Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Viaggio in un'Italia diversa

Di

Editore: Mondadori

3.2
(40)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8804583118 | Isbn-13: 9788804583110 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Political

Ti piace Viaggio in un'Italia diversa?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Viaggio in un'Italia diversa segna una nuova svolta nel percorso di Bruno Vespa scrittore. Dopo i best seller di saggistica politica e di storia moderna, e lo straordinario successo di L'amore e il potere, il giornalista compie un viaggio in presa diretta nella rivoluzione silenziosa che ha determinato - e seguito - lo sconvolgimento elettorale della primavera 2008, e fruga tra le paure degli italiani. Ha assistito agli sbarchi dei clandestini a Lampedusa e parlato con i protagonisti di questa immigrazione tanto disperata quanto osteggiata; ha discusso con gli stranieri in attesa di un'espulsione spesso improbabile e con i rom dei campi nomadi di Roma, Milano e Napoli. È andato negli empori allestiti dalla Caritas per sostenere le famiglie in difficoltà e ha controllato i prezzi dei discount, ascoltando gestori e clienti, e analizzando i disagi della «quarta settimana ». Si è aggirato nei quartieri di Napoli in mano alla camorra e in quelli sommersi dai rifiuti, e ha visitato gli stabilimenti che li trattano, spiegando per la prima volta con chiarezza le ragioni dell'incredibile crisi - politica e civile - che ha compromesso l'immagine del nostro paese all'estero. Ha viaggiato nel profondo Nordest, dove la paura dello straniero ha fatto esplodere i consensi per la Lega, e mostra come la somma di inquietudini e insoddisfazioni abbia messo a soqquadro il panorama politico italiano, riducendo a cinque i partiti presenti in Parlamento, cancellando la sinistra radicale e consegnando a Berlusconi la maggioranza più ampia e solida della storia della Repubblica. Qui ritroviamo il Vespa che, rivelando retroscena e raccogliendo testimonianze di prima mano, ricostruisce in maniera inedita la caduta del governo Prodi, la nascita e le difficoltà dell'alleanza tra Veltroni e Di Pietro, la rottura tra Bertinotti e Ferrero in nome del comunismo, quella tra Berlusconi e Casini per incompatibilità sulla leadership, e la nascita fulminea del Popolo della Libertà che, in poche settimane, si è trovato alla guida del paese. Ha preso così il via il «nuovo inizio»: l'originale strategia economica di Giulio Tremonti dinanzi al dissesto della finanza internazionale, il successo di Renato Brunetta nella campagna contro i «fannulloni», la stretta di Roberto Maroni sulla sicurezza e le espulsioni degli irregolari, la rivoluzione scolastica di Mariastella Gelmini, la riforma giudiziaria di Angelino Alfano, ma anche la spaventosa crisi dell'Alitalia, raccontata dai protagonisti, trasparenti e occulti. Un'Italia davvero diversa, vista dagli occhi di un grande cronista.
Ordina per
  • 0

    “Viaggio in una Italia diversa” è il titolo del nuovo libro di uno tra i più noti giornalisti nazionali, è una cronaca di un viaggio nell’Italia degli extracomunitari clandestini a Lampedusa e di chi attende un espulsione dal territorio nazionale, è il viaggio all’interno dei campi nomadi di Mila ...continua

    “Viaggio in una Italia diversa” è il titolo del nuovo libro di uno tra i più noti giornalisti nazionali, è una cronaca di un viaggio nell’Italia degli extracomunitari clandestini a Lampedusa e di chi attende un espulsione dal territorio nazionale, è il viaggio all’interno dei campi nomadi di Milano, Roma e Napoli con il loro squallore e i conti in banca milionari.
    Bruno Vespa è andato a toccare con mano la realtà di tanti connazionali che non arrivano a fine mese con le finanze e per sopperire alle necessità cercano aiuto presso le associazioni di volontariato ascoltando le loro voci e le loro preoccupazioni, in un viaggio che potrebbe essere considerato quasi una missione giornalistica ha visitato i quartieri di Napoli invasi dalla spazzatura dove la camorra si è infiltrata capillarmente, seguendo passo dopo passo l’incredibile giro di milioni che comporta lo smaltimento dei rifiuti.

