Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Vendere l'anima

Il mestiere del libraio

Di

Editore: Laterza (Economica Laterza ; 524)

3.6
(129)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 288 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8842092266 | Isbn-13: 9788842092261 | Data di pubblicazione: 

Prefazione: Umberto Eco

Genere: Non-fiction , Da consultazione , Textbook

Ti piace Vendere l'anima?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Romano Montroni guida il lettore con vivacità e passione nell’universo delle librerie, ne spiega i meccanismi organizzativi, le modalità di gestione, l’ideazione e la realizzazione dei servizi, la qualità delle relazioni con il pubblico, la capacità di proposta culturale: in breve quei ‘valori’ che dovrebbero diventare la parola d’ordine per la libreria del futuro.

Questa edizione del volume è arricchita da una nuova Introduzione.
Ordina per
  • 4

    un interessante libro sul mestiere del libraio che può rivelarsi molto utile per chi decide di intraprendere questa splendida professione..il libro stimola molto a migliorarsi nella professione, ma a parer mio deve essere letto affiancato all'esperienza diretta in una libreria, perché in alcune p ...continua

    un interessante libro sul mestiere del libraio che può rivelarsi molto utile per chi decide di intraprendere questa splendida professione..il libro stimola molto a migliorarsi nella professione, ma a parer mio deve essere letto affiancato all'esperienza diretta in una libreria, perché in alcune parti è un pò ripetitivo e rischierebbe di risultare pesante..

    ha scritto il 

  • 4

    Romano Montroni è un punto di riferimento, per chiunque abbia mai avuto interesse di fare il libraio, o anche solo di lavorare in una libreria, o di aprirne una. Tra gli ideatori, factotum e deus ex machina delle Librerie Feltrinelli, passato in seguito alle Coop, scrive questo libr ...continua

    Romano Montroni è un punto di riferimento, per chiunque abbia mai avuto interesse di fare il libraio, o anche solo di lavorare in una libreria, o di aprirne una. Tra gli ideatori, factotum e deus ex machina delle Librerie Feltrinelli, passato in seguito alle Coop, scrive questo libro per raccontare un mestiere(o una professione?), per trasmettere esperienza, battere sui tasti di passione e motivazione, che devono essere necessariamente insite nel libraio, assieme alla conoscenza di cui il libraio è operatore e a una sana dose di ponderata, razionale umiltà.
    Un manuale operativo che, con grafici, tabelle e l'imprescindibile guida di Montroni, definisce ciò che bisognerebbe fare, o in virtù di quale spirito e raziocinio è necessario agire, per far quadrare bilanci e conti economici di una libreria, ma non solo. È soprattutto un autentico atto d'amore, evocativo, forte e pieno d'entusiasmo, per i libri, le librerie, i librai, i clienti. Concludono il tomo un'intervista a Montroni e alcune testimonianze di editori, librai, autori, piuttosto argomentate ed affatto banali, a proposito di quel complesso, variegato, stupendo universo librario.

    ha scritto il 

  • 1

    Pessimo

    Se credete che i libri possano essere qualcosa di più di una merce da vendere in maniera ottimizzata questo libro non fa per voi.
    Vi si spiegano i meccanismi della vendita nelle moderne catene librarie senza un minimo di senso critico, quest'ultimo viene infatti riservato unicamente ad elim ...continua

    Se credete che i libri possano essere qualcosa di più di una merce da vendere in maniera ottimizzata questo libro non fa per voi.
    Vi si spiegano i meccanismi della vendita nelle moderne catene librarie senza un minimo di senso critico, quest'ultimo viene infatti riservato unicamente ad eliminare le inefficienze nel marketing della libreria.
    Vi traspare una mentalità completamente asservita al culto dell'azienda, più che all'amore per i libri!
    Può essere un buon manuale per indottrinare il commesso rampante ed arrivista.
    Inquietante.

    ha scritto il 

  • 4

    Piaccia o meno, il sig Montroni

    è la storia della moderna distribuzione libraria italiana, ha reso grande le Feltrinelli ed è il padre delle moderne e ben progettate librerie coop. Un libro pieno di consigli ed idee per svolgere questo bel lavoro, al lettore attualizzare gli spunti sapendo che nulla è stabile ed infinito neppur ...continua

    è la storia della moderna distribuzione libraria italiana, ha reso grande le Feltrinelli ed è il padre delle moderne e ben progettate librerie coop. Un libro pieno di consigli ed idee per svolgere questo bel lavoro, al lettore attualizzare gli spunti sapendo che nulla è stabile ed infinito neppure questo bel lavoro, e Montroni ce l'ha sempre dimostrato negli anni cambiando rifacendo e disfacendo e già questo per molti librai è un buon punto di partenza le cattedrali a volte diventano solo bei musei.

    ha scritto il 

  • 3

    La logica è quella capitalista, c'è tanto zucchero padronale, ma rimane un libro fondamentale per il libraio contemporaneo. Piacevoli gli interventi d'autore - Serra, Benni, Ottieri... - a chiusura del testo.

    ha scritto il 

  • 3

    un manuale tecnico per insegnare (o, quantomeno, illustrare) un mestiere romantico.
    il libro, dal titolo affascinante e appassionato, si snoda (con molte, troppe ripetizioni) nella contrapposizione tra nozioni professionali e concetti economici da un lato e scelte culturali e comportamenti ...continua

    un manuale tecnico per insegnare (o, quantomeno, illustrare) un mestiere romantico.
    il libro, dal titolo affascinante e appassionato, si snoda (con molte, troppe ripetizioni) nella contrapposizione tra nozioni professionali e concetti economici da un lato e scelte culturali e comportamenti passionali dall'altro.
    peccato l'esperienza dell'autore lo porti a soffermarsi maggiormente sulla vita della grande libreria a discapito della realtà di quella indipendente, di cui si trova maggior traccia negli interventi in appendice di altri librai, editori e scrittori. così, a salvaguardare il fascino del libraio sono proprio costoro, mentre l'autore, fornendo un mare di consigli pratici (indubbiamente utilissimi per chi volesse intraprendere tale carriera), finisce per smitizzare quest'arte riducendone l'attrattività.
    d'altro canto, una libreria è un'impresa, i cui conti economici occupano la medesima importanza della bellezza di scegliere l'assortimento e la sua composizione a scaffale, e, d'altro canto, questo non è un romanzo con protagonista un vecchio libraio, ma un manuale per futuri librai.
    visto solo sotto questa luce, privandolo di quel titolo appassionato e dell'immagine sentimentale che i cultori di libri e librerie hanno dei librai, è un manuale completo, dettagliato, chiaro e, naturalmente, a tratti noioso.

    ha scritto il 

Ordina per