Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Ve lo do io Beppe Grillo

Di

Editore: Mondadori

3.4
(55)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8804577622 | Isbn-13: 9788804577621 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1ª ed.

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Humor , Political

Ti piace Ve lo do io Beppe Grillo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Come è stato possibile che un comico, da solo e contro tutti, abbia messo in scacco un'intera classe politica? Qual è la strada che conduce dal Festival di Sanremo, Pippo Baudo e le battute sul primo Jovanotti al blog www.beppegrillo.it, tra i primi dieci più cliccati al mondo, e alle invettive che terrorizzano i potenti? Perché Grillo è assurto al rango di 'leader' politico possibile? Questo libro è assieme la prima inchiesta su questa anomalia pubblica, un fenomeno assolutamente nuovo della politica italiana, e la accurata biografia dell'artista genovese. È un'analisi ricca di retroscena e di fatti inediti, comprese tre interviste. Di Andrea Scanzi, quasi un insider, che prima da spettatore e poi da giornalista ne ha seguito tutti gli snodi della carriera, ricostruendo con taglio simpatizzante, ma non agiografico, la storia di un incursore non allineato, un portatore sano della tracimante indignazione degli italiani. Il libro segue l'intero percorso di Grillo, dagli esordi Rai agli spot pubblicitari, dagli spettacoli teatrali alla fugace carriera cinematografica, focalizzando l'attenzione sulla 'scoperta' della Rete, il linguaggio del blog e il popolo dei 'grillisti'; fino all'esplosione dell'8 settembre a Bologna con le sessantamila persone in piazza e le più di trecentomila firme raccolte in poche ore su proposte di legge moralizzatrici, un cortocircuito carico di elettricità che ha proiettato Grillo al centro dell'attenzione politica.
Ordina per
  • 5

    a scanzi di equivoci...

    vorrei dire che seguo grillo da tempi non sospetti, ovvero dalla postfazione a regime di travaglio ( che quivi confeziona la solita prefazione).

    scrive luca ricolfi: "troppo spesso la cultura di ...continua

    vorrei dire che seguo grillo da tempi non sospetti, ovvero dalla postfazione a regime di travaglio ( che quivi confeziona la solita prefazione).

    scrive luca ricolfi: "troppo spesso la cultura di sinistra rimane quella di sempre: chiusa anche quando predica il dialogo, arrogante anche quando è gentile, resistente ai fatti anche quando è colta". Ci sta; che dire, allora, della destra?

    da gaber a grillo il passo è breve... o no? non a caso scanzi lo ha pure portato a teatro (gaber)..e a trieste, per giunta ( non per giunti) e me lo sono perso...

    non chiedere chi era il Saponarola.. ...e scoprire che in uno dei suoi spettacoli grillo presento il libro di beigbeder lire 26.9000... sic erat in fatis.

    libro zeppo di chicche: e sti scanzi!

    gia' nel 2003 grillo ragionava in termini di impronta ecologica

    ha scritto il 

  • 3

    ho preso questo libro x curiosità e un po prima della campagna elettorale, senza conoscere scanzi che poi avrebbe presenziato a diversi talk come esperto del fenomeno Grillo. Dunque sostanzialmente ...continua

    ho preso questo libro x curiosità e un po prima della campagna elettorale, senza conoscere scanzi che poi avrebbe presenziato a diversi talk come esperto del fenomeno Grillo. Dunque sostanzialmente se seguivate già Grillo dagli inizi del suo blog e dai suoi spettacoli ecologisti del dopo rai qui nn c'è nulla di nuovo. Lo Scanzi ne ripercorre alcune vicende e alcune scelte del comico e poi ama infilarci vecchi articoli e vecchie interviste di qualche anno fa, infine nelle ultime pagine ci sono virgolettate svariate dichiarazioni, un dicono di lui, di diversi personaggi ma molte delle quali già contenute nel libro stesso. Se non seguivate Grillo questo libro può essere una sorta di antefatto prima della discesa in politica e della trasformazione dei meet-up nei comitati x le elezioni.

    ha scritto il 

  • 2

    Questo tipo di libro si fa così: si prende un giornalista che da tempo segue un certo tema scrivendo dei "pezzi" per vari giornali. Si prendono i "pezzi" e li si mette uno via l'altro senza ...continua

    Questo tipo di libro si fa così: si prende un giornalista che da tempo segue un certo tema scrivendo dei "pezzi" per vari giornali. Si prendono i "pezzi" e li si mette uno via l'altro senza preoccuparsi di cosa c'è scritto dentro, neanche se una certa cosa è ripetuta in più di due o tre, o cinque o dieci pezzi. Si arriva addirittura al paradosso per cui si contesta almeno tre o quattro volte a Grillo di essere ripetitivo! Il tutto senza alcune rielaborazione e approfondimento. Poi si stampa e si manda in libreria. Uno che volesse capire qualcosa di più della "crosta" che un pezzo giornalistico propone rimane a bocca asciutta. E li chiamano libri!

    ha scritto il 

  • 2

    ...niente di che...

    Sinceramente mi aspettavo qualcosa di più. Il "saggio critico e personale" di Scanzi ha in realtà ben poco di critico. A parlare non è tanto l'autore del libro, quanto la persona sotto il ...continua

    Sinceramente mi aspettavo qualcosa di più. Il "saggio critico e personale" di Scanzi ha in realtà ben poco di critico. A parlare non è tanto l'autore del libro, quanto la persona sotto il riflettore, i suoi detrattori e gli scettici, tutti citati testualmente più e più volte sino alla noia (chi segue il "comico" e il mondo che gli ruota attorno conosce già molto del materiale riportato). Non c'è una vera e propria analisi ragionata del fenomeno sociale e politico Grillo - che pure è interessante - ma solo una pallida stigmatizzazione dei suoi atteggiamenti più estremi (cosa fin troppo facile da fare). Insomma, non c'è il punto di vista "scanziano" che quel "ve lo do io" prometterebbe. Il suo è un approccio lieve da fan semideluso, eseguito con tatto, per non urtare la sensibilità del comico genovese. Evidentemente è tutto ciò che il Grillo censore concede. Notoria è infatti la refrattarietà di quest'ultimo alle critiche. Una lettura abbastanza inutile per chi vuole realmente approfondire.

    ha scritto il 

  • 4

    Un saggio costruttivo

    Una analisi a tutto tondo del fenomeno "Grillo", che non risparima ammiccamenti né critiche all'evoluzione del comico genovese da San Remo al Blog e V-Day. Da "grillista", ho apprezzato sia gli ...continua

    Una analisi a tutto tondo del fenomeno "Grillo", che non risparima ammiccamenti né critiche all'evoluzione del comico genovese da San Remo al Blog e V-Day. Da "grillista", ho apprezzato sia gli ammiccamenti verso Beppe che le critiche e i "lati oscuri" della carriera del comico.

    ha scritto il 

  • 4

    Divoro...

    ... i saggi. Su un personaggio così, poi.
    Spaccato su un ex comico non ancora politico.
    Io come comico l'ho adorato, ora per un giudizio ci devo pensare. E questo libro, pur avendomi aiutato, non ...continua

    ... i saggi. Su un personaggio così, poi.
    Spaccato su un ex comico non ancora politico.
    Io come comico l'ho adorato, ora per un giudizio ci devo pensare. E questo libro, pur avendomi aiutato, non dirada alcune nubi.Ma sulla onestà, sento di potermi giocare un braccio.

    ha scritto il