del ponte", a parere mio, ma stiamo sempre parlando di racconti di altissimo livello, di una qualità di scrittura rara soprattutto, posso dirlo?!, tra le donne. Continuo ad essere scettica sulle scrittrici, ne salvo davvero po ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 22/04/09
Questi racconti hanno forma, densità, rarefazione in controcanto. Hanno voce. Vita setacciata, vita gettata via. Un'ennesima "varietà d'esilio".
  • 27 mi piace

Ha scritto il Feb 16, 2013, 07:56
Era impossibile continuare a scrivere a qualcuno che non rispondeva mai.
Pag. 174
  • 1 commento
Ha scritto il Feb 16, 2013, 07:55
Non c'era nulla che potesse condurre al disastro morale più di un buon cervello femminile lasciato ad amareggiarsi e marcire.
Pag. 168
  • 1 commento
Ha scritto il Feb 10, 2013, 21:34
Mia zia aveva due romanzi e una raccolta di racconti che non prestava a nessuno: aveva l'abitudine di sottolineare che non voleva che gli estranei conoscessero i suoi pensieri e sentimenti più intimi.
Pag. 84
  • 1 commento
Ha scritto il Dec 11, 2009, 22:24
(Una sera Marie fece cadere l'anello di fidanzamento in una fessura del pavimento ondulato del tram, e diversi sconosciuti le dissero di stare attenta, altrimenti avrebbe perso anche il suo uomo.)
Pag. 131
Ha scritto il Dec 11, 2009, 22:06
Berthe ricordava una madre più rigida, mai sorridente, che si affaticava su pieghe e pinces per clienti che tiravano sul centesimo. Portava le tinte neutre del semilutto, i grigi biancastri di Rue Saint-Hubert, come se tutto si dovesse consumare fino ...Continua
Pag. 120

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi