Vendetta

Le strade del giallo n. 15

Di

Editore: Gruppo Editoriale l'Espresso

3.3
(213)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 333 | Formato: Altri

Isbn-10: A000057940 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Stefano Tettamanti

Disponibile anche come: Tascabile economico , Paperback

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Vendetta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Inconfondibile innovatore della geografia del thriller metropolitano d'ambientazione urbana, Pelecanos è dotato di un'affascinante abilità nel creare atmosfere e nell'affrontare temi profondi e difficili, come quello dell'elaborazione del lutto, della vendetta e della redenzione. E lo dimostra benissimo in Vendetta, romanzo d'ambientazione nei quartieri diseredati di Washington D.C.Frank Farrow è un rapinatore di second'ordine e uno spietato assassino; Roman Otis è il suo socio, maniaco dell'eleganza e appassionato di karaoke. In un torrido pomeriggio d'estate, a Washington D.C., Frank e Roman rapinano la pizzeria May's. Prima di andarsene, i due giustiziano tutte le persone presenti all'interno del locale. All'esterno, Richard, il fratello di Frank che li aspetta in auto, viene ucciso da un poliziotto.La polizia non è mai riuscita ad individuare i responsabili della strage e ora, tre anni più tardi, i killer della pizzeria May's hanno deciso di tornare in città, con l'intenzione di vendicare.Ma c'è qualcuno in città che cerca giustizia, con tutte le sue forze.Vendetta è l'ultimo tassello, e il più significativo, del grandioso affresco della città di Washinghton D.C. che Pelecanos sviluppa in quattro libri, dalla Grande Depressione ad oggi, tenendo come filo conduttore le vicende di una famiglia di immigrati greci. Una "elaborazione in giallo", attualizzata e fortemente multietnica, del mito americano.

"Frank era sempre stato un uomo violento. Del tutto privo di senso morale, tra l'altro, cosa che nella loro professione poteva anche rivelarsi positiva"

Ordina per
  • 3

    Una rapina finita in tragedia, due delinquenti latitanti, uno morto nella sparatoria, parenti e amici delle vittime che cercando di darsi una mano l'un l'altro. La vendetta è un movente e un argomento ...continua

    Una rapina finita in tragedia, due delinquenti latitanti, uno morto nella sparatoria, parenti e amici delle vittime che cercando di darsi una mano l'un l'altro. La vendetta è un movente e un argomento trito e ritrito è vero ma lo stile narrativo incalzante di Pelecanos rende la lettura interessante e mai noiosa.

    ha scritto il 

  • 3

    UNA RAPINA IN UNA PIZZERIA DEGENERA IN UNA STRAGE CHE COINVOLGE ANCHE UN BAMBINO ALLA FINE I PROTAGONISTI SI RITROVERANNO FACCIA A FACCIA CON CHI CERCA VENDETTA
    UNA STORIA CRUDA CHE COINVOLGE FINO ALL ...continua

    UNA RAPINA IN UNA PIZZERIA DEGENERA IN UNA STRAGE CHE COINVOLGE ANCHE UN BAMBINO ALLA FINE I PROTAGONISTI SI RITROVERANNO FACCIA A FACCIA CON CHI CERCA VENDETTA
    UNA STORIA CRUDA CHE COINVOLGE FINO ALLA FINE

    ha scritto il 

  • 5

    Washington DC. In una calda giornata di luglio due uomini entrano in una pizzeria con le armi spianate. Non è l'incasso della giornata che li interessa, ma il malloppo proveniente dalla raccolta delle ...continua

    Washington DC. In una calda giornata di luglio due uomini entrano in una pizzeria con le armi spianate. Non è l'incasso della giornata che li interessa, ma il malloppo proveniente dalla raccolta delle scommesse clandestine. La rapina si trasforma in una strage. Tre uomini restano a terra in una pozza di sangue. Nel corso della fuga muoiono anche il "palo" della banda, ucciso da un poliziotto e un bambino di cinque anni travolto dall'auto dei rapinatori. Tre anni dopo, in luoghi distanti dell'America, due uomini covano la loro vendetta. Sono Frank Farrow, lo psicopatico che aveva ideato la rapina, e Dimitri Karras, il padre del piccolo Jimmy.

    ha scritto il 

  • 4

    Un bel libro, stile classico e personaggi curati. Ci si innamora dei criminali, come è giusto che sia in ogni noir che si rispetti. La trama è semplice e non offre molti colpi di scena, lineare e drit ...continua

    Un bel libro, stile classico e personaggi curati. Ci si innamora dei criminali, come è giusto che sia in ogni noir che si rispetti. La trama è semplice e non offre molti colpi di scena, lineare e dritta allo scopo. A trovargli un difetto, che non lo onora con la quinta stella, da questo libro non si impara nulla. Alcuni romanzi sono anche accrescitivi culturalmente, questo non lo è. Però è ben fatto.

    ha scritto il 

  • 3

    La morte del figlio per Dimitri è il segno della sua morte sociale e da essere umano, e l'unica cosa che lo tiene ancora in vita è la vendetta verso gli assassini che durante una rapina hanno tranquil ...continua

    La morte del figlio per Dimitri è il segno della sua morte sociale e da essere umano, e l'unica cosa che lo tiene ancora in vita è la vendetta verso gli assassini che durante una rapina hanno tranquillamente investito il bambino.
    Dopo un paio d'anni Karras tenta ancora di uscire dalle torbide acque della depressione quando incontra un suo connazionale, Nick Stefanos, barista e detective privato, che tenta di aiutare l'amico a riemergere dell'oscurità della non vita.
    Libro bello e scorrevole, ma niente di sensazionale. Piacevole

    ha scritto il 

  • 3

    A pagina 311, capitolo 32, grosso errore (spero del traduttore frettoloso Stefano Tettamanti e non dell'autore):"Hai ucciso mio fratello Richard" disse Jonas. "E' questo che ha detto al telefono. In t ...continua

    A pagina 311, capitolo 32, grosso errore (spero del traduttore frettoloso Stefano Tettamanti e non dell'autore):"Hai ucciso mio fratello Richard" disse Jonas. "E' questo che ha detto al telefono. In tutta la mia carriera ho ucciso un solo uomo, Boyle. E la faccenda di Richard non è mai apparsa sui giornali. Solo Farrow poteva saperlo". L'ERRORE? : JONAS IN QUEL MOMENTO NON POTEVA SAPERE NOME O COGNOME DI FARROW!!!

    ha scritto il 

  • 4

    storie in sottotrame

    non e' un giallo non e' un noir metropolitano e non e' un poliziesco. e' prevalemente composto da sottotrame ( molto ben strutturare ) che superano la storia principale.
    i personaggi si fanno desidera ...continua

    non e' un giallo non e' un noir metropolitano e non e' un poliziesco. e' prevalemente composto da sottotrame ( molto ben strutturare ) che superano la storia principale.
    i personaggi si fanno desiderare, sono ben caratterizzati.

    ha scritto il 

  • 4

    incipit

    Consiglio a tutti coloro che vogliano avvicinarsi al romanzo d'azione, qualunque esso sia, di leggere l'inizio di questo libro in cui più storie si sovrappongono a creare un'unica chiara e incisiva im ...continua

    Consiglio a tutti coloro che vogliano avvicinarsi al romanzo d'azione, qualunque esso sia, di leggere l'inizio di questo libro in cui più storie si sovrappongono a creare un'unica chiara e incisiva immagine.

    ha scritto il 

  • 3

    Se fino ad un certo punto il racconto, pur infarcito dei classici stereotopi del genere polizieso, ha un buon ritmo, nell'ultima parte sconfina nell'improbabilità più totale. Non avevo mai letto nulla ...continua

    Se fino ad un certo punto il racconto, pur infarcito dei classici stereotopi del genere polizieso, ha un buon ritmo, nell'ultima parte sconfina nell'improbabilità più totale. Non avevo mai letto nulla di Pelecanos, ma certo questo libro non mi ha fatto venir voglia di leggere gli altri.

    ha scritto il 

Ordina per