Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Veronika decide di morire

By Paulo Coelho

(895)

| Hardcover

Like Veronika decide di morire ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Il giorno 11 novembre 1997 Veronika, ventiquattro anni, slovena, capisce di non voler più vivere e assume una forte dose di sonniferi. Salvata per caso, si risveglia tra le mura dell'ospedale psichiatrico di Villete, con il cuore stanco e sofferente Continue

Il giorno 11 novembre 1997 Veronika, ventiquattro anni, slovena, capisce di non voler più vivere e assume una forte dose di sonniferi. Salvata per caso, si risveglia tra le mura dell'ospedale psichiatrico di Villete, con il cuore stanco e sofferente per il veleno che lei gli ha somministrato. In pochi giorni a Villete Veronika scopre un universo di cui non sospettava l'esistenza. Conosce Mari, Zedka, Eduard, persone che la gente "normale" considera folli, e soprattutto incontra il dottor Igor, che attraverso una serie di colloqui cerca di eliminare dall'organismo di Veronika l'Amargura, l'Amarezza che la intossica privandola del desiderio di vivere. Veronika spalanca così le porte di un nuovo mondo, un mondo che, attraversato con la consapevolezza della morte, la spinge, sorprendentemente, alla consapevolezza della vita. Fino alla conquista del dono più prezioso: sapere vivere ogni giorno come un miracolo. In questo straordinario romanzo, nella storia della giovane Veronika, Paulo Coelho riversa la sua personale esperienza, i ricordi di tre anni consecutivi di ricovero in un ospedale psichiatrico, dove lo scrittore venne rinchiuso solo perché considerato "diverso". E riesce ancora una volta a mostrare al lettore come il miracoloso e inafferrabile dono della serenità possa essere conquistato in qualsiasi luogo, anche in quelli apparentemente più improbabili. Perché il dono della serenità è nascosto nel cuore di ciascuno di noi.

748 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    il mio rapporto con Coelho è difficile.
    non mi tolgo dalla testa l'idea che sia una specie di Fabio Volo, uno che se la crede troppo.

    questo libretto è abbastanza carino però è sempre un po' banalotto...per fortuna non è così pomposo da farti venire ...(continue)

    il mio rapporto con Coelho è difficile.
    non mi tolgo dalla testa l'idea che sia una specie di Fabio Volo, uno che se la crede troppo.

    questo libretto è abbastanza carino però è sempre un po' banalotto...per fortuna non è così pomposo da farti venire la nausea.

    Is this helpful?

    Nadiona said on Aug 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La conferma che io e Paulo Coelho non andiamo d'accordo. Concordo con quanti l'hanno trovato banale, non mi ha lasciato niente.

    Is this helpful?

    streghettapaolina said on Aug 8, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Frasi dal libro

    “A 24 anni, dopo aver vissuto tutto quello che le era stata consentito di vivere – e non era poco! – Veronika era quasi sicura che tutto finisse con la morte. Perciò aveva scelto il suicidio: la libertà, insomma. L’oblio per sempre.”

    http://frasiarz ...(continue)

    “A 24 anni, dopo aver vissuto tutto quello che le era stata consentito di vivere – e non era poco! – Veronika era quasi sicura che tutto finisse con la morte. Perciò aveva scelto il suicidio: la libertà, insomma. L’oblio per sempre.”

    http://frasiarzianti.wordpress.com/2014/08/04/veronika-…

    Is this helpful?

    Frasi arzianti said on Aug 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La sola cosa che salvo di questo romanzo parecchio noioso, è l'eleganza della scrittura di Coelho, qui tenuta a freno e desaturata nei colori come un film di Antonioni degli anni '60.

    Tutto il resto invece merita di finire in fretta nel dimenticatoi ...(continue)

    La sola cosa che salvo di questo romanzo parecchio noioso, è l'eleganza della scrittura di Coelho, qui tenuta a freno e desaturata nei colori come un film di Antonioni degli anni '60.

    Tutto il resto invece merita di finire in fretta nel dimenticatoio, a partire dai temi che vi sono trattati, tipo: "ogni giorno dev'essere vissuto come se fosse l'ultimo", "pazzia e sanità mentale sono spesso solo questione di convenzioni" ed il classico "l'amore è fonte di salvezza". Per carità, in un altro contesto avrebbero potuto costituire la base di un buon romanzo. Se ne è venuto fuori un polpettone è soprattutto perché l'autore li ha trattati in maniera pedante, ripetendosi e tornandoci sopra più e più volte, per poi svilupparli in maniera molto statica. In verità si sente un forte impianto teatrale, nel senso più negativo del termine: i personaggi che pure non sono male, più che parlare, declamano con voce impostata, ben piantati a gambe larghe sul fronte del palcoscenico; la claustrofobia che il ricovero della protagonista in una casa di cura avrebbe dovuto provocare, viene presto smorzata dal trascinarsi sulla scena dei personaggi, ora qui e ora lì, liberi di andare dove vogliono. Il ritmo ne risente, il racconto si fa soprattutto verbale e la poca azione finisce per incagliarsi in una specie di melassa densa e collosa che rende pesante la lettura e noiosa la fruizione.

    Fino qui insomma, più o meno. C'è di peggio diciamo, ma poi arriva il colpo di grazia della Grande Sorpresa Finale, che è di un telefonato di cui ricordo pochi eguali nella storia della letteratura mondiale ed il romanzo letteralmente muore. A pagina nove il Lettore Scafato capisce già dove Coelho stia andando a parare e lo sconforto che prova quando scopre di averci preso in pieno è inenarrabile.

    La verità è che Coelho si rivolge consapevolmente e disonestamente a un pubblico ben mirato di adolescenti in piena esplosione ormonale fregandosene di tutto il resto e di tutti gli altri eventuali lettori, e allora cosa vuoi dargli, ottimo? Ma neanche per idea.

    Is this helpful?

    Albertozeta said on Jun 20, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book