    ( Tratto da http://www.castelvetranoselinunte.it )

    ha scritto il 

  • 4

    Storia italiana

    E' piacevole seguire la politica attraverso la penna di Bruno Vespa.
    Riesce a farla comprendere anche a chi completamente a digiuno.
    Anche se si attribuiscono a Vaspa partigianerie di centrodestra io ritengo e rilevo, nel leggerlo, che riesce a guardare le cose e, quindi, a descriverl ...continua

    E' piacevole seguire la politica attraverso la penna di Bruno Vespa.
    Riesce a farla comprendere anche a chi completamente a digiuno.
    Anche se si attribuiscono a Vaspa partigianerie di centrodestra io ritengo e rilevo, nel leggerlo, che riesce a guardare le cose e, quindi, a descriverle, con un occhio al di sopra delle parti.
    Questo libro andrebbe letto senza i paraocchi dell'apparteneza politica e solo cosi', si riuscira' a comprendere gli ingranaggi della nostra politica.

    ha scritto il 

  • 0

    Ho letto le prime 48 pagine e ho deciso di non proseguire. Mi sembra un libro decisamente scritto per incensare il governo Berlusconi, ma personalmente credo ancora nell'utopia del giornalismo apolitico. Credevo (forse scioccamente) che trasmettesse in qualche modo un timido segnale di speranza, ...continua

    Ho letto le prime 48 pagine e ho deciso di non proseguire. Mi sembra un libro decisamente scritto per incensare il governo Berlusconi, ma personalmente credo ancora nell'utopia del giornalismo apolitico. Credevo (forse scioccamente) che trasmettesse in qualche modo un timido segnale di speranza, invece si apre con le mille magagne della giustizia italiana e con alcune storie crude di clandestini (soprattutto quelle delle donne fanno rabbrividire) che non ho il coraggio di continuare a leggere.
    Decisamente non è un libro che mi ha conquistata. Magari apprezzerò di più "L'amore e il potere", chissà.

    ha scritto il 

  • 2

    Libro di approfondimento giornalistico, niente di più. Interessante se letto a ridosso degli avvenimenti trattati, abbastanza superfluo più avanti nel tempo. Sicuramente non lo rileggerò, e non credo lo consiglierei ad altri.

    ha scritto il 

  • 2

    forse la mia antipatia per il personaggio Vespa mi ha fatto abbandonare il libro prima di pagina 100...cmq non mi sembra corretto tutta questa pubblicità per tanta ....POCHEZZA ( anche nello scrivere )

    ha scritto il 

  • 3

    Il vespaio

    La lettura di questo libro è consigliata a chi risiede su un altro pianeta e deve necessariamente aggiornarsi sulle cose d'Italia successe negli ultimi 12 mesi.


    Se, invece, anche da quelle parti l'eventuale lettore ha potuto leggersi i giornali del BelPaese allora il libro è del tutto inu ...continua

    La lettura di questo libro è consigliata a chi risiede su un altro pianeta e deve necessariamente aggiornarsi sulle cose d'Italia successe negli ultimi 12 mesi.

    Se, invece, anche da quelle parti l'eventuale lettore ha potuto leggersi i giornali del BelPaese allora il libro è del tutto inutile.

    Io a comprare e leggere i libri che confeziona in maniera industriale il dottor Vespa ci sono cascato due volte. Ora non mi frega più. Me lo sono fatto prestare dal mio amico libraio per una notte e così ho avuto la conferma di quanto pensavo e cioè che i libri di Bruno Vespa sono veri e propri "vespai"...

    E, le vespe, si sa, non danno miele, non sono api. Ronzano e danno solo fastidio. A volte mordono, anche. Mi chiedo cosa resterà di questi suoi libri tra venti anni... solo cronaca di giornale in volume.

    ha scritto il 

Ordina per