Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Veronika decide morir

By Paulo Coelho

(85)

| Others | 9788408045120

Like Veronika decide morir ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Veronika es una joven que tiene los mismos sueños y deseos que cualquier persona de su edad. Es guapa, cuenta con un buen trabajo y no le faltan pretendientes. Su vida transcurre sin mayores sobresaltos, sin grandes alegrías ni grandes tristezas. Per Continue

Veronika es una joven que tiene los mismos sueños y deseos que cualquier persona de su edad. Es guapa, cuenta con un buen trabajo y no le faltan pretendientes. Su vida transcurre sin mayores sobresaltos, sin grandes alegrías ni grandes tristezas. Pero Veronika no es feliz. Por eso, la mañana del 11 de noviembre de 1997, Veronika decide morir. Sueños y fantasías. Deseo y muerte. Locura y pasión. Veronika, en su camino hacia la muerte, descubre que cada segundo de la existencia es una opción que tomamos entre la alternativa de seguir adelante o de abandonar.

748 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    il mio rapporto con Coelho è difficile.
    non mi tolgo dalla testa l'idea che sia una specie di Fabio Volo, uno che se la crede troppo.

    questo libretto è abbastanza carino però è sempre un po' banalotto...per fortuna non è così pomposo da farti venire ...(continue)

    il mio rapporto con Coelho è difficile.
    non mi tolgo dalla testa l'idea che sia una specie di Fabio Volo, uno che se la crede troppo.

    questo libretto è abbastanza carino però è sempre un po' banalotto...per fortuna non è così pomposo da farti venire la nausea.

    Is this helpful?

    Nadiona said on Aug 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La conferma che io e Paulo Coelho non andiamo d'accordo. Concordo con quanti l'hanno trovato banale, non mi ha lasciato niente.

    Is this helpful?

    streghettapaolina said on Aug 8, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Frasi dal libro

    “A 24 anni, dopo aver vissuto tutto quello che le era stata consentito di vivere – e non era poco! – Veronika era quasi sicura che tutto finisse con la morte. Perciò aveva scelto il suicidio: la libertà, insomma. L’oblio per sempre.”

    http://frasiarz ...(continue)

    “A 24 anni, dopo aver vissuto tutto quello che le era stata consentito di vivere – e non era poco! – Veronika era quasi sicura che tutto finisse con la morte. Perciò aveva scelto il suicidio: la libertà, insomma. L’oblio per sempre.”

    http://frasiarzianti.wordpress.com/2014/08/04/veronika-…

    Is this helpful?

    Frasi arzianti said on Aug 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La sola cosa che salvo di questo romanzo parecchio noioso, è l'eleganza della scrittura di Coelho, qui tenuta a freno e desaturata nei colori come un film di Antonioni degli anni '60.

    Tutto il resto invece merita di finire in fretta nel dimenticatoi ...(continue)

    La sola cosa che salvo di questo romanzo parecchio noioso, è l'eleganza della scrittura di Coelho, qui tenuta a freno e desaturata nei colori come un film di Antonioni degli anni '60.

    Tutto il resto invece merita di finire in fretta nel dimenticatoio, a partire dai temi che vi sono trattati, tipo: "ogni giorno dev'essere vissuto come se fosse l'ultimo", "pazzia e sanità mentale sono spesso solo questione di convenzioni" ed il classico "l'amore è fonte di salvezza". Per carità, in un altro contesto avrebbero potuto costituire la base di un buon romanzo. Se ne è venuto fuori un polpettone è soprattutto perché l'autore li ha trattati in maniera pedante, ripetendosi e tornandoci sopra più e più volte, per poi svilupparli in maniera molto statica. In verità si sente un forte impianto teatrale, nel senso più negativo del termine: i personaggi che pure non sono male, più che parlare, declamano con voce impostata, ben piantati a gambe larghe sul fronte del palcoscenico; la claustrofobia che il ricovero della protagonista in una casa di cura avrebbe dovuto provocare, viene presto smorzata dal trascinarsi sulla scena dei personaggi, ora qui e ora lì, liberi di andare dove vogliono. Il ritmo ne risente, il racconto si fa soprattutto verbale e la poca azione finisce per incagliarsi in una specie di melassa densa e collosa che rende pesante la lettura e noiosa la fruizione.

    Fino qui insomma, più o meno. C'è di peggio diciamo, ma poi arriva il colpo di grazia della Grande Sorpresa Finale, che è di un telefonato di cui ricordo pochi eguali nella storia della letteratura mondiale ed il romanzo letteralmente muore. A pagina nove il Lettore Scafato capisce già dove Coelho stia andando a parare e lo sconforto che prova quando scopre di averci preso in pieno è inenarrabile.

    La verità è che Coelho si rivolge consapevolmente e disonestamente a un pubblico ben mirato di adolescenti in piena esplosione ormonale fregandosene di tutto il resto e di tutti gli altri eventuali lettori, e allora cosa vuoi dargli, ottimo? Ma neanche per idea.

    Is this helpful?

    Albertozeta said on Jun 20, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book