Saul Weissmann, settantenne, ebreo, sopravvissuto ad Auschwitz, decide disposarsi per non trascorrere in solitudine la vecchiaia. L'unica "candidata" èuna nubile, da anni in cerca di marito, che pone una condizione: lo sposo deveessere un fervente ...Continua
Ha scritto il 26/07/11
La storia ruota attorno ad una particolare crisi di identità: quella innescata da un rabbino intransigente, che pretende da Saul, il protagonista, la dimostrazione “cartacea” dell’essere ebreo, come se essa da sola fosse determinante, come se ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 10/02/09
un tizio di religione ebraica vorrebbe sposarsi (alla tenera età di 50 errotti anni) con una cattolica. Si scontrerà con la 'legge' e la rigidità delirante dei correligionari. Buffissimo e verissimo. Breve al punto giusto. Caustico. Una sonatina ...Continua
  • 3 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 06/10/08
Quando non essere ebreo d.o.c. può creare situazioni rocambolesche in un matrimonio impossibile. Divertente con amarezza...
Ha scritto il 04/07/08
Il migliore dei tre (bei) libri di Karine Tuil che ho letto. La storia della crisi di identità innescata da un rabbino in un ebreo settantenne che ha vissuto l'esperienza dei campi di concentramento (e lo testimoniano il tatuaggio che ha sul ...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi