Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Vendetta

Di

Editore: Rizzoli

4.0
(150)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 512 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo , Ungherese , Portoghese

Isbn-10: 8817136077 | Isbn-13: 9788817136075 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri

Genere: Fiction & Literature , History , Political

Ti piace Vendetta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Questo libro narra l'operazione segretissima approntata dal Mossad,il servizio segreto israeliano,per catturare ed uccidere i responsabili dell'eccidio della squadra israeliana alle olimpiadi di ...continua

    Questo libro narra l'operazione segretissima approntata dal Mossad,il servizio segreto israeliano,per catturare ed uccidere i responsabili dell'eccidio della squadra israeliana alle olimpiadi di monaco,un delitto orribile che destò il disgusto di tutta l'opinione mondiale,ad esclusione ovviamente di chi detestava Israele e il popolo ebraico.una ricostruzione minuziosa fatta da uno dei componenti del commando,che con ferocia e spietatezza riusci a colpire ed eliminare quasi tutti i componenti e gli ideatori di quell'atto terroristico.E' interessante perchè fa capire come si muove un servizio segreto all'interno di vari paesi e di come tali operazioni vengano pianificate ed eseguite con assoluta precisione e determinazione,non solo per motivi "di Stato",ma soprattutto per motivi di giustizia umana e per dare un esempio a tutti coloro che avessero voluto ancora attaccare Israele e gli ebrei con atti di terrorismo.

    ha scritto il 

  • 5

    Sarà tutto vero? Sarà tutto falso? Diciamo che è vero un po' e non vero un po'.

    In fondo se uno vuole informarsi su questa storia ci saranno altri libri, immagino... dei saggi più autorevoli, non ...continua

    Sarà tutto vero? Sarà tutto falso? Diciamo che è vero un po' e non vero un po'.

    In fondo se uno vuole informarsi su questa storia ci saranno altri libri, immagino... dei saggi più autorevoli, non come questo che è molto ma molto romanzato.

    In ogni caso, chissenefrega della storia vera, è un ottima lettura, appassionante, intrigante e scorrevole. Anche se di parte.

    Mi era piaciuto quando l'avevo letto per la prima volta anni fa e mi è piaciuto anche stavolta.

    ha scritto il 

  • 4

    Il 5 settembre 1972, un commando palestinese di Settembre Nero fa irruzione nel villaggio olimpico di Monaco e sequestra alcuni atleti israeliani. L'azione si concluderà con un bagno di sangue: ...continua

    Il 5 settembre 1972, un commando palestinese di Settembre Nero fa irruzione nel villaggio olimpico di Monaco e sequestra alcuni atleti israeliani. L'azione si concluderà con un bagno di sangue: moriranno undici atleti, sette terroristi e un poliziotto tedesco. Subito il Mossad organizza una rappresaglia: undici persone legate al terrorismo palestinese e ai fatti di Monaco dovranno morire. Un agente e altri quattro uomini vengono incaricati della missione. Il risultato sarà una lunga scia di sangue. Nell'autunno del 1981, il giornalista George Jonas incontra l'ex agente Avner, e lo convince a raccontare la sua storia. Nasce così questo libro, pubblicato per la prima volta da Rizzoli nel 1985 e ora riproposto in una nuova edizione aggiornata.

    ha scritto il 

  • 4

    "Primo, conoscete il moto dei terroristi: castigare uno per spaventarne cento. Be', come si fa a spaventare i terroristi? Se vi limitate a sparare a uno di loro mentre si trova in un luogo ...continua

    "Primo, conoscete il moto dei terroristi: castigare uno per spaventarne cento. Be', come si fa a spaventare i terroristi? Se vi limitate a sparare a uno di loro mentre si trova in un luogo all'aperto, esposto, nell'atto di recarsi da A a B, potrebbe non essere sufficiente. Gli altri potrebbero dire: "Oh, hanno beccato Ahmed perché ha messo fuori la testa, ma io sarò più prudente". Ne ammazzerete uno, ma gli altri continueranno come prima, non si spaventeranno. "Se però beccate un mechabel mentre è circondato dai suoi, quando si sente perfettamente al sicuro, quando meno se l'aspetta... è un altro paio di maniche. Se lo fate in modo ingegnoso, inatteso, io... non saprei farvi un esempio, ma se lo fate in un momento o in un luogo improbabile, o anche in maniera improbabile, allora... allora gli altri si spaventeranno. "Oh, quei maledetti ebrei sono furbi" diranno. "Arrivano dappertutto. Se sono riusciti a beccare Ahmed là, in questo o quel modo, potrebbero beccare anche me". (Vendetta, George Jonas, Mondolibri su licenza RCS 2006, trad. Adriana Dell'Orto, pag.117)

