Viaggiatore del tempo

Di

Editore: Mondadori (Piccola biblioteca Oscar, 299)

3.6
(293)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 303 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Giapponese

Isbn-10: 8804508019 | Isbn-13: 9788804508014 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Andrea Terzi

Disponibile anche come: Copertina morbida e spillati

Genere: Narrativa & Letteratura , Horror , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Viaggiatore del tempo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il volume raccoglie ventitre racconti dell'autore di "Fahrenheit 451". Ray Bradbury ha firmato queste storie inquietanti che spaziano dai più classici temi di marziani e astronavi fino a mostrare una vena che sfiora l'horror.
Ordina per
  • 4

    quasi, quasi sono arrivato a farmi piacere un intero libro di racconti, e per me è una notizia. ne boccio tre, il resto lo promuovo. un bel libro con storie molto diverse tra loro, con morali interess ...continua

    quasi, quasi sono arrivato a farmi piacere un intero libro di racconti, e per me è una notizia. ne boccio tre, il resto lo promuovo. un bel libro con storie molto diverse tra loro, con morali interessanti. sono contento di averlo letto.

    ha scritto il 

  • 3

    Ogni volta che commento una raccolta di racconti scrivo seeeempre le stesse cose... esordisco dicendo di non essere una grande amante delle raccolte di racconti, che preferisco i romanzi (e più lunghi ...continua

    Ogni volta che commento una raccolta di racconti scrivo seeeempre le stesse cose... esordisco dicendo di non essere una grande amante delle raccolte di racconti, che preferisco i romanzi (e più lunghi sono meglio è...) e bla bla bla... ma che nonostante tutto questa raccolta di racconti non mi è dispiaciuta.. bla bla bla... e via discorrendo..
    Ecco, appunto. La solita premessa si intende integralmente riportata e trascritta anche in questo caso.
    Detto questo, veniamo al libello in sè.
    Apprezzato? Si, decisamente, anche se ad essere sinceri mi aspettavo una raccolta di racconti perlopiù di fantascienza e invece in questo piccolo scrigno è racchiuso un po' di tutto: tanti generi che sconfinano uno nell'altro creando una miscellanea gradevolmente eterogenea che non annoia mai.
    I racconti più belli? Forse Stanlio e Ollio, A mezzanotte, nel mese di giugno , Vieni, e porta Costanza , La botola , Un tocco di petulanza .
    Ma non necessariamente in quest'ordine...

    ha scritto il 

  • 3

    La botola ****

    Una notte nella tua vita ***** ( un piccolo capolavoro poetico)

    Stanlio e Ollio ***** (racconto molto bello e commovente)

    Banshee ****

    Una per sua signoria e una per la strada! ***

    Mi b ...continua

    La botola ****

    Una notte nella tua vita ***** ( un piccolo capolavoro poetico)

    Stanlio e Ollio ***** (racconto molto bello e commovente)

    Banshee ****

    Una per sua signoria e una per la strada! ***

    Mi benedica, padre, perché ho peccato ***

    ha scritto il 

  • 4

    Ray Bradbury si conferma ancora una volta per la sottoscritta un poeta della fantascienza, ha una capacità unica e rara di conquistarti con le sue parole, di affascinarti, di farti immergere in mondi ...continua

    Ray Bradbury si conferma ancora una volta per la sottoscritta un poeta della fantascienza, ha una capacità unica e rara di conquistarti con le sue parole, di affascinarti, di farti immergere in mondi sconosciuti.
    Gli estimatori del grandissimo scrittore americano non devono assolutamente lasciarsi sfuggire questa perla letteraria, ventidue racconti di altissima qualità che spaziano dall’horror al dark, dal fantascientifico al giallo, dal drammatico al romantico.
    Racconti brevi e affascinanti dove l’elemento che accomuna è il mistero, la paura, che non nasce però dal contatto con mostri, alieni, fantasmi o quant’altro, ma dalle paure più recondite dell’essere umano.
    Una vera e propria perla letteraria che consiglio a tutti gli amanti del genere e non solo.

    Titoli presenti nella raccolta:
    Il convettore di Toynbee**
    La botola****
    Sull’Orient, diretto a nord****
    Una notte nella tua vita*****
    A Ovest di October***
    L’ultimo circo**
    Stanlio e Ollio*****
    Suppongo tu ti stia chiedendo perché siamo qui***
    Lafayette, addio**
    Banshee*****
    Promesse, promesse**
    Approccio d’amore****
    Una per sua signoria, e una per la strada**
    A mezzanotte, nel mese di Giugno***
    Mi benedica, Padre, perché ho peccato****
    Secondo gli ordini***
    Un tocco di petulanza***
    Lunga spartizione***
    Vieni, e porta Costanza***
    Junior***
    La pietra tombale***
    La Cosa in cima alle scale****
    La vera autentica mummia egizia fatta in casa dal colonnello Stonesteel****

    ha scritto il 

  • 4

    Non così leggero

    Non è il Bradbury delle Cronache Marziane: la raccolta in esame prende il titolo da uno dei racconti contenuti, e non ci sono espliciti fili conduttori a legare i racconti tra loro. Una mia lettura di ...continua

    Non è il Bradbury delle Cronache Marziane: la raccolta in esame prende il titolo da uno dei racconti contenuti, e non ci sono espliciti fili conduttori a legare i racconti tra loro. Una mia lettura disattenta - come può essere quella estiva e da ombrellone - non ne ha rilevati neanche di impliciti.

    Premesso questo, tutti e 23 i racconti sono di piacevole lettura, e la raccolta lo è forse nel complesso ancora di più proprio per la varietà dei contenuti. La prosa è sempre veloce e giocosa, quasi bambinesca, i racconti, nella loro semplicità, sono spesso ben lontani dall'esserlo; non parliamo di un libro di fiabe, sia chiaro: il racconto tipo di questa raccolta è molto lineare da un punto di vista della narrativa, molto snello da un punto di vista dello stile e un tantino inquietante quando lo si è concluso; inquietudine che deriva dalla percezione del fatto che c'è qualcosa sotto, paradossalmente nascosto dalla linearità e semplicità di cui sopra.

    Ad una mia lettura estiva e da ombrellone è risultato molto gradevole!

    ha scritto il 

  • 2

    Ferma restando l'altissima qualità della scrittura, pare proprio che il vecchio Ray avesse esaurito le ottime idee che l'avevano reso il grande Bradbury. I racconti mirabili sono solo un paio e alla f ...continua

    Ferma restando l'altissima qualità della scrittura, pare proprio che il vecchio Ray avesse esaurito le ottime idee che l'avevano reso il grande Bradbury. I racconti mirabili sono solo un paio e alla fine, inevitabilmente, tristemente, interviene la noia...

    ha scritto il 

  • 4

    Ray Bradbury “Viaggiatore del tempo” - Editrice Mondadori

    Leggere le opere di Ray Bradbury è un piacere immenso, sia perché si può considerare a tutti gli effetti come uno dei più grandi scrittori viventi, sia perché la sua scrittura, ricercata e diretta, ri ...continua

    Leggere le opere di Ray Bradbury è un piacere immenso, sia perché si può considerare a tutti gli effetti come uno dei più grandi scrittori viventi, sia perché la sua scrittura, ricercata e diretta, riesce sempre a conquistare e ad affascinare. “Viaggiatore del tempo” è una raccolta di ventitré piccole gemme letterarie che spaziano attraverso tutti i vari generi appartenenti al fantastico, dalla fantascienza al terrore. Si parte così dal segreto di un uomo custodito per un lungo secolo, passando per il viaggio di un fantasma alla ricerca di un posto per sé, fino ad arrivare all'orrore scaturito da una botola che non si era mai notata prima. Racconti brevi e incisivi, che spesso nascono da idee talmente semplici da correre il rischio, in mani meno esperte, di sfociare in prodotti banali. Nella forma del racconto breve Ray Bradbury riesce a svelare la profondità del valore della propria scrittura, costruendo immagini, instillando nuova vita a sogni abbandonati e pulsante consistenza alle brume del mondo.

    ha scritto il 

  • 4

    Non male, una lettura più leggera del solito per essere Bradbury; considerato anche che si tratta di racconti molto corti. Comunque si trova sempre fonte di riflessione.

    ha scritto il 

Ordina per