Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Veronica

By

Publisher: Serpent's Tail

3.7
(83)

Language:English | Number of Pages: 272 | Format: Softcover and Stapled | In other languages: (other languages) Spanish , Chi traditional , Italian

Isbn-10: 1852429739 | Isbn-13: 9781852429737 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Audio CD , Paperback , Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Philosophy

Do you like Veronica ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
In this seductive and shattering novel, Alison and Veronica meet amid the nocturnal glamour of 1980s New York: one is a former modeling sensation, stumbling away from the wreck of her career, the other an eccentric middle-aged proofreader with a meticulous eye. Over the next twenty years, their friendship will encompass narcissism and tenderness, exploitation and self-sacrifice, love and mortality. Moving seamlessly between the glamorous and gritty '80s, when beauty and style gave licence to excess and the broken world of the decade's survivors twenty years after, Gaitskill casts a fierce yet compassionate eye on the two eras and their fixations. Veronica masterfully evokes the fragility and mystery of human relationships in a world where love is rife with contradictions. Evocative, raw, and entirely unique, "Veronica" was shortlisted for the prestigious 2005 National Book Award in the USA.
Sorting by
  • 3

    Una scrittura densa, pesante e vischiosa come petrolio.
    Un libro che dà malessere, sembra di essere in Gummo, ogni singolo personaggio è disturbato, infelice, spezzato.
    Lo stile lo trovo piuttosto indigesto, sarà un mio limite. E' stato tutto...troppo. Troppo ricercato, troppo ampolloso, troppo ...continue

    Una scrittura densa, pesante e vischiosa come petrolio. Un libro che dà malessere, sembra di essere in Gummo, ogni singolo personaggio è disturbato, infelice, spezzato. Lo stile lo trovo piuttosto indigesto, sarà un mio limite. E' stato tutto...troppo. Troppo ricercato, troppo ampolloso, troppo pesante. Mi ha impedito di apprezzare il romanzo fino in fondo.

    said on 

  • 5

    É così che si scrive. Con spietatezza ,voluttà,dolcezza per raccontare la vita di due donne. Che è poi una canzone. Struggente e bellissima.
    "Io sono sprofondata nell'oscurità e ho vissuto tra i demoni per moltissimo tempo. Sono diventata una di loro. Ma non sono stata salvata da una bambina inno ...continue

    É così che si scrive. Con spietatezza ,voluttà,dolcezza per raccontare la vita di due donne. Che è poi una canzone. Struggente e bellissima. "Io sono sprofondata nell'oscurità e ho vissuto tra i demoni per moltissimo tempo. Sono diventata una di loro. Ma non sono stata salvata da una bambina innocente o da un angelo che piangeva per me in paradiso. Sono stata salvata da un altro demone che mi ha guardato con compassione e così è ritornato umano, e poichè anch'io ho contraccambiato la sua compassione, anche a me è stato permesso di essere di nuovo umana".

    said on 

  • 4

    Solitudini

    Forse il libro più difficile da amare, "Veronica" è una storia ipnotica, senza gioia, senza felicità. Le mie sensazioni, durante la lettura, sono oscillate in tutte le direzioni. La scrittura di Mary Gaitskill è durissima, ostica, frammentaria, ma piena di fascino, nuova.
    Alison ha 46 anni, l'epa ...continue

    Forse il libro più difficile da amare, "Veronica" è una storia ipnotica, senza gioia, senza felicità. Le mie sensazioni, durante la lettura, sono oscillate in tutte le direzioni. La scrittura di Mary Gaitskill è durissima, ostica, frammentaria, ma piena di fascino, nuova. Alison ha 46 anni, l'epatite C, un fisico provato da abusi e incidenti. E' bellissima e molto giovane, quando decide di lasciare la provincia americana e iniziare una carriera da fotomodella. Gli anni settanta, le droghe, l'alcol e le frequentazioni corrotte hanno distrutto i suoi sogni, le sue aspettative, portandola, negli anni, a perdere anche la bellezza. Alison, adesso, vive facendo le pulizie nello studio del primo fotografo che la introdusse nel mondo effimero della moda. Nello spazio di una giornata e di una lenta camminata sotto la pioggia, ripercorre gli anni, gli eventi e, soprattutto, l'amicizia con Veronica. Veronica aveva sedici anni più di Alison e un amore totale per Duncan, dal quale viene infettata col virus dell'Aids. Le vite delle due donne si intrecciano, si separano e si ritrovano, negli anni, senza invadersi l'un l'altra, ma nascondendo un sentimento fortissimo. E' proprio questo mai espresso sentimento a rivelarsi la forza portante di tutto il racconto. Alison che, ad una prima impressione può sembrare superficiale, è intrisa di profondità e di dedizione verso questa donna tanto particolare; Veronica, che ostenta un cinismo pubblico, ha un privato pieno di sentimento e di accettazione, dimostrando, in punto di morte, quanto grandi ed equivalenti fossero l'amore per Duncan e per Alison stessa.

