Viaggio allucinante

Di

Editore: Mondadori (Oscar Bestsellers)

3.9
(1092)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 224 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese , Francese , Portoghese , Chi tradizionale , Polacco , Giapponese

Isbn-10: 8804376562 | Isbn-13: 9788804376569 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Vincenzo Mantovani

Disponibile anche come: Altri

Genere: Narrativa & Letteratura , Medicina , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Viaggio allucinante?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un pugno di uomini ed una affascinante ragazza, ridotti alle dimensioni dibatteri, compiono un viaggio nel corpo di uno scienziato nel tentativodisperato di salvargli la vita. L'impresa però si dimostra irta di difficoltà.
Ordina per
  • 2

    Caro Asimov, questo non me lo dovevi fare, si vede lontano un miglio che questo romanzo non è tuo, non c'è empatia verso i personaggi, non c'è quell'atmosfera particolare che solo tu puoi ricreare e ...continua

    Caro Asimov, questo non me lo dovevi fare, si vede lontano un miglio che questo romanzo non è tuo, non c'è empatia verso i personaggi, non c'è quell'atmosfera particolare che solo tu puoi ricreare e poi non posso credere che un grande scrittore, quale tu eri, ti sia fatto convincere a scrivere un romanzo su una sceneggiatura di un film, non ci credo!!
    Comunque sia ne sono rimasto delusissimo, troppi dialoghi ed anche, per la maggior parte, banali, caratterizzazione dei personaggi carente.
    Però, ho letto che ne sei rimasto insoddisfatto del risultato finale (e come non potevi) e hai deciso, dopo 20 anni, di scriverne uno tutto tuo, sullo stesso argomento: "Destinazione cervello", è lì che mi attende e so che non mi deluderai... lo spero :-D

    ha scritto il 

  • 4

    Visionario, come sempre

    Libro molto bello, soprattutto per quanto scritto in relazione all'epoca in cui è stato scritto (mi vengono in mente i riferimenti alle nanotecnologie applicate alla medicina).
    Descrizioni accurate, v ...continua

    Libro molto bello, soprattutto per quanto scritto in relazione all'epoca in cui è stato scritto (mi vengono in mente i riferimenti alle nanotecnologie applicate alla medicina).
    Descrizioni accurate, verosimili e non pesanti come si possa pensare in un primo momento. Se la parte scientifica mi ha davvero entusiasmato ho trovato prevedibile il "resto", cioè le relazioni tra personaggi, la comparsa di un "cattivo" e il finale.
    Lettura comunque consigliatissima e scorrevole.

    ha scritto il 

  • 3

    Asimov lo preferisco nello spazio.

    Nonostante le tre stelle, questo libro non è affatto brutto.
    È Asimov, dopotutto, quindi si legge bene per definizione, ed è carino anche se un po' prevedibile... però per i livelli a cui mi ha abitua ...continua

    Nonostante le tre stelle, questo libro non è affatto brutto.
    È Asimov, dopotutto, quindi si legge bene per definizione, ed è carino anche se un po' prevedibile... però per i livelli a cui mi ha abituata Asimov non sale sopra al 3 su 5.
    Sarà che sono una drogata di fantascienza e spazio, ma in questo libro manca qualcosa che gli dia quell'atmosfera che invece trovavo sempre quando si parlava di astronavi, di robot, di spazio o di città sovraffollate sotto la superficie terrestre.
    Buono, ma non di più.

    ha scritto il 

  • 3

    Buena lectura, muy amena, instructiva, llena de aventuras y con una pequeña intriga. Al principio me recordó a las antiguas novelas policiacas que se vendían en los kioscos, y que de chaval devoraba. ...continua

    Buena lectura, muy amena, instructiva, llena de aventuras y con una pequeña intriga. Al principio me recordó a las antiguas novelas policiacas que se vendían en los kioscos, y que de chaval devoraba. El protagonista parece sacado de una de esas novelitas: fuerte, musculoso, sin parar de flirtear con la chica atractiva, y que al final resuelve el caso. Aparte de esto (puede que sea un guiño de Asimov a la literatura popular), es tan entretenida y divertida como la película.

    Esta vez vi primero la película, pues la he visto varias veces y ya conocía el argumento. Como la novela nació a partir del film, quería comprobar los cambios que introduce el autor. Básicamente es la misma historia, pero Asimov describe y amplia muchos más el carácter de los protagonistas. Hay más “discusiones” entre ciencia y religión, explica mejor las inquietudes y temores de cada uno, y pone más énfasis en las ideas destructivas de la ciencia y su peligro para la humanidad. También hay más explicaciones sobre las diferentes teorías científicas y médicas, que no se hacen nada pesadas, son didácticas e interesantes.
    La única diferencia importante es al final. Es mucho más coherente con la teoría científica de miniaturización, que es la base de la trama.

    Mi nota: 6.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Sólo por ser Asimov

    Es una historia que, desde el primer momento, sólo es interesante por ser Isaac Asimov el autor de la misma. Una novela corta, con un problema inicial interesante pero una final predecible, y hasta ta ...continua

    Es una historia que, desde el primer momento, sólo es interesante por ser Isaac Asimov el autor de la misma. Una novela corta, con un problema inicial interesante pero una final predecible, y hasta tal vez apresurado. Cada escena es descripta con el grado de detalle y el rigor técnico que el autor nos tiene acostumbrados, ahondando en esta ocasión en temas de medicina , con la clásica pluma de Asimov para hacer de esta una historia simultáneamente simple de leer y poblada de datos teórico-científicos. En la tapa, el autor aclara que fue obligado por familiares a escribir esta historia y, no por nada, la volvió a escribir en Viaje Alucinante II. Sin embargo, no deja de ser una buena lectura para los que nos gusta la ciencia ficción y sobretodo, Isaac Asimov.

    ha scritto il 

  • 4

    Capolavoro, anche se non originale

    La genesi del libro è curiosa: venne, infatti, commissionato ad Asimov dopo che era già stato prodotto il film, a sua volta derivato dal racconto di un altro scrittore (tra l'altro: perché non ridanno ...continua

    La genesi del libro è curiosa: venne, infatti, commissionato ad Asimov dopo che era già stato prodotto il film, a sua volta derivato dal racconto di un altro scrittore (tra l'altro: perché non ridanno mai in TV quel film?).
    Ciò detto, Asimov "assolve il compito" in maniera strepitosa, dimostrando di saper passare con estrema disinvoltura dall'immensità dello spazio all'infinitamente piccolo, con risultati sempre notevolissimi.
    Il libro è bello, coinvolgente, con suspense garantita dalla prima all'ultima riga. Inoltre, fino all'ultimo non si capisce chi è il "cattivo".
    Se fosse anche un'idea originale dell'autore ***** sicuro; così mi fermo a ****.

    ha scritto il 

  • 3

    Asimov lo amo e mi sembra sia chiaro.

    Le 3 stelle sono perché, nonostante sia scritto bene e si legga alla velocità della luce, l'ho trovato il peggiore dell'autore (tra quelli letti finora)...

    sarà p ...continua

    Asimov lo amo e mi sembra sia chiaro.

    Le 3 stelle sono perché, nonostante sia scritto bene e si legga alla velocità della luce, l'ho trovato il peggiore dell'autore (tra quelli letti finora)...

    sarà perché è stato "costretto" a scriverlo, sarà perchè ho già letto "destinazione cervello" (migliore a mio parere), però non ho ritrovato l'Asimov geniale e divertente di sempre.

    sono rimasta colpita anche dal fatto che le donne di Asimov sono sempre intelligenti, forti e simpatiche, mentre qui l'unica donna del libro sembra una belloccia rincoglionita. in generale non sono riuscita ad affezionarmi a nessuno dei personaggi.

    comunque da leggere per chi ama l'autore come me

    ha scritto il 

Ordina per