Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Verità e menzogna - ­La nascita della tragedia­ - La filosofia nell'età tragica dei greci

Edizioni integrali

Di

Editore: Newton & Compton

4.0
(52)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 320 | Formato: Altri

Isbn-10: 8879837370 | Isbn-13: 9788879837378 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: F. Masini , S. Givone , U. Fadini

Genere: Fiction & Literature , History , Philosophy

Ti piace Verità e menzogna - ­La nascita della tragedia­ - La filosofia nell'età tragica dei greci?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Prima di Nietzsche la visione del mondo greco era quella lasciataci in eredità dal Rinascimento: un ideale irraggiungibile di serenità, armonia, «bellezza». Dietro questi aspetti, che Nietzsche indicò come «apollinei», il grande pensatore tedesco intuì l'altro polo di quella grande civiltà: quello notturno, «barbarico», che nei riti dedicati a Dioniso celebrava la potenza irrefrenabile degli istinti. Nelle opere che presentiamo Nietzsche espone e sviluppa questa sua concezione, destinata ad avere un'enorme influenza su tutta la nostra cultura.
Ordina per
  • 5

    La tradizione antica era a conoscenza dell'esistenza di due spiriti in grado di trovare un perfetto equilibrio nella vita dell'essere...

    Sappiamo bene che il periodo filosofico di Niestzche si divide in tre parti: periodo giovanile, periodo illuministico e ultimo periodo (quello di Zarathustra se non erro). Ebbene io adoro la Nascita della Tragedia Greca. Mi piace questa teoria, oltretutto mi ricorda tantissimo Schopenhauer (che a ...continua

    Sappiamo bene che il periodo filosofico di Niestzche si divide in tre parti: periodo giovanile, periodo illuministico e ultimo periodo (quello di Zarathustra se non erro). Ebbene io adoro la Nascita della Tragedia Greca. Mi piace questa teoria, oltretutto mi ricorda tantissimo Schopenhauer (che adoro) e non so perché anche alcuni poeti e scrittori come Goethe. La vita è come una tragedia... l'uomo è destinato a soffrire, i Greci ne erano a conoscenza. Esistono due spiriti che compongono l'individuo, lo spirito apollineo e quello dionisiaco.

    Il resto lo trovate nel libro... consigliato!

    5/5

    ha scritto il