    Le dissi: "Chiamami se succede qualcosa", e lei mi accompagnò alla porta. La abbracciai. "Aspetta un momento, tesoro", disse, e si tolse un anello dal dito per darmelo. Era una splendida pietra color terra bruciata, incastonata tra ceselli d'argento. "E' una corniola", mi spiegò. "Me l'ha regalato Duncan la seconda volta che ci siamo visti. Me l'ha messo al dito, e poi l'ha baciato". Mi mise l'anello al dito, stringendo con forza la mia mano tra le sue. "Addio, amore", disse, e sorrise.

    said on 

  • 4

    Quel brivido che si prova a mettere la bellezza sullo stesso piano della merda

    In questo romanzo si alternano dal principio alla fine delicatezza e squallore. Bellezza e malattia. Amicizie e tradimenti.
    La Gaitskill lo fa attraverso una scrittura convincente, diretta e senza fronzoli e con squarci sempre improvvisi di poesia quanto di spietatezza.
    Mi è piaciuto.
    La s ...continue

    In questo romanzo si alternano dal principio alla fine delicatezza e squallore. Bellezza e malattia. Amicizie e tradimenti. La Gaitskill lo fa attraverso una scrittura convincente, diretta e senza fronzoli e con squarci sempre improvvisi di poesia quanto di spietatezza. Mi è piaciuto. La storia è raccontata da Alison, un’ex modella ormai cinquantenne e malata che è costretta a campare facendo le pulizie nell’ufficio di un suo ex fotografo all’epoca innamorato di lei, e che adesso le ha procurato questo lavoro spinto dalla compassione, forse. Nell’arco di una sola giornata Alison ripercorre la sua vita a partire dagli anni settanta, quando giovanissima lascia la famiglia e va a San Francisco in cerca di libertà e si ritrova presto a condividere un appartamento con altri dodici ragazzi e a vendere fiori all’entrata dei locali. E dove scopre di poter utilizzare la sua bellezza per ottenere ciò che vuole. Diventerà una modella, non prima di essere scopata da un fantomatico agente che non conta un cazzo ma che le fa credere il contrario. Come da prassi. E diventa amica di Veronica, una donna che è stata oltraggiata e strapazzata dalla vita, trasformandosi in una donna aggressiva, esuberante, insolente.

    Alison ci racconta le sue esperienze attraverso la musica e le mode che si sono susseguite negli anni. A partire dai sessanta, quando eravamo pieni d’amore, per poi passare agli anni delle contestazioni, gli anni in cui eravamo arrabbiatI e che hanno lasciato il posto agli anni dell’ironia e del non prendiamoci sul serio, che sono finiti negli anni della superficialità per poi sprofondare negli anni in cui siamo depressi. Gli anni dove stiamo tutti rinchiusi a scriverci attraverso un pc e che ci illudiamo forse di aver maggior comunicazione ma che invece sono solo contatti e un groviglio interminabile di ronzii destinati a non smuovere davvero nulla; anni che poi chissà a cosa ancora cederanno il passo.

    Un'altra qualità di questo romanzo che ho apprezzato è stata l'aver percepito che generalmente quando pensiamo al passato lo facciamo con nostalgia, ma non sempre. Mentre quello che invece facciamo sempre è ricordarlo immobile. Lo rievochiamo per immagini plastiche. I momenti sono catturati come gli scatti di una macchina fotografica. Le macchine fotografiche che la modella Alison conosce bene e che le fa riaffiorare i tempi del suo primo servizio, quando ancora non sapeva posare, ma non importava. - Perché c’era la musica, ed era come un grande fiore rosso in cui sparire; la sua dolcezza era una complicata esplosione di mille sapori distinti, sotto i quali c’era un immenso muscolo di suono. Provava la stessa sensazione di avere un cazzo dentro di lei, e al tempo stesso quell’altra sensazione, quella esterna e sottile e frizzante che si prova sul clitoride. Tranne che era come quando sei innamorata, e non pensi affatto alle parole “cazzo” o “clitoride” - .

    Questo modo di narrare a volte duro e provocante ma che finisce poi per cedere alla poesia mi ha affascinato e l’ho trovato molto bello e suggestivo. A volte poi alcuni momenti della vita potrebbero essere rappresentati in dieci scatti fotografici, come pensa Alison. E in quelli scatti nove volte su dieci ci sei tu in primo piano con una chiave in tasca per esaudire i tuoi progetti, e sullo sfondo c’è la vita che ti aspetta. Nell’ultimo scatto invece vedi la vita con la tua chiave in mano e dall’altra parte tu, senza più nulla.