    ha scritto il 

  • 5

    Regalato da Kurotenshi http://www.anobii.com/malla97/books

    Sono un po' in difficoltà a commentare questo libro, perchè quando si tratta di Israeliani e Palestinesi sono tutte parole a vanvera, ...continua

    Regalato da Kurotenshi http://www.anobii.com/malla97/books

    Sono un po' in difficoltà a commentare questo libro, perchè quando si tratta di Israeliani e Palestinesi sono tutte parole a vanvera, bisognerebbe vivere dentro nella loro situazione per potersi permettere di dire qualsiasi cosa. Anyway. Questo è un libro-cronaca un po' romanzato che narra una faccenda avvenuta realmente: i Palestinesi ammazzano gli atleti olimpici israeliani, nel 1972 e il Mossad si vendica. Giustamente? Ingiustamente? Non sta a me dirlo e neanche a te che leggi, dato che molto probabilmente non hai mai vissuto una situazione del genere.

    Tuttavia, l'unica cosa che mi lascia un po' così e che questo libro è stato scritto da un ebreo, perciò mi suona un po' di parte. E' ovviamente difficile essere obiettivi su queste cose, però ho come il sospetto che siano state omesse alcune informazioni, che mi sia stata data solo una versione della faccenda. Non so.. L'autore è molto preciso nelle note e nel menzionare le fonti, quindi magari è solo un sospetto mio, che sono radicalmente convinta che nessuno possa dire chi dei due abbia ragione o torto, in questa faccenda e, di conseguenza, finiamo tutti quanti con l'essere di parte. Intendo nella lotta tra Israeliani e Palestinesi, non nella strage di Monaco.

    A parte questo, chi me l'ha regalato ha azzeccato al 100000000%, perchè è esattamente il genere di libro che io adoro *_*

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Storia vera

    Una incredibile storia di terrorismo e servizi segreti. Ancora più pazzesca perchè realmente avvenuta! Dopo il sanguinoso attacco alla delegazione israeliana alle olimpiadi di Monaco, i servizi ...continua

    Una incredibile storia di terrorismo e servizi segreti. Ancora più pazzesca perchè realmente avvenuta! Dopo il sanguinoso attacco alla delegazione israeliana alle olimpiadi di Monaco, i servizi segreti israeliani organizzano l'eliminazione di tutti i terroristi coinvolti in giro per il mondo. Tralasciando l'incredibile violenza ed odio che trasudano dalla righe, la storia è assolutamente coinvolgente e mozzafiato. L'ho letto due volte ed in entrambe le occasioni mi ha rapito. Consiglio!!!

    ha scritto il 

  • 5

    El verdadero espionaje

    Un relato muy interesante y realista acerca de la vida y las acciones de un comando israelí del mossad, Kidón, (asesinos por encargo del Primer Ministro), narrado por el Jefe de la Unidad, y que ...continua

    Un relato muy interesante y realista acerca de la vida y las acciones de un comando israelí del mossad, Kidón, (asesinos por encargo del Primer Ministro), narrado por el Jefe de la Unidad, y que tuvieron el encargo de buscar y asesinar a los responsables (según el Mossad), del atentado terrorista de Septiembre Negro contra la delegación israelí olímpica en Munich, 1972. Lo que hace éste libro valioso es la honestidad con que el actor primario cuenta sus errores, aciertos, fracasos, decepciones, la actitud del Mossad con sus agentes, etc. No son las fantasías del espionaje Estilo James Bond, es la verdadera vida de los agentes de los servicios de inteligencia.

    ha scritto il