Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Vertigine

Di

Editore: Rizzoli

2.2
(25)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 120 | Formato: Paperback

Isbn-10: 881702838X | Isbn-13: 9788817028387 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Illustratore o Matitista: Alice Pasquini

Genere: Comics & Graphic Novels

Ti piace Vertigine?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ispirandosi a “Dada”, la celebre canzone di Ivan Graziani, Melissa P. ci narra una storia cruda e spregiudicata. Una storia di sesso, violenza e disperazione, ma, soprattutto, una storia d'amore. Fondendosi con i tratti e i colori magici delle matite di Alice Pasquini, una delle giovani disegnatrici più talentuose della scena italiana, in questo libro le parole di Melissa P. prendono vita e si incarnano in un mondo di tratti netti e puliti, popolati di volti dai grandi occhi invadenti e di giovani figure dai lineamenti aggraziati. Sono queste le atmosfere di “Fiori di carta”, storia di due cugine che si amano e si salvano dalla tossicodipendenza. Un libro spietato e insieme tenerissimo, che conferma le doti di una scrittrice da sempre sopra le righe, svelando quelle di un'artista destinata a far parlare di sé.
Ordina per
  • 2

    I disegni non sono malaccio...

    ... anche se paiono un po' troppo indebitati con "Sprayliz" di Luca Enoch (d'altronde Alice Pasquini è una writer). Per il resto siamo in guai grossi: vuol essere una storia d'amore tra due ragazze, ...continua

    ... anche se paiono un po' troppo indebitati con "Sprayliz" di Luca Enoch (d'altronde Alice Pasquini è una writer). Per il resto siamo in guai grossi: vuol essere una storia d'amore tra due ragazze, di cui una con problemi di tossicodipendenza da eroina. Ma la storia d'amore non funziona, perché comincia senza un perché: un istante prima le due non sono innamorate, un istante dopo sì, e perdipiù pazzamente (i tira-e-molla, i turbamenti, le liti e le riappacificazioni, i dubbi angosciosi e i dispiaceri che animavano la storia d'amore tra ragazze nella graphic novel "Il blu è un colore caldo" di Julie Maroh appaiono lontanissimi: leggetevi quella, piuttosto). E la vicenda sconfina nell'assurdo quando accade che la ricerca spasmodica di un "buco" si trasformi in una trama nera con annesso sequestro di persona (un reato così grosso che nessuno spacciatore da due soldi si sognerebbe di concepire se non fosse del tutto impazzito).

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    1

    Amarti per sempre

    Ma Melissa P. non potrebbe darsi all'uncinetto invece di scrivere boiate? Ultimamente, sfigata io, trovo solo libri di una pesantezza estrema, così, dopo aver trovato questa graphic novel, mi son ...continua

    Ma Melissa P. non potrebbe darsi all'uncinetto invece di scrivere boiate? Ultimamente, sfigata io, trovo solo libri di una pesantezza estrema, così, dopo aver trovato questa graphic novel, mi son detta "va beh.. Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire faceva pena, ma magari questo coi disegni è venuto più carino." COME NO!! La storia, se così si può chiamare, narra la vicenda di due adolescenti (una di quindici anni e l'altra di sedici) che un'ora dopo essersi conosciute vanno a letto insieme, due ore dopo si amano già e il giorno dopo una tenta di difendere l'altra ma viene rapita e drogata. Nonostante questo riesce a fuggire da ben QUATTRO uomini adulti insieme alla sua cugina-fidanzata decidendo di scappare per sempre e viaggiare per tutta la vita. Campando di cosa? Non si sa. E... la morale quale sarebbe? Riescono a disintossicarsi? Mistero, per cui non posso nemmeno dire che il messaggio lanciato sia quello di uscire dalla tossicodipendenza ad ogni costo, perché la storiella non si conclude. Mi auguro che la signorina Melissa non abbia intenzione di propinarci un seguito e, come già consigliato, decida di darsi ai ricami e ai lavori di casa, che sarebbe un bene per tutti.

    P.S. i disegni sono carini, alcuni belli ma sta scrittrice (?) dovrebbe capire che l'erotico/porno non è il suo genere, nemmeno nei fumetti, anche se non li ha disegnati lei.. (menomale)!

    ha scritto il 

  • 1

    Partiamo dal fatto che questo graphic novel ha un disperato bisogno di uno sceneggiatore. I disegni sono graziosi, ben fatti, gentili ed estetici, anche se quando si arriva alle tavole che descrivono ...continua

    Partiamo dal fatto che questo graphic novel ha un disperato bisogno di uno sceneggiatore. I disegni sono graziosi, ben fatti, gentili ed estetici, anche se quando si arriva alle tavole che descrivono le azioni delle protagoniste perdono un po’ di mordente, diventano burattini meccanici, sono un po’ ridicoli da vedere, ma nel complesso la parte illustrativa è accettabile. La storia invece non lo è proprio. Due cugine non si vedono da sei anni. Parlano per una decina di minuti, vola una sberla, e finiscono a letto insieme. Mezz’ora dopo decidono di scappare di casa senza portare nulla con sé e non tornare mai più da due madri incattivite e ciniche. Così a caso! E che nessuno mi venga a dire che nell’adolescenza è normale comportarsi in questo modo, perché qui il tema dell’adolescenza viene tirato fuori solo quando fa comodo alla situazione, mentre per il resto a nessuno pare importare che abbiano quindici e sedici anni. Non vi racconto il resto – che equivarrebbe a un racconto breve – ma vi dico solo che la coerenza è sempre quella. Le azioni delle protagoniste, di Anna soprattutto, sono permeate di un’insensatezza che spero non possiedano tutti i sedicenni del mondo, perché altrimenti comincerei a preoccuparmi per la loro estinzione causata dalla stupidità.

    Per leggere l'intera recensione: http://scrittevolmente.com/2013/02/01/recensione-vertigine-melissa-p/

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Alcuni disegni sono abbastanza interessanti, solo per questo le due stelline. La storia è pessima. A parte ce non è per nulla credibile, è pure inconcludente! Mi spiegate come può succedere che ...continua

    Alcuni disegni sono abbastanza interessanti, solo per questo le due stelline. La storia è pessima. A parte ce non è per nulla credibile, è pure inconcludente! Mi spiegate come può succedere che due cugine che non si vedono da sette anni dupo due minuti di convivenza siano innamorate perse l' una dell' altra? E poi dove porta questa storia? All' inizio ci sono un sacco di personaggi che si rivelano poi completamente inutili, spariscono. E poi le due ragazze alla fine dove vanno? Cosa fanno? Finiscono a fare le tossiche sotto un pone o cosa? Bho! D' altronde cosa mi potevo aspettare da Melissa P.?

    ha scritto il 

  • 3

    La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare.

    Questa volta, Melissa parla di un amore omosessuale, tral'altro incestuoso, tra due cugine. Anna e Claire vivono con le rispettive madri che, a causa delle loro crisi matrimoniali, trattano le figlie ...continua

    Questa volta, Melissa parla di un amore omosessuale, tral'altro incestuoso, tra due cugine. Anna e Claire vivono con le rispettive madri che, a causa delle loro crisi matrimoniali, trattano le figlie come pezze da piedi, facendole sentire delle nullità. Per questo, Anna si richiude in se stessa e Claire si droga. Decidono, dunque, di fuggire di casa. Questo romanzo-fumetto è caruccio, ma l'ho trovato un pò troppo breve e con finale aperto: cosa succederà ad Anna e Claire? Torneranno a casa? Riusciranno ad essere finalmente felici?

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Voto 2 solo per i disegni molto belli della Pasquini, sennò sarebbe stato sotto zero. Storia assolutamente insulsa: due cugine che non si vedono da almeno dieci anni si reincontrano e nel giro di 10 ...continua

    Voto 2 solo per i disegni molto belli della Pasquini, sennò sarebbe stato sotto zero. Storia assolutamente insulsa: due cugine che non si vedono da almeno dieci anni si reincontrano e nel giro di 10 minuti prima una confessa all'altra che si buca, poi si baciano e fanno sesso, poi scappano da casa, poi una viene sequestrata da una banda di spacciatori e viene inziata all'eroina, poi interviene la nonna morta dal paradiso che le salva tutte e due e finalmente the end del tipo staremo sempre insieme.... Ho i capelli dritti!

    ha scritto il