    Ma dicevo all’inizio che il romanzo mi è piaciuto molto per i suoi contrasti e per i temi che affronta. C’è molta tristezza nel libro ma non è mai facile retorica e non suscita commiserazione. Piuttosto ti colpisce, un po’ come nella realtà. Concedendo al lettore carezze di pura bellezza e cazzotti improvvisi nello stomaco. Parole crude e schiette e dolcezze spesso sottili. Come una persona che ti accompagna in aeroporto mentre parti, e per timidezza o per orgoglio o per qualche altra ragione che sapete solo voi non trova il coraggio di abbracciarvi né di baciarvi. Ma a un certo punto, magari un attimo prima di imbarcarvi notate nei suoi occhi uno scintillio d’amore, e capite che quello scintillio vale quanto un bacio.

    said on 

  • 4

    Teach me tonight

    A casa di mia madre una mattonella appesa all’entrata con un detto spagnolo recita “non preoccuparti per la vita, potresti non uscirne vivo”.
    Così è Veronica, una bomba che ti esplode in mano mentre cerchi di disinnescarla.
    Allison racconta la sua vita di ex modella ora malata che sbarca il lun ...continue

    A casa di mia madre una mattonella appesa all’entrata con un detto spagnolo recita “non preoccuparti per la vita, potresti non uscirne vivo”. Così è Veronica, una bomba che ti esplode in mano mentre cerchi di disinnescarla. Allison racconta la sua vita di ex modella ora malata che sbarca il lunario lavando i vetri negli uffici e ripercorre nel tempo la sua amicizia con Veronica, più grande di dodici anni, irriverente per carattere e temeraria per vocazione. Due donne che sono una lo specchio dell’altra, la bellezza e l’apparente leggerezza di Allison sono complementari allo spirito brillante e profondo di Veronica. Ma sono poi così diverse? In fondo per gli esseri umani “è molto più difficile prendere una forma perché ne abbiamo una esteriormente e fin troppe dentro di noi”. “Profondità, superficie, potenza, fragilità, direzione, disonestà, arroganza, servilità, rocce, radici, erba , fiori, sporcizia”. Siamo tutto questo: sogni e bassezza, grandi ideali e piccole meschinità. Il dolore e la malattia si mescolano alla forza e alla bellezza in una danza furiosa. Veronica è la storia di due donne che hanno scelto di vivere pericolosamente e hanno perso la partita con la vita. (Ammesso che la si possa vincere.) Servirà ad Allison, quando la bellezza sfiorisce, le cicatrici aumentano e la malattia avanza, ricordare Veronica e attraverso di lei, capire quanto, cosa e dove ha sbagliato, con la musica a scandire il tempo del romanzo. Una grazia aerea e impalpabile, una scrittura che lascia il segno, una storia che non si dimentica più. Il libro parla delle innumerevoli forme che assumono gli esseri umani, di persone che si amano ma non si incontrano, di amicizia e di dolore, di malattia e bellezza, di occasioni mancate. E di tutte quelle direzioni che la vita prende e che non sono mai quelle desiderate. Parla anche di molto altro. E spezza il cuore.

    Finalista al National book award e al National book critics circle award. Grazie Flavia per avermi consigliato un libro stupendo.

    http://www.youtube.com/watch?v=PSpII70gbH0

    said on 

  • 2

    Mi sono intristita e depressa a seguire la narratrice, malata di epatite C, che segue Veronica, malata di aids. Intorno c'è la bellezza, sognata, cercata negli occhi degli altri, trovata in una fotografia, incontrata nel mondo delle modelle. Tutto a frammenti. Mi sembra di avere in mano un caleid ...continue

    Mi sono intristita e depressa a seguire la narratrice, malata di epatite C, che segue Veronica, malata di aids. Intorno c'è la bellezza, sognata, cercata negli occhi degli altri, trovata in una fotografia, incontrata nel mondo delle modelle. Tutto a frammenti. Mi sembra di avere in mano un caleidoscopio e continuo a scuoterlo, compulsivamente. Le immagini cambiano e hanno sempre un certo fascino, ma i frammenti dentro il tubo sono taglienti e a un certo mi lacerano le dita. Giro le ultime pagine soffrendo.

    said on 

  • 5

    怎麼向你形容? 我走過的晨沙霧氣、我穿越的裊裊薄紗。

    我們都是複雜的。 一生都在探尋、摸索;探尋自我、摸索如何和世界互動。 但許多許多時候,往往連自己都了解不了,僅只是抓住了那一雙向底心扣問的手,當作真理 一生不放。 或許人們不斷尋覓的,只是一道木質的門;有些老舊、有些霉氣、和著森林的氣息,傳來陣陣過去的清香。 或許,我們人人都在尋找這樣的一道門。 以及,那隻敲門的手。

    said on 

  • 4

    那些店大得讓我無語. 無語的感覺不壞. 就像是地上的一顆塵埃, 四周是生長與死亡. 一顆塵埃或一根草或一顆石頭, 小小一點什麼都知道, 卻什麼都說不出來.

    對~~是應該有個4.5顆星的評價!!! 我好喜歡這本書讀起來的氛圍

    綿綿的陰雨 就算有陽光也還是一團糾在一起的感覺 其實我不大能形容耶..... 但是我喜歡這本書!!!

    said on 

Sorting by