In appendice: Io, Vladimir Scerbanenko.

Le piccole idee della società dei consumi muoino nei prati di periferia, ed è quasi sempre inutile indagare. L'omertà salva gli sfruttatori. Ma Duca Lamberti pensa che sia necessario insistere, comunqu
...Continua
Dani Mela
Ha scritto il 08/07/18
Ricordo che non si leggeva Scerbanenco perché il suo anticomunismo lo rendeva gradito a gente impresentabile, con cui non si voleva avere niente in comune. Ricordo, dei suoi libri nelle edicole delle stazioni, le copertine che sembravano volgarissime...Continua
Angelo Pierotti
Ha scritto il 09/06/18

IL MAESTRO DEL GENERE ITALIANO? NO IL PROFESSORE!!!

Jessica Fletcher
Ha scritto il 01/06/18
Un noir bellissimo. Il fatto di conoscere le vie e la topografia di Milano ha reso anche più soddisfacente la lettura. Bellissimo il personaggio di Duca Lamberti, uno che nonostante abbia capito che di princípi non si campa non può fare a meno di rim...Continua
Suni
Ha scritto il 23/12/17
Ci sono Duca Lamberti e la Milano anni Sessanta. E poi c'è un giallo da risolvere, ma viene dopo. All'inizio in realtà non c'è nemmeno un giallo: ci sono un ragazzotto di buona famiglia inspiegabilmente alcolizzato e il suo disperato padre, che dopo...Continua
Rain
Ha scritto il 12/08/17
Come sempre..
...una lettura piacevole, semplice e nella sua semplicità coinvolgente. Meno bella secondo me la trama rispetto ad altre sue opere però bello scoprire come duca incontra e si innamora di Livia..duca duro e impenetrabile squarciato e attraversato dal...Continua

Angebet
Ha scritto il Mar 07, 2017, 13:28
"La società è un gioco. Le regole del gioco sono scritte nel codice penale, in quello civile e in un altro codice, piuttosto vago e non scritto, detto codice morale. Saranno codici molto discutibili, che devono essere continuamente migliorati, ma, o...Continua
Mucci
Ha scritto il Sep 05, 2015, 13:14
Arrivò in via dei Giardini e trovò da parcheggiare la Giulietta comodamente perché in quei roventi giorni di agosto la metropoli non era giudicata più abitabile da un gran numero di cittadini che, chi sa perché, la trovavano abitabilissima con la neb...Continua
Pag. 59
Mucci
Ha scritto il Aug 31, 2015, 10:02
" (...) I difetti si ereditano e i pregi sono invece recessivi. Direi una forma di entropia biologica".
Pag. 16
Filippo Zambrini...
Ha scritto il Apr 01, 2015, 22:26
Non mi piacciono i bari. (…) La società è un gioco, vero? Le regole del gioco sono scritte nel codice penale, in quello civile e in un altro codice, piuttosto vago e non scritto, detto codice morale. Saranno codici molto discutibili, che devono esser...Continua
Pag. 110
Ape80
Ha scritto il Dec 24, 2013, 16:07
La forma più appassionata di pazzia è quella lucida,ragionante
Pag. 119

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi